Come fare il pane con farina di farro

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Al giorno d'oggi è molto semplice acquistare del pane fresco; oltre alle panetterie, infatti, anche i grandi magazzini si sono dotati di forni per dare a tutti la possibilità di portare in tavola delle pagnotte calde, pronte per essere consumate. Preparare il pane in casa, però, può dare molte soddisfazioni, soprattutto quando si decide di non utilizzare la macchina per il pane; il profumo di una pagnotta appena sfornata e la sua fragranza sono sicuramente delle caratteristiche difficili da trovare nel pane disponibile in commercio, cotto diverse ore prima. Nella presente guida, a tal proposito, verrà indicato come fare il pane con farina di farro, dal gusto sorprendente.

25

Occorrente

  • 300 g di farina di farro
  • 100 g di farina di grano integrale
  • 12 g di lievito di birra
  • 25 cl di acqua tiepida
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1 cucchiaio di sale
35

Per iniziare a preparare il pane con farina di farro diluire il lievito di birra in poca acqua tiepida; successivamente versare sia la farina di farro che la farina di grano integrale all'interno di una ciotola e aggiungere il sale, il lievito precedentemente sciolto e l'olio extravergine di oliva. Lavorare l'impasto con le mani lentamente, proseguendo per circa dieci minuti; in alternativa, è possibile fare ricorso ad una impastatrice a gancio. Una volta terminata l'operazione coprire la ciotola contenente l'impasto con della pellicola alimentare, quindi trasferirla in un ambiente tiepido per circa 90 minuti.

45

Un suggerimento è quello di accendere il forno a bassissima temperatura, poi spegnerlo e, appena sarà intiepidito, inserire al suo interno la ciotola contenente l'impasto. Trascorsi i 90 minuti riprendere in mano l'impasto e lavorarlo nuovamente; questo ulteriore trattamento servirà a sgonfiarlo. Successivamente dare all'impasto la forma desiderata; disporre la pagnotta sulla superficie di una teglia antiaderente, precedentemente ricoperta con della carta forno, poi farla riposare per almeno 90 minuti. Anche in questo caso riporla in un ambiente non troppo caldo, coprendola con uno strofinaccio.

Continua la lettura
55

Nell'attesa iniziare a preriscaldare il forno a 240 gradi e mettere, nella parte più bassa del forno stesso, una ciotola di metallo contenente abbondante acqua. Una volta ripresa la pagnotta trasferirla in forno e farla cuocere per una trentina di minuti. Quando sarà cotta toglierla dal forno e farla raffreddare su di una gratella, quindi tagliarla a fette e servirla in tavola in un cesto. Chi desidera preparare un pane più stuzzicante può utilizzare anche dei semi di zucca, oppure di lino, da mettere direttamente nell'impasto, conservandone qualcuno per la superficie. In quest'ultimo caso, per fare in modo che i semi rimangano attaccati, il consiglio è quello di bagnarli e di spingerli leggermente all'interno della pagnotta.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

5 idee per utilizzare il farro

Uno degli alimenti naturali che più di tutti viene utilizzato come ingrediente in numerose ricette culinarie è il farro. Questo genere di alimento permette di contribuire alla creazione di diverse prelibatezze tanto sano quanto nutrienti e gustose....
Primi Piatti

Insalata di farro: i migliori condimenti

Quando arriva l'estate si ha sempre voglia di cibi leggeri, freschi e gustosi. Certo, per gli amanti della pasta è difficile rinunciare ai primi piatti, ma questi possono essere sostituiti con delle insalate nutrienti e ricche di ingredienti sfiziosi....
Primi Piatti

5 modi per condire il farro

Il farro è un tipo di frumento tra i più antichi che si conoscano e che vengano impiegati nell'alimentazione umana. Costituisce un'ottima alternativa al grano, perché ricco di vitamine e fibre, ma anche di proteine, mentre ha un basso contenuto calorico....
Consigli di Cucina

Come cucinare il farro decorticato

In commercio esistono tre varianti di farro, quello decorticato, quello perlato ed infine la farina. Il farro decorticato subisce una prima lavorazione nella quale viene tolta solo la glumella, cioè la pellicola che lo avvolge, il farro perlato viene...
Antipasti

Ricetta: insalata di farro vegetariana

Il farro è uno dei cereali più coltivati nel mondo ed è conosciuto per le sue proprietà nutrizionali, in quanto è particolarmente ricco di vitamine e sali minerali, mentre è povero di grassi. Ha un elevato contenuto proteico e di fibre, che aiutano...
Dolci

Ricetta: crostata con farina di farro e marmellata

Ricca di fibre e con un apporto calorico ridotto, la farina di farro trova largo impiego anche nella preparazione di dolci. L'impasto tradizionale della crostata prevede di solito una farina debole, ingrediente essenziale nella classica pasta frolla....
Antipasti

Come preparare la quiche di farro con feta e asparagi

La nostra cucina è piuttosto rinomata per la specialita' delle ricette che prepariamo tutti i giorni e che sono diventate famose in tutto il mondo. Ma oltre alle solite ricette è possibile trovarne di altre molto fantasiose e personalizzate, com ad...
Primi Piatti

Ricetta: carciofi ripieni con farro allo zafferano

I carciofi con ripieno di farro allo zafferano sono un piatto leggero, sfizioso e molto salutare: le caratteristiche benefiche del farro, infatti, lo rendono una buonissima alternativa al grano duro, oltretutto è molto digeribile e poco calorico. Se...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.