Come fare il sanguinaccio napoletano

Tramite: O2O 02/12/2017
Difficoltà: media
17

Introduzione

La tradizione gastronomica nostrana ci offre sempre numerosi spunti per creare dei menù tipici da presentare durante un pranzo domenicale in famiglia, o in vista di cene tra amici e parenti. Ogni regione prevede un menù variegato che spazia tra antipasti, primi, secondi, contorni e dessert. Soffermiamoci sui dolci. Una delle regioni più ricche di assortimento in termini di dessert è la Campania. Durante le festività si preparano numerose creazioni di pasticceria, le quali vanno a costituire delle vere e proprie usanze da rispettare ogni anno. Nello specifico, vedremo come fare il sanguinaccio napoletano. Si tratta di una gustosa crema al cioccolato che generalmente viene impiegata per accompagnare le chiacchiere, i dolci tipici del Carnevale.

27

Occorrente

  • "50 gr" di farina
  • "500 gr" di zucchero semolato
  • "150 gr" di cioccolato fondente
  • "250 gr" di cacao amaro
  • "1 lt" di latte fresco
  • Polvere di vaniglia e di cannella
  • Frutta candita
37

Scaldare il latte e mixare gli ingredienti in polvere

La prima cosa da fare per preparare un ottimo sanguinaccio napoletano è scaldare il latte. Mettiamolo in un pentolino insieme ad una spolverata di vaniglia e cannella, senza però portarlo ad ebollizione. Prendiamo poi un altro recipiente e mescoliamo il cacao con la farina e lo zucchero. A questi 3 ingredienti andremo ad aggiungere il latte. A questo punto dovremo far bollire il composto, cercando di lasciare la fiamma bassa durante tutto il periodo di cottura. Ricordiamoci di mescolare costantemente, se possibile con un cucchiaio di legno. In questo modo eviteremo di far attaccare il cacao sul fondo del recipiente. Facciamo anche attenzione a non formare grumi, altrimenti la miscela risulterà poco omogenea.

47

Aggiungere il cioccolato fondente e la frutta candita alla crema

Mentre il composto di farina, latte, cacao e zucchero cuoce, prepariamo il cioccolato fondente. Tagliamolo a pezzetti e andiamo ad aggiungerlo alla crema in cottura. Sempre mescolando, portiamo il cioccolato a sciogliersi. Cerchiamo di creare una miscela compatta e priva di grumi o bolle d'aria. Per favorire l'addensamento, alziamo leggermente la fiamma. A questo punto non ci resta che aggiungere i cubetti di cedro e frutta candita. Spegniamo il fuoco e mescoliamo accuratamente il tutto. In questo modo la frutta candita verrà distribuita in modo adeguato all'interno del composto cremoso a base di cioccolato.

Continua la lettura
57

Preparare le chiacchiere e accompagnarle alla crema

Ora che abbiamo preparato il nostro sanguinaccio napoletano, possiamo passare alla realizzazione delle chiacchiere. Se non abbiamo molto tempo a disposizione, abbiamo comunque l'opportunità di acquistarle già pronte. Collochiamole su un vassoio capiente e togliamo il sanguinaccio dal pentolino. Se vogliamo, possiamo trasferirlo in una ciotolina di vetro. Lo serviremo poi come accompagnamento alle chiacchiere. In alternativa, possiamo sempre usare il sanguinaccio napoletano come "condimento" per i biscotti secchi o le ciambelline. Ad ogni modo questa crema si può utilizzare per qualunque tipo di dolce fritto. Il tutto è a nostra discrezione.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Mescolare costantemente il composto mentre è in cottura per evitare che le polveri si attacchino sul fondo del pentolino.
  • Accompagnare il sanguinaccio a dolci fritti o secchi come le chiacchiere o i biscotti.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Antipasti

Fiori di zucca imbottiti

I fiori di zucca sono un ottimo contorno da aggiungere ad una frittura a base di patate, mozzarelline, zucchine e melanzane, e volendo si possono rendere ancora più appetitosi imbottendoli. A tale proposito ecco una guida con alcuni consigli, su come...
Antipasti

Come preparare la crema di piselli alla panna acida

La crema di piselli alla panna acida è un piatto molto economico e semplice da preparare. Potete realizzarlo adoperando sia piselli freschi che surgelati a seconda di quello che avete a disposizione. Il gusto acidulo della panna si sposa alla perfezione...
Antipasti

I migliori formaggi da fare alla piastra

Esistono molti tipi di formaggio e sono talmente tanti che elencarli risulta difficile. Ce ne sono di duri, e semiduri, molli, a pasta cotta e non cotta. Inoltre, possono avere una durata molto lunga e altri che vanno consumati entro breve tempo. Scegliere...
Antipasti

Ricetta: cipolle alle erbe gratinate

Un modo per completare un menù per una cena estiva è quello di inserire un antipasto gradevole. Si tratta della ricetta di cipolle alle erbe gratinate. Questo piatto si può sostituire al secondo, non sempre gradito nella stagione calda. Oppure, si...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.