Come fare il plumcake salato al pistacchio e semi di chia

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il plumcake salato è un variante molto gustosa del suo gemello dolce. In questa guida vedrete, infatti, come fare il plumcake salato al pistacchio e semi di chia; una ricetta semplice da realizzare ma che riuscirà a stupire tutti i vostri ospiti. Il pistacchio, si unisce alla croccantezza dei semi di chia per formare un piatto sfizioso e pieno di proprietà nutritive. I semi di chia sono straordinari in quanto hanno dei valori nutrizionali molto benefici per il vostro organismo. Sono fonte di: calcio, fosforo, selenio, proteine, magnesio, ferro e fibre. Scoprite, quindi, passo a passo come preparare questa fantastica ricetta!

26

Occorrente

  • 70 gr di pistacchi già sgusciati
  • 180 gr di farina "00"
  • 2 cucchiai abbondanti di semi di chia
  • 3 uova
  • 1 cucchiaio di parmigiano grattugiato
  • 60 ml di olio di semi
  • mezza bustina di lievito istantaneo per torte salate
  • 1 cucchiaino di zucchero bianco semolato
  • sale e pepe quanto basta
  • latte quanto basta
36

Preparazione degli ingredienti

Sgusciate e tritate grossolanamente i pistacchi. Unitevi i semi di chia, la farina"00", il lievito istantaneo per torte salate, lo zucchero, un pizzico di sale e di pepe. Mescolate il tutto e lasciate da parte. In un'altra ciotola, amalgamate i restanti ingredienti: sbattete le tre uova, ed unitevi il parmigiano reggiano grattugiato. A questo punto unite entrambi i composti e mescolate bene aiutandovi con un cucchiaio di legno. I semi di chia tendono ad assorbire molto i liquidi, per questo motivo, se il vostro composto risulterà troppo asciutto, aggiungete anche un goccio di latte, che renderà il plumcake più morbido. Nel frattempo che mescolate bene gli ingredienti, accendete il forno a 180 gradi e lasciate scaldare.

46

Preparazione della teglia

Mentre aspettate il forno, prendete una teglia per plumcake. In commercio esistono anche quelle monouso fatte di alluminio. Ricopritela con della carta da forno e fatela aderire bene ai lati. Un trucco per far sí che la carta forno si adatti meglio al proprio contenitore, è quello di bagnarla sotto il rubinetto con dell'acqua fredda e poi strizzarla come uno straccio. In alternativa alla carta da forno, potrete sempre passare una noce di burro sulla superficie della teglia, e poi ricoprirla con un velo di farina.

Continua la lettura
56

Cottura ed impiattamento finale

Quando il forno sarà ormai pronto, vi basterá versare nella teglia per plumcake il composto e cuocere a forno statico per circa 35-40 minuti. Il tempo di cottura, varia a seconda della potenza del vostro forno, per verificare potete sempre utilizzare uno stuzzicadenti e verificare se esce fuori asciutto, in quel caso è pronto. Abbiate, inoltre, cura di controllare se il vostro plumcake salato al pistacchio e semi di chia, non si stia asciugando troppo. In questo caso, passati 20 minuti dall'inizio della cottura, potrete sempre coprirlo con uno strato di pellicola di alluminio che creerà una sorta di coperchio evitanto che il vostro plumcake si secchi. A cottura ultimata, togliete il plumcake dallo stampo e lasciatelo raffreddare su una graticola. Tagliatelo e servitelo su un vassoio colorato.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per chi non amasse il gusto dei pistacchi, può tranquillamente sostituirli con nocciole o mandorle
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucina Etnica

Come utilizzare i semi di papavero

I semi di papavero sono dei prodotti sempre più presenti nelle odierne tavole da cucina. Sono dei semi di origine asiatica, rinomati per le importanti proprietà antiossidanti, che contrastano la formazione dei radicali liberi. Svolgono, inoltre, un...
Cucina Etnica

Come utilizzare i semi di finocchio

I semi di finocchio sono una spezia dal gusto particolarmente dolce, che si avvicina molto a quello dell'anice. Sono ricchi di fibre, di calcio e di rame. Il loro consumo è particolarmente indicato per chi ha problemi digestivi. Hanno proprietà antiossidanti...
Cucina Etnica

Come utilizzare i semi di sesamo

Originari delle lontane ed esotiche terre indiane e africane, i semi di sesamo sono dei preziosi alleati del nostro benessere. Nelle loro piccole dimensioni sono infatti racchiusi molteplici elementi importantissimi per la nostra salute, e possono essere...
Cucina Etnica

Come utilizzare i semi di girasole

I semi di girasole, questi alimenti di dimensioni così ridotte, sono un cibo saporito e salutare, ma anche piuttosto calorico, ricchi di carboidrati e di proteine. La maggior parte dei semi di girasole prodotta a livello mondiale viene destinata al consumo...
Cucina Etnica

Come fare la vellutata di cavolfiore ai semi di sesamo con crostini di grano saraceno

In questa guida vediamo come fare una ricetta sana, leggera e dietetica, un connubio perfetto fra salute e gusto, ottima soprattutto nei periodi invernali per riscaldarsi con sapore. La vellutata di cavolfiore ai semi di sesamo con crostini di grano saraceno...
Cucina Etnica

Come cucinare il bulgur di soia

Il bulgur è un alimento di origine mediorientale ma oramai è conosciuto in tutto il mondo per le sue qualità benefiche. Il suo aspetto somiglia vagamente al cous cous arabo, anche se il suo sapore differisce leggermente. Questo alimento oltre ad essere...
Cucina Etnica

Ricetta: quinoa con zenzero e polpo

La quinoa con zenzero e polpo è una gustosa ricetta estiva, che può essere trasformata in un piatto totalmente vegano se provvederete a sostituire il mollusco grigliato e caramellato con il tofu. Le dosi sotto indicate vi consentiranno di preparare...
Cucina Etnica

Come preparare il burek al formaggio

Il burek è un piatto tipico della Turchia ma oggi è mangiato anche in Europa; infatti, si tratta di una sfoglia di pasta fillo, che può essere farcita con formaggio, carne, patate e spinaci a seconda dei propri gusti. Inoltre, è ideale da consumarsi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.