Come fare l'uva sotto spirito

tramite: O2O
Difficoltà: media
Come fare l'uva sotto spirito
17

Introduzione

Una tecnica che ci consente di conservare l'uva tutto l'anno è quella di metterla sotto spirito. Per prepararla occorre acquistare varietà di uva che ben si prestano a questo utilizzo. Si tratta di qualità di uva caratterizzate da acini grossi, ad esempio quella Regina, Italia e Zibibbo. Questo modo di conservare l'uva ci permette di averla a nostra disposizione ogni volta che ne abbiamo bisogno (può, infatti, essere conservata per più di un anno), sia per mangiarla da sola, sia per arricchire i nostri dolci o il gelato dal momento che il suo sapore esaltato dalle spezie ben si adatta ad essere abbinato a molti altri prodotti dolciari. Vediamo ora come fare per prepararla servendoci di ingredienti semplici e facilmente reperibili.

27

Occorrente

  • 170 g di uva cilena o sultanina
  • 50 g di zucchero semolato
  • 130 ml di grappa o maraschino
  • un barattolo in vetro
37

Gli ingredienti da utilizzare

La prima operazione da compiere per realizzare l'uva sotto spirito, è quella di procurarsi un barattolo di vetro, quelli che vengono usati per le conserve, e tutti gli ingredienti, ovvero il liquore, l'uva lo zucchero e le spezie per aromatizzare. La quantità degli ingredienti sarà approssimativa, dal momento che questa dipende dalla grandezza del recipiente in vetro che utilizzeremo.

47

Come preparare l'uva

Acquistiamo dell'uva bianca o nera a chicchi piuttosto grossi e non danneggiati. Tagliamoli con le forbici dal grappolo, lasciando attaccato ad ogni acino un piccolo peduncolo. Laviamoli e asciughiamoli molto bene, con un panno pulito, per togliere ogni residuo di zolfo o di polvere. Mettiamo gli acini in grandi barattoli, aggiungendo, secondo i nostri gusti, qualche chiodo di garofano o un pizzico di cannella. Mettiamo l'alcol sull'uva (possiamo mettere la grappa oppure il maraschino), in modo che ne resti completamente sommersa, aggiungendo anche 150 g di zucchero per ogni litro di alcol. Copriamo prima i barattoli con carta pergamena, poi chiudiamoli ermeticamente con i tappi, conservandoli in un luogo buio e asciutto.

Continua la lettura
57

Ultima fase della preparazione

Dovremmo ogni giorno prendere il nostro barattolo ed agitarlo, per far sì che gli ingredienti si mescolino. Questo procedimento va eseguito per circa una settimana. Per gustare la nostra uva sotto spirito, dovranno passare almeno quindici giorni, anche se il tempo ideale è di trenta giorni. Trascorso questo tempo l'uva apparirà aumentata di volume. Ciò perché avrà assorbito il liquore. Ovviamente non sarà necessario sterilizzare l'uva, poiché si conserverà ottimamente con la presenza dell'alcol. È una ricetta davvero deliziosa e semplice da preparare, che sicuramente soddisferà il nostro palato.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Assicuriamoci che l'uva sia ben coperta dal liquore. Agitare ogni giorno, per almeno una settimana il barattolo contenente l'uva sotto spirito.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Vino e Alcolici

Come fare il vino con l'uva spina

Oggi vogliamo parlare del vino di uva spina, un vino molto particolare e dal sapore dolce e delicato. La preparazione di questo vino richiede un procedimento diverso da quello seguito comunemente per la produzione del vino comune. Il vino di uva spina...
Vino e Alcolici

Ricetta: liquore di uva fragola

Dolcissima e profumata, l'uva fragola è una vera e propria prelibatezza da gustare acino dopo acino! Conosciuta anche come Uva Americana o Isabella, l'uva fragola affonda le sue radici in tempi lontani. Il caratteristico profumo inebriante e il sapore...
Vino e Alcolici

Come produrre il vino in casa

Avete un piccolo vigneto nel vostro giardino e vorreste realizzare del vino in maniera autonoma? In questo manuale vi spiegheremo come produrre il vino in casa. Conoscerete tutto i segreti della lavorazione dell'uva subito dopo il raccolto in maniera...
Vino e Alcolici

Come fare lo sherry

Se amiamo creare dei liquori in casa, tra i tanti possiamo realizzarne uno che ha un gusto davvero particolare in quanto si ricava dall'uva detta palomino. Lo sherry questa la sua tipica denominazione spagnola, si può dunque preparare con i caratteristici...
Vino e Alcolici

Come vinificare il vino bianco

La vinificazione (cioè il metodo con cui si ottiene il vine dall'uva) è un'arte antica e preziosa, capace di produrre vini di altissima qualità. Ovviamente la vinificazione è un processo lungo e che necessita di cura e molta attenzione. Eppure, è...
Vino e Alcolici

Come produrre il vino passito

Il vino passito è un vino dolce ottenuto tramite la vinificazione dell'uva vendemmiata più tardi rispetto alle normali vendemmie. I grappoli destinati all'appassimento vengono lasciati sulla vite più a lungo per fare in modo che l'acqua evapori e che...
Vino e Alcolici

5 regole per fare un buon vino

Il vino è una bevanda molto gradita in tutto il mondo. Si ottiene dalla fermentazione lunga o breve del mosto che si ricava dalla spremitura degli acini di uva. Molti vorrebbero conoscere il segreto per ottenere un buon vino fatto in casa. Qui di seguito...
Vino e Alcolici

Come scegliere un buon Champagne

Lo Champagne rappresenta un vino spumante fabbricato con l'uva coltivata nell'omonima Regione francese: alcune persone utilizzano questa parola come un termine generico per indicare lo spumante, ma la maggioranza dei Paesi riservano il termine solamente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.