Come fare il pesto con le foglie di ravanello

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Con le foglie di ravanello possiamo realizzare delle gustose ricette in cucina, anche se spesso siamo abituati a buttarle via, queste foglie, oltre ad essere un'ottima fonte di calcio e di vitamine, sono anche saporite e si possono recuperare per fare un buon pesto. Ecco come fare il pesto con le foglie di ravanello.

27

Occorrente

  • 100 gr di foglie di ravanello
  • 4 cucchiai di formaggio grattugiato
  • Una manciata di pinoli
  • 4 cucchiai di olio extravergine
  • Sale q.b.
  • 1 spicchio di aglio
37

La prima cosa da fare è procurarsi 100 grammi di foglie di ravanello e lavarle molto bene sotto acqua corrente del rubinetto. Appena le foglie saranno tutte ben pulite, asciugatele singolarmente con un panno da cucina. A questo punto con un coltello tagliate le foglie grossolanamente e mettetele da parte per utilizzarle dopo.

47

Prendete uno spicchio d'aglio, privatelo della buccia e tagliatelo in 4 parti. Cominciate a frullare le foglie di ravanello insieme a 4 cucchiai di olio di oliva extravergine. In questo modo si otterrà una salsa ben densa che sarà la base del nostro pesto.

Continua la lettura
57

Unite lo spicchio d'aglio tagliato in 4 parti e una manciata di pinoli. Saranno sufficienti circa una decina di pinoli per dare al pesto di ravanello un sapore delicato e inconfondibile. Se non avete i pinoli a portata di mano, potete usare anche dei gherigli di noci o dei semi di girasole. Questi due alimenti si abbinano perfettamente alla composizione. Dopo aver aggiunto i pinoli continuate a frullare e unite il formaggio grattugiato che più vi piace. Per dare un sapore più forte e salato al pesto si può usare il pecorino romano.

67

Il pesto di ravanello a questo punto si addenserà ancora di più. Frullate per qualche altro minuto e aggiungente un pizzico di sale. Non appena la salsa sarà pronta, assaggiate ed eventualmente aggiustare di sale. Se il pesto risulta troppo denso si può aggiungere un altro po' di olio.

77

in alternativa per realizzare il pesto con le foglie di ravanello, prendete il ravanello, lavatelo sotto l'acqua corrente e ponetelo in uno in uno scolapasta; dividete il ravanello in piccole parti, lavate le foglie ad una ad una e lasciatele scolare. Nel frattempo, prendete uno spicchio d'aglio e frullatelo con l'olio d'oliva, il peperoncino, le nocciole e i pinoli. Aggiungete le foglie di ravanello tritate finemente e frullate il tutto con un frullatore ad immersione; infine, aggiungete una mangiata di parmigiano reggiano oppure di pecorino romano. Ponete il pesto di ravanello nel frigorifero e attendete almeno un'oretta, prima di utilizzarlo, in quanto si deve addensare. Ricordatevi inoltre, di conservare il pesto fatto in casa, massimo una settimana dalla sua preparazione.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Come fare il pesto senza ossidarlo

Una tradizione tutta italiana, e più precisamente genovese, è il pesto. Il pesto è un condimento nato a Genova ma diffusosi rapidamente in tutt'Italia e successivamente nel mondo. Il suo profumo inconfondibile rende unico ogni piatto. Viene largamente...
Primi Piatti

Ricetta: pesto alla menta

Il pesto alla menta è caratterizzato da una freschezza e da un gusto balsamico, tipico della pianta aromatica. Per realizzare questa tipologia di pesto sarà necessario frullare foglie di menta, pinoli, olio extravergine di oliva, sale e pepe, fino ad...
Primi Piatti

Ricetta: pennette al pesto genovese e ricotta

Il pesto genovese è un condimento molto versatile e come tale può essere usato in tanti modi. Avete mai provato a mettere un cucchiaino di pesto nel minestrone e sentire che buon sapore gli da? Oppure a preparare le lasagne al pesto? Quella che vi do...
Primi Piatti

5 ricette di pesto da fare in casa

Il pesto è una delle ricette della tradizione italiana. Conosciuto in tutto il mondo come pesto genovese perché nasce nella regione ligure, è uno dei prodotti tipici del nostro territorio. Si parla di pesto perché l'antica tecnica per realizzarlo...
Primi Piatti

5 segreti per un ottimo pesto alla genovese

Il Pesto alla Genovese, come suggerisce il nome, è una preparazione culinaria originaria della Liguria, ma che ha riscontrato un enorme successo su scala nazionale. Il pesto alla genovese, o più comunemente "pesto", è a base di basilico, pinoli, olio,...
Primi Piatti

Pasta con pesto di rucola e profumo di menta

Uno dei sughi più amati e apprezzati in Italia, è sicuramente il pesto. Il classico pesto genovese, prevede l'utilizzo del basilico e di molti altri piccoli ingredienti genuini che rendono questa ricetta unica e intramontabile. Con l'arrivo dell'estate,...
Primi Piatti

Come preparare gli gnocchi al pesto di mandorle

Gli gnocchi al pesto di mandorle sono il piatto ideale da servire agli ospiti durante una cena estiva. La ricetta ha un gusto fresco e particolare. Mentre, il condimento adoperato per guarnire gli gnocchi, rappresenta una variante del classico pesto....
Primi Piatti

Come preparare il pesto di salvia

Il pesto è uno dei condimenti più amati dagli italiani. Esistono molte varianti del pesto alla genovese, come quello di rucola, zucchine, di broccoli e così via. Oggi ci cimenteremo in cucina a prepararne uno, il pesto di salvia. È un pesto molto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.