Come fare il pesto senza ossidarlo

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Una tradizione tutta italiana, e più precisamente genovese, è il pesto. Il pesto è un condimento nato a Genova ma diffusosi rapidamente in tutt'Italia e successivamente nel mondo. Il suo profumo inconfondibile rende unico ogni piatto. Viene largamente utilizzato nella cucina mediterranea ed è usato principalmente per condire la pasta. Il pesto, il cui ingrediente principale è il basilico (rigorosamente fresco), viene ottenuto tritando e pestando le foglie della pianta e con l'aggiunta di pinoli. La freschezza delle foglie utilizzate per il pesto è di essenziale importanza. Il basilico infatti, essendo una pianta molto delicata, tende ad annerire facilmente. In questo caso si otterrebbe un pesto più scuro e dal sapore amarognolo detto in gergo "ossidato". Per fare quindi un pesto perfetto bisogna conoscere le tecniche giuste. A tal proposito, in questa guida vi mostreremo come fare il pesta senza ossidarlo.

27

Occorrente

  • Basilico asciutto
  • Olio
  • Panno assorbente
  • Mortaio
37

Scegliere gli ingredienti e gli attrezzi adatti

Il pesto ha un sapore molto particolare ma la prima cosa a cui è necessario pensare quando si prepara è la scelta del basilico. Le foglie del basilico, devono essere larghe, verdi e fresche e non devono mai essere rovinate, secche e piccole. Una volta scelte le foglie del basilico, per non farlo annerire e ossidare è necessario anche pensare al tipo di olio da inserire nel pesto che dovrà essere necessariamente extravergine d'oliva e al tipo di attrezzo che si utilizzerà per "pestare" le foglie di basilico. Sicuramente il classico mortaio è ideale per la preparazione di un pesto perfetto. L'uso del mortaio è consigliato anche per evitare di ossidare le foglie del pesto e per evitare di "bruciarle".

47

Lavare e asciugare bene le foglie

L'utilizzo del mortaio a differenza del mixer o del tritatutto elettrico da cucina, pesta le foglie e le rende cremose e verdissime. La velocità di una macchinetta e di un tritatutto elettrico invece, "brucia" le foglie e le annerisce in pochissimi minuti. Se volete creare un pesto verde e non volete ossidare le foglie, è dunque necessario procedere con metodi antichi ed evitare di utilizzare robot da cucina. Un secondo trucco per evitare di annerire il pesto, è legato alla preparazione delle foglie. Le foglie del pesto devono sempre essere lavate, ma soprattutto devono essere asciugate. L'acqua in eccesso assorbita dalle foglie, rende il pesto scuro e amaro.

Continua la lettura
57

Ricoprire il pesto con dell'olio

Una volta aver assorbito con un panno tutta l'acqua in eccesso, riponete le foglie nel mortaio e iniziate a pestarle. Per ottenere un risultato quanto più originale possibile, aggiungete dei pinoli e pestateli insieme con il basilico. Infine come ultimo consiglio, per evitare che il pesto entri a contatto con l'aria e si ossidi, ricoprite il condimento con un filo di olio.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Asciugate benissimo ogni foglia di basilico.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Come preparare il pesto di salvia

Il pesto è uno dei condimenti più amati dagli italiani, ma non solo, pure il resto del mondo gradisce molto questa nostra invenzione. Il classico, quello legato alla nostra tradizione culinaria, è sicuramente il pesto alla genovese, ma nel tempo si...
Primi Piatti

Risotto al pesto di radicchio

Il pesto è un alimento tipico della tradizione italiana ed, in particolare, di quella genovese. Il pesto classico richiede la presenza di pochi ingredienti principali, che sono il basilico, il parmigiano, i pinoli, l'olio extravergine di oliva e poco...
Primi Piatti

Pasta al pesto di melanzane e pomodori secchi

Il pesto è un ingrediente tradizionale della cucina genovese, anzi ne è forse il più famoso. La ricetta classica impone che nel pesto ci siano basilico, pinoli, aglio, parmigiano ed olio extravergine di oliva. Ultimamente, tuttavia, si sono sviluppate...
Primi Piatti

Ricetta: pennette al pesto genovese e ricotta

Il pesto genovese è un condimento molto versatile e come tale può essere usato in tanti modi. Avete mai provato a mettere un cucchiaino di pesto nel minestrone e sentire che buon sapore gli da? Oppure a preparare le lasagne al pesto? Quella che vi do...
Primi Piatti

Come fare il pesto di cipolle

Il pesto, è un condimento davvero gustoso, cremoso che si adatta alla preparazione di primi piatti davvero unici. Le varianti per preparare un pesto, sono davvero moltissime e composte di ingredienti diversi tra loro. Il pesto classico è quello al basilico...
Primi Piatti

Come preparare il pesto di piselli

Il pesto di piselli è una variante sfiziosa del pesto al basilico. Preparare un piatto con il pesto di piselli significa portare in tavola bontà, leggerezza, salute e freschezza. Il procedimento è molto semplice. È un piatto che necessita la cottura...
Primi Piatti

Come fare il pesto di pomodori secchi

In questo articolo proporremo la realizzazione di una gustosa ricetta, molto utile per le serate estive che andremo a trascorrere con i nostri amici e parenti. Vogliamo infatti capire come e cosa serve, per poter fare, con le nostre mani ed anche in casa...
Primi Piatti

Trofie al pesto di peperoni

Le trofie sono il tipo di pasta che meglio si adatta ad essere preparate con il pesto per tradizione. La tradizione, tra l'altro, prevede che il pesto sia preparato a base di basilico, pinoli, parmigiano, olio extravergine di oliva ed aglio. Ultimamente,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.