Come fare il Saganaki

tramite: O2O
Difficoltà: facile
18

Introduzione

Il saganaki è un antipasto sfizioso che ha le sue origini in Grecia. Da questa realtà culinaria si può preparare un delizioso antipasto a base di formaggio avvolto in una croccante panatura. Prende il nome dalla tipologia di padella con cui viene preparato e si tratta di un pasto davvero buono e gustoso, ideale per accompagnare fantastici piatti ed aperitivi. La preparazione è semplice e veloce, ottima per cene insieme ai propri commensali, ancor di più se si vuole presentare qualcosa di diverso a tavola. Inoltre diventa un ottimo espediente per far gustare del buon formaggio ai più piccoli. Vediamo quindi come fare il saganaki.

28

Occorrente

  • 500 gr di formaggio di groviera
  • Farina
  • Pepe nero
  • Sale
  • Olio extravergine d'oliva
  • Olio di arachidi
38

Il formaggio

Iniziare con il preparare il formaggio: questo deve essere tagliato in rettangoli di 4 centimetri per 3 con uno spessore di circa due centimetri. In questo modo, una volta cotto, manterrà comunque una certa consistenza al momento di servirlo. Quindi tagliarlo e lasciarlo qualche minuto da parte così da far rilasciare un po i liquidi.

48

Il condimento

Questo formaggio va immerso in una pastella a base di acqua ed olio, quindi prendere un recipiente mettere mezzo litro di acqua ed aggiungere due cucchiai di olio. Mescolare più volte poiché l'olio tenderà sempre a salire a galla. Per chi vuole può aggiungere anche qualche goccia di birra o usare l'acqua frizzante che aiuterà ad aumentare la croccantezza della panatura.

Continua la lettura
58

La panatura

A questo punto va preparata la panatura: in un piatto versare la farina ed aggiungere il sale ed il pepe. Se si vuole si possono aumentare gli aromi aggiungendo timo, rosmarino ed origano in base alle proprie scelte. Mescolare il tutto e bagnare prima il formaggio in acqua ed olio, facendolo sgocciolare qualche istante, e poi passarlo nella farina, panandolo bene su ogni lato. Scuotere un po la fetta così da eliminare la farina in eccesso poiché si brucerebbe durante la cottura, rovinando quindi i sapori, quindi proseguire con le altre.

68

La cottura

Preparare in una padella una buona quantità di olio, sufficiente per sommergere quasi interamente le fette di formaggio. Una volta caldo mettere le varie fette all'interno della padella e farle friggere su ogni lato. Per una buona frittura bisogna mantenere il prodotto a cuocere velocemente, così da non impregnarsi di olio e per far ciò devono essere immersi in abbondante olio così da uniformare in poco tempo la cottura. Non appena risulterà ben dorato, uscire le varie fette di saganaki e disporle su un piatto rivestito di carta assorbente. In questo modo verrà rilasciato l'olio in eccesso. Servire questa bontà subito, in modo da mantenersi ben croccante fuori e filante dentro.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per chi non piace questo tipo di formaggio se ne può utilizzare un'altra tipologia della medima coesistenza
  • Per chi ama i sapori piccanti si può aggiungere alla farina un po di peperoncino o la paprika
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.