Come fare il pane di spezie

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Il pane di spezie o pain d'èpices è un dolce tipico della tradizione culinaria francese che negli ultimi anni sta spopolando anche nel nostro paese. Solitamente viene preparato dalle mamme e dalle nonne durante le feste natalizie e si mangia a colazione o per merenda, accompagnato da un buon thé caldo. È una ricetta molto semplice da preparare, salutare e molto gustosa tanto da essere apprezzata da adulti e bambini senza distinzione alcuna. Con pochi semplici passaggi e con un budget ridotto, si può ottenere un prodotto dal sapore e dalle caratteristiche organolettiche eccezionali. Tante sono le storie che girano intorno all'origine di questa ricetta, ma ciò che sappiamo per certo è che davvero molto antica e che era diffusa, in varianti meno esotiche e speziate, già a partire dal XVII secolo in tutto il territorio francese. Vediamo quindi come fare il pane di spezie a casa nostra.

25

Occorrente

  • 250 grammi di miele
  • 250 grammi di farina
  • 100 grammi di zucchero di canna
  • 1 bustina di lievito
  • 1 cucchiaino di zucchero vanigliato in polvere
  • 1 cucchiaino di anice
  • 1 cucchiaino di noce moscata grattugiata
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere
  • 1 cucchiaino di zenzero in polvere
  • 2 uova
  • 10cl di latte
35

Preparazione

Iniziate riscaldando 250 grammi di miele in un pentolino o se preferite nel forno a microonde. Nel frattempo mescolate insieme la farina, tutte le varie spezie, lo zucchero di canna e quello vanigliato in una terrina, assicurandovi che tutti gli ingredienti si amalgamino bene tra loro. La ricetta originale prevede l'utilizzo di farina 00, ma può essere tranquillamente sostituita da quella integrale.

45

Amalgamiamo gli ingredienti

Quando il composto di farina, zucchero e spezie sarà ben omogeneo potremo cominciare ad aggiungere il miele caldo mescolando lentamente con un cucchiaio di legno, così come vuole la tradizione francese. Sempre continuando a mescolare, aggiungiamo anche le uova e il latte tiepido. Questa è la fase più importante nella preparazione del nostro pane di spezie: più gli ingredienti saranno amalgamati tra loro, più il risultato finale sarà buono.

Continua la lettura
55

La cottura

A questo punto versate il composto in uno stampo ben imburrato e infarinato e lasciatelo riposare per almeno mezz'ora. Nel frattempo preriscaldate il forno e cuocete il nostro pan di spezie a 160° per circa un'ora e mezza. Dopo la cottura avrete due alternative: servire il nostro dolce non appena sarà tiepido, o seguire la tradizione francese e lasciarlo riposare a temperatura ambiente fino al giorno successivo, per una deliziosa colazione. In Francia infatti il pane di spezie viene cucinato la sera della vigilia di Natale e consumato la mattina successiva appena svegli. Se avvolto nella carta d'alluminio si conserva ottimamente anche per un'intera settimana e infatti viene riproposto tutti i giorni a colazione fino alla vigilia di Capodanno!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pizze e Focacce

Ricetta: pane pita farcito

Il pane pita è un tipo di pane di forma rotonda, tipico dei paesi medio-orientali e della Grecia, a forma di focaccia nostrana; è molto duttile e si presta ad ogni riempito con svariate farciture come l'hummus di ceci, oppure con il kebab. Se seguirai...
Pizze e Focacce

Le principali varietà di pane

Il pane è un alimento sano e genuino composto da pochi ingredienti, quali, acqua, lievito, sale e farina. È senza dubbio uno degli alimenti cardine della cucina italiana: non c'è tavola in cui manchi il pane, così come non esistono pic nic, merende...
Pizze e Focacce

Come usare la macchina del pane

Alcune tradizioni non muoiono mai ma possono modificarsi ed evolvere in meglio, è questo il caso del pane fatto in casa. Anche se ormai il pane è facilmente reperibile in qualsiasi negozio di alimentari, sempre più persone decidono di realizzare da...
Pizze e Focacce

Come ammorbidire il pane duro

Molto spesso ci capita di buttare del pane, perché questo, dopo alcuni giorni se non viene congelato diventa duro è quindi immangiabile. Tuttavia bisognerebbe cercare di evitare di sprecare il pane, come ogni altro tipo di prodotto alimentare. In questa...
Pizze e Focacce

Pane con le barbabietole

Se c'è un'arte in cui l'Italia eccelle è quella "bianca", l'arte del pane e dei prodotti da forno. Preparare un buon pane richiede i giusti strumenti e le migliori condizioni ambientali. La cottura deve avvenire in un ottimo forno, alle giuste temperature....
Pizze e Focacce

5 segreti per un buon pane integrale

Il pane è uno degli alimenti più utilizzati e quindi presente nell'alimentazione di quasi tutte le persone. Un alimento importante, ma sotto alcuni punti di vista non troppo salutare, proprio per questo motivo la sua versione integrale si è fatta molto...
Pizze e Focacce

Come fare il pane ai pistacchi

Il pane è uno degli alimenti maggiormente consumati in Italia e alla base di quella che viene definita "dieta mediterranea". Prima il pane veniva principalmente prodotto in casa, le nostre nonne erano delle esperte in questione. Oggi giorno invece sia...
Pizze e Focacce

Come intrecciare una treccia di pane

Creare una treccia di pane è divertente e facile da fare. Chi riesce ad intrecciare i capelli, può fare lo stesso lavoro anche con la pasta di pane. Data la semplicità del processo, lo si può fare anche insieme ai bambini. Serviranno circa 30 minuti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.