Come fare il sale d'aglio

Tramite: O2O 09/02/2016
Difficoltà: media
17

Introduzione

L'aglio è un pianta appartenente alla famiglia delle liliacee e si presenta in bulbo. È un elemento indispensabile in cucina, specie nella cucina mediterranea, sia cotto che a crudo, e ha innumerevoli benefici per l'organismo. È un potente antipertensivo, un antibiotico naturale che rafforza le difese immunitarie, ripulisce le arterie difendendole dall'accumulo di placche di colesterolo. Previene quindi il manifestarsi dell'aterosclerosi e la demenza senile e difende da infarto e ictus. Tutto questo per dire che si può usare anche per fare il sale d'aglio, particolarmente indicato per quelle persone che non preferiscono il sapore forte dell'aglio intero e, per averlo sempre a portata di mano in cucina. Seguiamo attentamente i passi di questa guida per scoprire come fare il sale d'aglio.

27

Occorrente

  • aglio
  • sale grosso
  • mortaio
  • frullatore
37

L'unione del sale e dell'aglio lo rende un prodotto stagionato che quindi dura a lungo e può rappresentare un'alterativa al normale modo di salare. Diciamo pure che, l'origine della ricetta si perde nella notte dei tempi e per prima cosa bisogna staccare 6-7 spicchi dal bulbo, liberarli dalla "camicia" o buccia e schiacciarli nel mortaio. Il mortaio è bene che sia in legno perché è un materiale che si presta meglio alla schiacciatura e nello stesso tempo alla possibilità di "grattugiare" l'aglio stesso, grazie al legno che è ruvido. Procuratevi quindi un contenitore in vetro da chiudere ermeticamente (va bene anche un barattolo della marmellata o del miele) e riponete i pezzi di aglio nel barattolo di vetro e versate il sale.

47

Per quanto riguarda il sale va bene sia quello fino che quello grosso e può anche essere iodato o di qualità diverse presenti sul mercato, come quello rosa molto pregiato e usato per i piatti a base di pesce. Lasciate quindi che il composto si secchi per almeno 3 giorni in un luogo fresco e asciutto, ma senza chiudere il barattolo. Nel caso in cui sia trascorso questo lasso di tempo e ancora non si è del tutto essiccato potete metterlo in forno a 50 gradi per circa 20 minuti. Tuttavia, per capire se l'essiccazione è avvenuta nel modo giusto, la superficie deve presentarsi con uno strato compatto e molto duro. Riponete nuovamente la lastra di sale e aglio compatto nel mortaio e schiacciatelo sminuzzarlo ancora e renderlo quasi polvere.

Continua la lettura
57

Per chi ama particolarmente l'aroma dell'aglio si può procedere in modo diverso e cioè alternando uno strato di aglio schiacciato e sale grosso. Come per il metodo precedente, bisogna lasciarlo seccare 3 giorni senza chiuderlo e poi schiacciarlo nuovamente nel mortaio e, per sminuzzarlo in modo molto fine, ripassarlo in un frullatore alla massima potenza. Il sale d'aglio è utilizzabile fin da subito senza attendere che sia trascorso del tempo e, la presenza del sale garantisce una lunga durata se conservato in un luogo che non sia umido.

67

Guarda il video

77

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Come preparare spaghetti aglio, olio, olive, capperi e peperoncino

Se all'improvviso vengono degli ospiti a casa e non sappiamo cosa cucinare, non c'è niente di meglio che fare una ricetta semplice, con pochi ingredienti e soprattutto ad un costo irrisorio; infatti, si tratta di un primo piatto veloce e dal gusto molto...
Primi Piatti

Ricetta: pasta al pesto di aglio orsino

Ci sarà sicuramente capitato, sopratutto se non abbiamo mai cucinato prima d'ora, di voler imparare a preparare delle pietanze, ma per farlo dovremo prima di tutto conoscere gli ingredienti da utilizzare e tutte le varie tecniche da eseguire per poter...
Primi Piatti

Come preparare i pici toscani

I pici sono un tipo di pasta fresca, rigorosamente fatta a mano, tipico della tradizione culinaria toscana, in particolare senese. Si tratta di un piatto molto antico, che viene fatto risalire addirittura al tempo degli Etruschi. Essendo una specialità...
Primi Piatti

Risotto al pesto di radicchio

Il pesto è un alimento tipico della tradizione italiana ed, in particolare, di quella genovese. Il pesto classico richiede la presenza di pochi ingredienti principali, che sono il basilico, il parmigiano, i pinoli, l'olio extravergine di oliva e poco...
Primi Piatti

Spaghetti con pesto e granella di nocciole

La pasta con il pesto è un classico della cucina genovese, nonostante questo piatto si sia diffuso in tutte le zone d'Italia. È semplice trovare il pesto al supermercato e se ne trovano svariati tipi, con aglio e senza aglio (anche se la ricetta tradizionale...
Primi Piatti

5 segreti per un ottimo pesto alla genovese

Il Pesto alla Genovese, come suggerisce il nome, è una preparazione culinaria originaria della Liguria, ma che ha riscontrato un enorme successo su scala nazionale. Il pesto alla genovese, o più comunemente "pesto", è a base di basilico, pinoli, olio,...
Primi Piatti

Farfalle con tonno, zucchine e crescenza

Ecco un primo piatto gustoso e vivace, con cui potremo far bella figura senza troppo sforzo: le farfalle con tonno, zucchine e crescenza. Alla classica accoppiata di zucchine e formaggio cremoso, viene aggiunto in questa ricetta il tocco stuzzicante del...
Primi Piatti

Trofie al pesto di peperoni

Le trofie sono il tipo di pasta che meglio si adatta ad essere preparate con il pesto per tradizione. La tradizione, tra l'altro, prevede che il pesto sia preparato a base di basilico, pinoli, parmigiano, olio extravergine di oliva ed aglio. Ultimamente,...