Come fare il pesto di radicchio

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Il radicchio è una verdura dal gusto amarostico che può essere mangiato sia crudo che cotto e si trova in commercio di due colori, rosso o verde. Questo tipo di verdura ha molte proprietà benefiche utili all'organismo. È ricco di acqua, fibre, vitamine e sali minerali ed è anche fonte di potassio. Il radicchio svolge un'azione depurativa, contribuisce a liberare dalle tossine e protegge le pareti gastriche. Tra le specie più pregiate, troviamo il radicchio di Treviso e quello di Chioggia.
Oltre ad avere tutte queste caratteristiche positive, il radicchio si presta per la preparazione di vari piatti e in questa guida lo utilizziamo per la preparazione di una "salsa". Vediamo quindi come fare il pesto di radicchio rosso.

25

Occorrente

  • 1 piede di radicchio rosso
  • 1 scalogno
  • 80 gr. di parmigiano
  • 150 gr. di ricotta di pecora
  • 2 cucchiai di pinoli
  • 10 gherigli di noci
  • Olio extravergine d'oliva
  • Panna da cucina
  • Sale
35

Scegliete un radicchio rosso di stagione e preferibilmente proveniente da coltura biologica. Togliete le parti dure e le foglie esterne. Lavate il cuore sotto il getto dell'acqua corrente e di seguito tagliatelo a fettine molto sottili, aiutandovi con un grosso coltello. Quindi fatelo asciugare per bene su un canovaccio, in modo che perda l'acidità data dalle foglie. Prendete una padella antiaderente e versateci dentro due cucchiai di olio extravergine d'oliva e lo scalogno tagliato finemente. Fateli rosolare schiacciandoli con una forchetta.

45

Quando il soffritto è ben dorato, unite il radicchio. Fatelo saltare in padella per un cinque minuti circa a fiamma media. Giratelo spesso per non farlo attaccare o bruciare. Quando le foglie si saranno appassite, spegnete il fuoco e trasferite il tutto in un mixer. Unite la ricotta di pecora fresca, un pizzico di sale, i pinoli e le noci. La frutta secca servirà a camuffare l'amarostico del radicchio. Frullate a velocità alta fino ad ottenere un composto denso e compatto. Se preferite, quest'ultimi potete aggiungerli di seguito lasciando, i pinoli interi e le noci tritate grossolanamente.

Continua la lettura
55

Quindi aprite il coperchio del frullatore e aggiungete al resto degli ingredienti, un cucchiaio di olio extravergine di oliva, il parmigiano e frullate ancora per qualche minuto. Potete sostituire il formaggio in base ai vostri gusti. A questo punto il pesto è pronto. Potete utilizzarlo per condire la pasta, insaporire pesci e carne, oppure per la preparazione di sfiziosi crostini da servire come antipasto. Se volete ottenere un pesto più cremoso, potete aggiungere alla fine, un poco di panna da cucina.
Il pesto può essere conservato in frigorifero dentro un contenitore di vetro con chiusura ermetica, per una settimana circa.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Come preparare gli gnocchetti di radicchio e ricotta

La fantasia in cucina non ha limiti e primi piatti sono quelli che ispirano tante creatività. Queste sono le ricette più semplici da realizzare e ognuna di esse può subire delle variazioni. Se è vero che armonia e personalità caratterizzano un ottimo...
Primi Piatti

Come fare i fusilli alla crema di radicchio

I fusilli alle crema di radicchio, sono un piatto in grado di unire in sé, il dolce e l’amaro. Infatti andremo ad amalgamare insieme il gusto leggermente amaro del radicchio ed il dolce gusto del formaggio, che utilizzeremo per creare la nostra crema....
Primi Piatti

Ricetta: penne al radicchio

Il radicchio è un ortaggio molto utilizzato in cucina: grazie alla sua versatilità, questo ingrediente permette di creare tanti deliziosi accoppiamenti. Dai primi, come risotti e paste, alle torte salate, passando per i contorni e molto altro ancora,...
Primi Piatti

Ricetta: gnocchetti al radicchio

Il radicchio rosso di Treviso è un ortaggio prettamente invernale dal colore rosso vivace con striature bianche dalla consistenza croccante e dal sapore amarognolo. Per le caratteristiche che lo contraddistinguono ha conseguito l'Indicazione Geografica...
Primi Piatti

Ricetta: pasta al radicchio e mele

Se state cercando un' idea originale per un primo piatto, la pasta con radicchio e mele è decisamente la ricetta che fa al caso vostro. Questo piatto, è facile da preparare ma molto particolare; tramite l'unione del radicchio e delle mele, si va a...
Primi Piatti

Come preparare la pasta con radicchio e noci

La pasta con radicchio e noci è un primo piatto semplice e gustoso. Si prepara una saporita salsa che prevede come ingredienti radicchio appassito in padella, speck a tocchetti e gherigli di noci. Una portata davvero unica che potete preparare anche...
Primi Piatti

Ricetta: trofie ai porri, salsiccia e radicchio

Quando la fame inizia a farsi sentire, un buon piatto di pasta è sempre la soluzione ideale. La pasta è senza dubbio la regina delle nostre tavole. Piace praticamente a tutti, grazie alla sua caratteristica migliore: abbinarsi a tanti condimenti diversi....
Primi Piatti

Come preparare il risotto con radicchio e taleggio

In questa guida vi spiegherò come preparare il risotto con radicchio e taleggio. Questa ricetta è simbolo della cucina italiana in quanto ci sono ingredienti nostrani tipici. Partendo dal risotto, questo renderà dolce e morbido il piatto in tutta la...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.