Come fare il pudding dello Yorkshire

tramite: O2O
Difficoltà: facile
Come fare il pudding dello Yorkshire
17

Introduzione

Se state organizzando un menù in perfetto stile inglese, non perdete la ricetta del pudding dello Yorkshire. Il pudding dello Yorkshire, in sostituzione del pane, accompagna di solito l'arrosto di manzo, saporito, tenero e succoso. Tuttavia, può essere preparato e farcito in modi diversi, per sorprendere gli ospiti e variare il menù. L'unica regola da seguire, per la sua realizzazione, è quella di servirlo non appena sfornato, per apprezzarne tutta la fragranza. La consuetudine vuole infatti che il pudding si inforni durante gli ultimi 20 minuti di cottura del roast beef. In questo modo, si potranno portare in tavola sia il pudding che il roast beef ben caldi. Scoprite nei seguenti passi della guida come fare l'autentico pudding dello Yorkshire.

27

Occorrente

  • 75 gr di farina setacciata
  • 2 uova
  • 300 ml di latte
  • 1 pizzico di sale e pepe
  • olio, o grasso d'arrosto
37

La ricetta del pudding dello Yorkshire risulta molto semplice e richiede poco tempo. Per la realizzazione della pastella soffice servono pochi ingredienti, solitamente già presenti in dispensa: farina, sale, pepe, uova e latte. Serve inoltre dell'olio, da utilizzare come fondo di cottura, e lo stampo per Yorkshire pudding. Se non lo possedete, utilizzate pure quello per muffin o le vaschette in alluminio monoporzione.

47

Preriscaldate il forno ventilato a 220 gradi, e dedicatevi alla realizzazione del pudding dello Yorkshire. Versate in una ciotola le uova, il sale ed il pepe. Mescolate tutto con una frusta da cucina, fino ad ottenere un composto schiumoso. Setacciate la farina, ed aggiungetela poco per volta al resto degli ingredienti, fino ad ottenere un impasto omogeneo e cremoso. Versate a filo il latte, finché non avrete una pastella liscia e priva di grumi.

Continua la lettura
57

Preparate la teglia per la cottura del pudding, versando un cucchiaio di olio, o di grasso di arrosto, in ogni cavità. Infornate la teglia, e nel frattempo versate la pastella in un boccale. Questo sistema vi consentirà di velocizzare l'operazione di riempimento dello stampo, per non far raffreddare la teglia, evitando inoltre di sporcare. Estraete la teglia dal forno e riempite velocemente le cavità dello stampo per metà della capienza.

67

Infornate i cestini salati anglosassoni, e lasciateli cuocere per 15 minuti. Teneteli in forno fino a quando la superficie degli stessi non sarà gonfia e ben dorata. Non aprite il forno durante la cottura, in modo da evitare che con la perdita di calore i pudding si sgonfino. Ultimata la cottura, servite immediatamente i pudding dello Yorkshire assieme al vostro roast beef affettato.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per la buona riuscita della ricetta, assicuratevi che la teglia e l'olio siano ben caldi.
  • Le dosi sono indicate per 6 porzioni di pudding.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Dolci

Ricetta del pudding di mele

Imposteremo questa guida con l'obiettivo di spiegarvi, in tre brevi passi, una ricetta che ritengo potrebbe risultare interessante per voi lettori. Come avrete letto nel titolo della guida stessa, ora ci concentreremo nello spiegarvi la ricetta del pudding...
Dolci

Pudding con cioccolato e frutta: ricetta

La ricetta del pudding con cioccolato e frutta è perfetta per le feste natalizie in arrivo e non solo. Si presenta davvero bene ed il gusto è paradisiaco. La preparazione è piuttosto laboriosa, quindi fate attenzione a tutti i passaggi. Cercate di...
Dolci

Come preparare il pudding al miele

Se siamo alla ricerca di un dolce insolito questo pudding di miele fa al caso nostro. È facile da preparare, con ingredienti semplici, ed è ottimo da servire in ogni occasione. Basterà solo pianificare di prepararlo il giorno prima. Il risultato sarà...
Dolci

Ricetta: pudding di prugne

Nella guida che segue vedremo un fantastico dolce, il pudding di prugne. Si tratta di una ricetta diffusissima in Italia anche se le sue origini appartengono alla Gran Bretagna. Esistono tante ricette diverse di questo fantastico dessert, ma durante il...
Consigli di Cucina

Come riciclare la colomba avanzata

La Pasqua non è solo l'occasione per festeggiare una ricorrenza religiosa, ma è anche un'occasione per riunirsi con tutta la famiglia intorno ad una tavola imbandita. Tra le specialità che si presentano sulle nostre tavole possiamo trovare molte specialità...
Dolci

Come aggiungere il ripieno a una cupcake

Quando si parla di cupcakes ci si riferisce a dei dolcetti di origine americana che al giorno d'oggi riscuotono grande successo in tutto il mondo. Ottimi a colazione, gustosi a merenda e divertenti per le feste, questi simpatici dolci sono davvero buonissimi...
Dolci

Come preparare il budino ai semi di chia

Siete stanche dei soliti dessert? Avete voglia di un dolce originale? Siete nel posto giusto. La ricetta che vi propongo oggi è davvero quello che fa per voi. Velocissima da preparare ottima anche per ospiti ed amici vegani. Siete curiose? Sto parlando...
Primi Piatti

Ricetta: semolino

Il semolino può essere usato per cucinare diversi piatti, come budini, torte e gnocchi ad esempio, ma tradizionalmente viene utilizzato nella preparazione di minestre calde e nutrienti. È un alimento sano grazie alla quantità di proteine, potassio...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.