Come fare la bottarga

tramite: O2O
Difficoltà: media
Come fare la bottarga
17

Introduzione

La cucina italiana è una miniera di ricchezze per quanto riguarda al varietà dei cibi e delle ricette ad essi associate. In Sardegna, ad esempio, la tradizione gastronomica affonda le proprie radici in un glorioso passato millenario. Questo angolo di paradiso nostrano ci regala una variegata scelta di pietanze a base del suo prelibatissimo pesce. La bottarga ne è un esempio perfetto. In commercio è possibile reperire questa squisitezza di un bel colore giallo ambrato già pronta all'uso. Se vogliamo provare un prodotto artigianale al 100%, però, dobbiamo realizzare questo gustoso alimento con le nostre mani. Per sapere come fare la bottarga, seguiamo le indicazioni forniteci da questa pratica guida di cucina.

27

Occorrente

  • Cefali
  • Burro
  • Olio d'oliva
  • Garza
37

Asportare la sacca ovarica e ricoprirla di sale

La bottarga è una parte molto pregiata del pesce e si ricava dal cefalo o anche dal tonno. Fare la bottarga richiede una particolare precisione, soprattutto nella fase iniziale. Come prima cosa dobbiamo asportare la sacca ovarica del cefalo. Si tratta di un'operazione che richiede una particolare attenzione, quindi procediamo con estrema calma. Successivamente, andiamo ad asciugare delicatamente la sacca. In questo modo avvieremo il processo di essiccazione. Ricopriamola poi con del sale grosso, quindi collochiamo un peso su di essa. Così facendo, permetteremo all'acqua di fuoriuscire. Ricordiamoci di cambiare spesso il sale in questa fase, precisamente dopo 4-6 ore.

47

Far essiccare la sacca ovarica e stabilire la consistenza della bottarga

Per salare al meglio la bottarga sono necessarie almeno 2 settimane. Naturalmente il tutto dipende dalle dimensioni della pelle che forma la sacca ovarica. Questo processo deve avvenire tassativamente in un luogo asciutto. Meglio ancora se fuori è una bella giornata. Così potremo lasciare la sacca al sole, accellerando così l'essiccazione. Per preparare la bottarga, dovremo ricorrere ad un'apposita garza, che avvolgeremo attorno alla sacca. La consistenza della bottarga dipenderà poi dai nostri gusti. Pertanto saremo noi a decidere se farla diventare più morbida o più consistente. La prima sarà perfetta per la grattugia, la seconda invece si potrà consumare in scagliette.

Continua la lettura
57

Conservare e usare la bottarga su vari piatti

Andiamo a sistemare la nostra bottarga fatta in casa in un recipiente dotato di coperchio. A questo punto possiamo tranquillamente conservarla in frigorifero. La bottarga è un perfetto ingrediente supplementare per numerose ricette, una più gustosa dell'altra. Si può spaziare tra una vasta gamma di primi, passando per i secondi e gli antipasti. Per gustarla al meglio, affettiamola creando delle scaglie sottili. Disponiamola poi su un piatto da portata e accostiamovi del burro fuso, oppure un po' di olio extravergine d'oliva. Se è di nostro gradimento, possiamo aggiungere anche una spruzzata di limone. Insomma la creazione dei vari piatti con la bottarga come valore aggiunto è a nostra discrezione.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per gustare la bottarga, affettarla in modo sottile.
  • Disporre la bottarga su un piatto da portata, accompagnata da burro fuso o olio extra vergine d'oliva.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Antipasti

Ricetta: tortini con tonno e bottarga

Un ottimo modo per iniziare un buon pranzo o una buona cena, è partire dalla presentazione di un antipasto gustoso e originale. Colpire gli ospiti con un piatto poco comune e sfizioso nella sua composizione, è il tocco di classe che ci assicura senz'altro...
Antipasti

Come preparare l'insalata di polpo e finocchi

In questa guida, passo dopo passo, spiegherò come preparare l'insalata di polpo e finocchi. Si tratta di una specialità che unisce la prelibatezza del pesce alla freschezza di una croccante verdura come il finocchio. Così facendo, si andrà a creare...
Antipasti

Come preparare l'insalata di sedano

Con l'arrivo della primavera cresce la voglia di consumare più frutta e verdura, alimenti in grado di donarci un senza di sazietà senza appesantirci. Oggi vi proponiamo la ricetta di un'insalata molto sfiziosa e tipicamente estiva, ossia una gustosa...
Antipasti

Come fare la frittura di verdure

Le verdure spesso non piacciono ai bambini e anche i grandi le mangiano a fatica. Esiste però un modo di cucinarle che senza dubbio metterà tutti d'accordo, la frittura. Certamente con la frittura la maggior parte delle proprietà benefiche di questi...
Antipasti

Come preparare la crema di piselli alla panna acida

La crema di piselli alla panna acida è un piatto molto economico e semplice da preparare. Potete realizzarlo adoperando sia piselli freschi che surgelati a seconda di quello che avete a disposizione. Il gusto acidulo della panna si sposa alla perfezione...
Antipasti

I migliori formaggi da fare alla piastra

Esistono molti tipi di formaggio e sono talmente tanti che elencarli risulta difficile. Ce ne sono di duri, e semiduri, molli, a pasta cotta e non cotta. Inoltre, possono avere una durata molto lunga e altri che vanno consumati entro breve tempo. Scegliere...
Antipasti

Ricetta: cipolle alle erbe gratinate

Un modo per completare un menù per una cena estiva è quello di inserire un antipasto gradevole. Si tratta della ricetta di cipolle alle erbe gratinate. Questo piatto si può sostituire al secondo, non sempre gradito nella stagione calda. Oppure, si...
Antipasti

Come fare delle frittelle di olive e tonno

Oggi vi voglio proporre una ricetta facilissima da eseguire, economica e dal successo garantito: frittelle di olive e tonno.Gli ingredienti principali saranno, ovviamente, il tonno e le olive entrambi saporiti, largamente diffusi e molto apprezzati.Il...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.