Come fare l'olio di alloro

Tramite: O2O 11/10/2018
Difficoltà: media
16

Introduzione

Come fare l'olio di alloro

L'alloro è una pianta aromatica particolarmente diffusa in Italia. Le sue foglie verdi rilasciano un sapore delicato e molto gradevole. Questa pianta ha proprietà diuretiche e digestive e si utilizza spesso per preparare decotti o infusi. Il suo gusto dolce è perfetto in cucina per insaporire carni e sughi. Qualche foglia messa nell'acqua durante la cottura dei fagioli li rende più digeribili. Con l'alloro inoltre è possibile creare un olio aromatizzato da usare ad esempio per condire le insalate o i cereali come quinoa e bulgur, oppure anche per cucinare, ma in questo caso vi consiglio vivamente di diluirlo, perché in cottura potrebbe concentrarsi troppo e diventare sgradevole al palato. Fare l'olio di alloro in casa è davvero semplice. Basta munirsi di foglie fresche e olio di oliva. Vediamo quindi, nella guida che segue, come fare l'olio di alloro in casa.

26

Occorrente

  • 4 foglie fresche di alloro
  • 250 ml di olio di oliva extravergine
  • Un vaso opaco
36

Procurarsi gli ingredienti

Occorrono innanzitutto delle foglie di alloro fresche, poiché contengono tutte le proprietà utili di questa pianta profumata, che si concentrano essenzialmente nella sostanza oleosa situata all'interno della foglia. Non prendete le foglioline verde chiaro, ma quelle mature e coriacee che sono quelle che contengono l'olio. È quindi molto utile avere una pianta di alloro in giardino o sul terrazzo. Potete farla crescere direttamente in un vaso abbastanza capiente, perché è sempre utile in cucina. In alternativa potete reperirlo al supermercato o chiedere alla frutteria di fiducia. L'altro ingrediente necessario è l'olio di oliva extravergine, che deve essere di buona qualità. Dopo avere reperito questi due ingredienti potrete mettervi all'opera e realizzare l'olio di alloro. In teoria potreste usare anche le gocce d'estratto di alloro già concentrato, ma il risultato sicuramente non è lo stesso. La soluzione migliore è sempre quella di usare il prodotto fresco. Evitate di usare l'olio di cocco o gli oli di semi perché sono poco pregevoli e non riescono bene ad estrarre le proprietà positive dell'alloro.

46

Preparare le foglie

Per prima cosa lavate accuratamente le foglie con acqua corrente per eliminare eventuali residui di polvere che si possono essere accumulati, così come gli escrementi degli uccelli che spesso si avventurano fra le sue fronde in caccia di insetti. Prestate soprattutto attenzione alle foglie che presentano arricciature verde chiaro o giallastre perché sono state attaccate da un insetto che vi ha deposto le uova, e queste foglie vanno accuratamente scartate. Successivamente asciugatele bene singolarmente servendovi di un canovaccio da cucina per evitare che l'umidità resti inclusa nell'olio e lo faccia fermentare. Considerate che per 250 ml di olio vi occorreranno circa 4 foglie. Se desiderate dare al vostro olio di alloro un sapore più intenso ne potete usare anche di più. A questo punto munitevi di un contenitore di vetro oppure di terracotta smaltata dove conserverete l'olio. Utilizzate un recipiente scuro che non lasci passare la luce, ma evitate i contenitori metallici che potrebbero alterare il sapore dell'olio rendendolo sgradevolmente acido. L'olio in ogni caso non deve venire a contatto con i metalli perché si rischia di rovinarlo. Dovete assolutamente evitare di esporre l'olio a fonti di calore altrimenti potrebbe alterarsi e irrancidirsi, diventando del tutto inservibile, quindi tenetelo lontano da termosifoni, forni e caminetti, anche quando lo conservate.

Continua la lettura
56

Preparare l'olio

Disponete le foglie sul fondo del recipiente badando che non ci siano tracce d'umidità residua. Versate sopra tutto l'olio di oliva e lasciatelo a macerare in un ambiente ritirato ed isolato. I tempi di riposo si aggirano intorno ai 15-20 giorni. Questo tempo è necessario affinché l'alloro rilasci tutte le proprietà e l'aroma nell'olio. Se desiderate ottenere un gusto più forte potete anche sminuzzare le foglie con un mortaio. In questo modo le sostanze oleose usciranno più facilmente dalla foglia. L'importante è che le foglie vengano ricoperte completamente di olio e che non ci siano frammenti esposti all'aria perché potrebbero ammuffire e rovinare la preparazione. Durante il tempo di macerazione muovete di tanto in tanto il contenitore e agitatelo bene, facendo sempre in modo che non si formino bolle d'aria. Trascorso questo periodo potete usare subito il vostro olio di alloro. Questo prodotto è ottimo sulle carni ma anche nelle insalate.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

5 ricette per un olio aromatico

L'olio di oliva è un alimento che non manca mai sulle tavole degli italiani. Si tratta di un ottimo condimento da usare per diversi tipi di piatti e che fa anche bene alla salute. Se assunto nelle giuste dosi, quest'olio aiuta a regolare i livelli di...
Consigli di Cucina

10 ricette di olio aromatizzato

Olio aronatizzato: una ricetta che tutte le nonne d'Italia si tramandano da anni per insaporire le pietanze. Ne possiamo creare di tantissimi tipi usando spezie, erbe aromatiche, verdure ed agrumi.Daranno un gusto speciale a carni, pesci, paste, risotti,...
Consigli di Cucina

Come fare i peperoni sott'olio

Esistono tanti modi per conservare le verdure di stagione, per poi poterle gustare durante i periodi in cui al mercato troviamo solo prodotti di importazione estera o provenienti da serre, con costi talvolta esorbitanti. Perché allora non dedicare un...
Consigli di Cucina

Come fare la conserva di melanzane sott'olio

Qualora vi piacciono le melanzane, vi consiglio assolutamente di procedere nell'attenta lettura dei passaggi successivi della seguente pratica e deliziosa guida, nella quale vi spiegherò bene come bisogna fare correttamente la conserva di melanzane sott'olio,...
Consigli di Cucina

Come fare gli asparagi sott'olio

Finalmente arriva la primavera: è ora di goderci una sana scorpacciata di asparagi! Sapevate che potete conservarli sott'olio per averli anche fuori stagione, non solo quando abbondano sulle bancarelle del mercato e quando quelli selvatici fanno la loro...
Consigli di Cucina

5 alternative all'olio di oliva

L'olio extravergine di oliva è, di certo, l'olio più genuino che si possa consumare. L'olio di oliva è altamente consigliato in ogni dieta equilibrata, e può essere consumato crudo o cotto, per cucinare oppure per condire piatti freschi e naturali....
Consigli di Cucina

Come conservare l'olio di cocco

Negli ultimi tempi, si è scoperto che l'olio di cocco apporta moltissimi benefici al corpo non solo a livello interno, ma anche esterno. L'olio di cocco, è un alleato della pelle, perché grazie alle sue proprietà, è in grado di rendere la pelle liscia,...
Consigli di Cucina

Come fare l'olio all'aglio

Per avere sempre a disposizione un condimento pronto all'uso e profumatissimo, con pochi passaggi, possiamo preparare l'olio all'aglio. Un ingrediente sano ed estremamente ricco di numerose virtù, l'aglio, non può mancare nelle nostre ricette. Quindi...