Come fare il pesto rosso

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il pesto rosso è nato in Sicilia e, come la notissima specialità ligure, vede tra i suoi ingredienti il basilico, l'olio, l'aglio e il formaggio grattugiato, ma è l'aggiunta di pomodorini secchi e di mandorle a renderlo diverso. Sono proprio i pomodorini secchi a conferirgli il colore rosso, mentre le mandorle sostituiscono i pinoli conferendogli un tocco lievemente orientale. Saporito e perfetto per condire la pasta, il pesto rosso è davvero semplice da preparare e se vuoi cimentarti anche tu, ecco come dovrai fare.

26

Occorrente

  • 4 foglie di Basilico, 50 g Mandorle, 100 g Aceto balsamico, un cucchiaino. Parmigiano reggiano, 50 g. Pomodorini secchi, una decina. Olio extravergine d'oliva, 80 gr. Aglio, 3 spicchi. Sale, un pizzico.
36

Per prima cosa prendi i pomodorini secchi, lavali bene sotto l'acqua corrente aprendoli bene per pulirne bene anche l'interno. Terminata questa prima operazione, stendili su un foglio di carta da cucina, poi tamponali leggermente e lasciali asciugare. Intanto sguscia le mandorle e falle tostare in una padella per alcuni minuti senza aggiungere alcun condimento. Tieni il fuoco basso, in modo da non bruciarle. E rimestale molto spesso perché possano tostarsi uniformemente. Lasciale raffreddare per qualche minuto e quindi inseriscile nel bicchiere del frullatore insieme agli spicchi d'aglio che avrai spellato in precedenza, alle foglie di basilico, a un cucchiaio di aceto balsamico e a un pizzico di sale.

46

Quando l'impasto nel frullatore risulta omogeneo, ti occorrerà al massimo un minuto, spegni l'elettrodomestico e inserisci nel bicchiere i pomodorini secchi, che devono essere ben asciutti, e il parmigiano. Se invece preferisci un sapore ancora più deciso puoi optare per il pecorino. Mentre il frullatore funziona versa a filo l'olio e in circa 30 secondi il tuo pesto rosso sarà pronto.

Continua la lettura
56

A questo punto non ti resta che condire la pasta scegliendo il formato che preferisci, ma ricordando che linguine e maccheroni sono quelli tipici siciliani. Puoi utilizzare il pesto rosso anche per insaporire piatti di pesce o di carne, oppure per preparare delle lasagne vegetariane alternando il pesto rosso con le melanzane fritte.
Se non utilizzi tutto il pesto rosso, puoi conservarlo in frigorifero chiuso in un barattolo di vetro con chiusura ermetica, ricordandoti di ricoprirlo d’olio. Si conserverà perfettamente per oltre un mese.

66

Il pesto rosso può essere preparato anche con una gustosa variante: la ricotta salata. In questo caso è però consigliabile che limiti al massimo l'aggiunta di sale per evitare un sapore eccessivo e poco gradevole al palato. E ora non ti resta che darti da fare: buon appetito!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Come fare il pesto di basilico rosso

Il basilico rosso è una variante ottimale rispetto alla ricetta tradizionale. Essa è ricca di antiossidanti e di vitamine, perfetta per andare a combattere i radicali liberi, che sono i principali responsabili dell'invecchiamento delle nostre cellule....
Primi Piatti

Come fare il pesto di pomodori secchi

In questo articolo proporremo la realizzazione di una gustosa ricetta, molto utile per le serate estive che andremo a trascorrere con i nostri amici e parenti. Vogliamo infatti capire come e cosa serve, per poter fare, con le nostre mani ed anche in casa...
Primi Piatti

Ricetta: fusilli con pesto di barbabietola

Se vogliamo realizzare una ricetta speciale e gustosa, ecco il piatto originale che fa per noi: i fusilli con il pesto di barbabietola. Il pesto di barbabietola forse non è molto conosciuto in cucina, ma con questo delizioso pesto possiamo realizzare...
Primi Piatti

Come fare il pesto di radicchio

Il radicchio è una verdura dal gusto amarostico che può essere mangiato sia crudo che cotto e si trova in commercio di due colori, rosso o verde. Questo tipo di verdura ha molte proprietà benefiche utili all'organismo. È ricco di acqua, fibre, vitamine...
Primi Piatti

Come preparare il pesto alla calabrese

Da che mondo è mondo è noto che il pesto è una ricetta tipica genovese, ma non tutti sanno che possono esistere delle varianti in base all'arte culinaria di svariate regioni; infatti, per esempio troviamo anche il pesto calabrese molto facile da preparare....
Primi Piatti

Come preparare il pesto alla genovese

Il pesto alla genovese è una ricetta gustosa e anche facile da preparare. Esistono molte varianti, ma tutte garantiscono un gusto pieno ed in grado di soddisfare anche i palati più sopraffini. Attualmente con la dicitura 'Pesto alla Genovese', si considerano...
Primi Piatti

Come preparare la pasta col pesto alla trapanese

Il pesto è uno dei condimenti più famosi fra i piatti tipici italiani. Il pesto più conosciuto è sicuramente quello genovese, realizzato con basilico, pinoli, parmigiano, pecorino e aglio, dal tipico colore verde acceso. Tuttavia esistono moltissimi...
Primi Piatti

Ricetta pasta con pesto di pomodori secchi e olive

Il pesto permette di condire la pasta in modo gustoso e veloce. Oltre al classico tipo di pesto genovese esistono svariati tipi di pesto. In questa guida vediamo come preparare un pesto con pomodori secchi e olive. Citeremo, passo dopo passo, tutti i...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.