Come fare il riso rosso con lenticchie e uvetta

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il riso rosso è un alimento sano, conosciuto per le sue capacità di veicolare ed eliminare il colesterolo cattivo, e anche perché è ricco di fibre, antiossidanti, vitamine (soprattutto vitamine B) e minerali (quali zinco, ferro,magnesio e manganese). Questo cereale è ancora poco utilizzato in Italia, ma sta diventando sempre più conosciuto grazie al suo gusto unico e deciso. Infatti, può essere consumato da solo, ma è ottimo accostato ad ingredienti dai sapori decisi per ricette uniche. Un abbinamento ottimale è con le lenticchie e l'uvetta, in modo da ottenere un piatto vegetariano che piace a tutti. Vediamo come fare!

27

Occorrente

  • 200 gr di riso rosso
  • 200 gr di lenticchie
  • una manciata di uvetta
  • 1 cipolla bianca
  • olio evo
  • sale e pepe
37

Mettere in ammollo

La sera prima prendete il riso rosso, le lenticchie e l'uvetta per metterli in ammollo. Setacciate con un colino grande il riso e le lenticchie, in modo da eliminare dei sassolini o altri semini eventualmente presenti. In seguito, prendete tre ciotole e versate un ingrediente in ogni ciotola. Aggiungete dell'acqua fino a coprire il riso, le lenticchie e l'uvetta, lasciate riposare fino al giorno dopo.

47

Cuocere il riso

Scolate gli ingredienti messi in ammollo la sera precedente, poi prendete una pentola e mettete a bollire il riso rosso e le lenticchie. Aggiungete un pizzico di sale e fate cuocere per circa 40 minuti. Dal momento che il riso assorbe molta acqua, guardatelo di tanto in tanto e, se vi accorgete che è quasi asciutto, aggiungete altra acqua, tiepida o, meglio ancora, calda. Se il vostro riso ha un tempo di cottura inferiore ai 40 minuti, fate cuocere le lenticchie in un'altra pentola, in modo che siano ben cotte. Una volta trascorso il tempo di cottura, assaggiate il riso e le lenticchie e, se vi sembrano pronti, scolateli e metteteli da parte in un contenitore con i bordi alti.

Continua la lettura
57

Rosolare l'uvetta

Dopo l'ammollo l'uvetta diventa più gonfia e saporita, perciò il suo sapore di adatta bene a questa ricetta. Prima di aggiungerla al riso, bisogna farla insaporire ulteriormente. Tritate finemente una cipolla bianca, mettetela in una padella larga con un filo d'olio extravergine d'oliva e poi aggiungete anche l'uvetta. Fate rosolare per qualche minuto, aggiungete sale e pepe per insaporire.

67

Servire il piatto

Prendete il contenitore con il riso e le lenticchie e versateli nella padella con l'uvetta, in modo da fare insaporire il composto. Mescolate fino a distribuire bene i condimenti, spegnete il fuoco e aggiungete un trito di prezzemolo fresco al riso. Distribuite nei piatti, servite e buon appetito! Questa ricetta è ottima se avete degli ospiti a casa e volete stupirli, proponendo qualcosa di particolare e nuovo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Riso basmati con lenticchie rosse al curry

Il riso basmati con lenticchie rosse al curry è un piatto tradizionale indiano, dal sapore molto simile al Dahl (una zuppa di lenticchie rosse) che è adatto sia a persone vegetariana/vegane che non! Questa ricetta consente di racchiudere la comodità...
Primi Piatti

Ricette: riso venere al cocco e uvetta

Per tutti gli amanti della cucina sperimentale, vi proponiamo una ricetta semplice da realizzare: il riso Venere al cocco e uvetta. Questo tipo di riso è integrale, è stato creato in Italia vent'anni fa ed è un incrocio tra il riso nero asiatico e...
Primi Piatti

Ricetta: zuppa di riso e lenticchie

Nelle fredde giornate invernali, scaldarsi con una buona zuppa può essere un'idea eccellente. Esistono infinite combinazioni di ingredienti capaci di restituire zuppe gustose e nutrienti, in questa guida vi spiegheremo come ottenerne una a base di riso...
Primi Piatti

Come cucinare il riso rosso selvatico

Il riso rosso selvatico fa parte della varietà del riso integrale. Questo alimento non lavorato è ricco di fibre e di minerali importanti per l'organismo. I chicchi hanno un colore rosso rubino e sono più lunghi rispetto al riso bianco. Il risso rosso...
Primi Piatti

Come preparare la zuppa di lenticchie

Le lenticchie sono dei legumi ricchi di fibre, sali minerali e vitamine, e in cucina è possibile prepararli in molti modi e con l'aggiunta di svariati alimenti, come ad esempio con la pasta, con il riso oppure usandoli per condire delle zuppe. In riferimento...
Primi Piatti

Come cucinare le lenticchie secche

In questo articolo vi spiegheremo come cucinare le lenticchie secche. Questo legume potrebbe essere considerato come il più modesto, ed allo stesso tempo, quello maggiormente importante tra i legumi vari.Nel Vecchio Testamento già di parlava delle lenticchie,...
Primi Piatti

Come fare i fusilli con crema di lenticchie

Le lenticchie sono dei legumi ricchi di fibre, ferro, proteine, sali minerali e vitamine. Cibo una volta considerato povero, attualmente riveste invece una certa importanza culinaria. Infatti nei tempi odierni la forma delle lenticchie, simile a quella...
Primi Piatti

Lenticchie al curry

Le lenticchie sono dei legumi molto graditi dai consumatori. Si possono scegliere in diverse varietà e misure. Esistono quelle giganti, medie e mignon. Fra le più apprezzate sono da ricordare le lenticchie piccole di Pantelleria o le giganti di Altamura....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.