Come fare la crema di tartufo

Tramite: O2O
Difficoltà: media
Come fare la crema di tartufo
17

Introduzione

Molto spesso, quando abbiamo ospiti improvvisi a cena e vorremmo preparare qualche piatto veloce ma che ci faccia fare bella figura, siamo a corto di idee. In realtà, il segreto fondamentale per la riuscita di una buona ricetta, sta nella semplicità di preparazione e nell'impiegare pochi ingredienti. Lo scopo di questa guida, comunque, è quello di spiegare un procedimento che ci permetterà di ottenere un piatto veramente unico e cremoso. Attraverso pochi e semplicissimi passaggi vedremo, per l'appunto, come poter fare la crema di tartufo: una ricetta che accontenterà tutti, grandi e piccini.

27

Occorrente

  • 1 tartufo nero
  • olio extra vergine d'oliva
  • 3 porri
  • 1 spicchio d'aglio
  • 1/2 kg di patate
  • 75 cl di brodo vegetale
  • 30 cl di latte
  • 100 ml di panna
  • fettine di pane
37

Preparare il condimento

Innanzitutto, versiamo tre cucchiai di olio extravergine d'oliva in una pentola in ceramica o, se ne siamo sprovvisti, prendiamo quella antiaderente. Laviamo i porri e tagliamoli a rondelle, successivamente, facciamoli appassire nell'olio, tenendo la fiamma bassa. Per insaporire ulteriormente, aggiungiamo uno spicchio d'aglio che eliminiamo in un secondo tempo. Sbucciamo, laviamo e tagliamo a fette molto sottili, mezzo chilo di patate; versiamo nella pentola 75 cl di brodo vegetale, 30 cl di latte, le patate, un pizzico di sale fino e portiamo ad ebollizione. Tutto ciò deve bollire per 50 minuti, copriamo con un coperchio e lasciamo cuocere sempre a fiamma dolce.

47

Prendere un tartufo e sbriciolarlo

Trascorso il tempo necessario, travasiamo il composto in un frullatore e riduciamolo in poltiglia, successivamente uniamo la panna e frulliamo nuovamente. Ora è arrivato il momento di aggiungere il tartufo, l'ingrediente principale della nostra ricetta. Prendiamone uno scuro e sbricioliamone una dose equivalente alla metà. Travasiamo in una terrina gli atri ingredienti ed incorporiamo quest'ultimo; mescoliamo con attenzione e facciamo cuocere per altri 10 minuti in modo che la crema al tartufo raggiunga la giusta consistenza.

Continua la lettura
57

Condire le fettine di pane con la crema al tartufo

A questo punto, facciamo sciogliere la fontina a bagnomaria sempre a fuoco lento: quando è diventata liquida, addizioniamola alla salsa continuando la cottura per 20 minuti; poi spegniamo il fornello e facciamo intiepidire il nostro preparato. Arrostiamo in forno le fettine di pane per renderle piacevolmente croccanti, disponiamole su un piatto di portata e spalmiamo sopra la nostra crema di tartufo nero. Prendiamo l'altra metà di tartufo e tagliamolo a rondelle, quindi decoriamo le tartine. Arricchiamo il tutto con delle lamelle di fontina e serviamo a temperatura ambiente. Accompagniamo il piatto con un ottimo e pregiato vino rosso. Non rimane, a questo punto, che gustare questo fantastico piatto.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Antipasti

Come preparare i bicchierini con crema di tartufo e noci

Il finger food è un nuovo termine per definire l'aperitivo a buffet, in pratica è tutto quello che viene consumato in piedi con le mani. Un metodo, soprattutto pratico, veloce e scenografico per allestire aperitivi e buffet con preparazioni particolari,...
Antipasti

Come preparare gli scampi al tartufo bianco

Oltre ai comuni pesci di mare, di lago e di fiume, la natura ci delizia anche con i molluschi, quali cozze, vongole, ostriche, e squisiti crostacei. Proprio i crostacei, saporiti per natura, possono essere cucinati in maniera semplice e guarniti con salse,...
Antipasti

Come preparare i fagioli al tartufo nero

In questo articolo vogliamo aiutarvi a capire come poter preparare i fagioli al tartufo nero, nella nostra cucina e con le nostre mani, nella maniera più semplice possibile. Iniziamo subito con il dire che quando si parla di tartufo si fa riferimento...
Antipasti

Omelette ai quattro formaggi e tartufo

L'omelette è una pietanza francese, basata soprattutto su un ingrediente: l'uovo. È un piatto dalle antichissime origini, che risalgono addirittura al quattordicesimo secolo. Anche se la nascita ufficiale si riconosce in epoca successiva, precisamente...
Antipasti

Ricetta: crumble salato con ricotta, tartufo e pomodori secchi

Il crumble salato con ricotta, tartufo e pomodori secchi è una ricetta molto particolare e allo stesso tempo composta da ingredienti molto semplici. Il crumble salato è un piatto che può essere servito sia come antipasto che come piatto unico, visto...
Antipasti

Ricetta: torta di patate con funghi, tartufo, taleggio e noci

Se non avete idea di cosa preparare per pranzo o cena e desiderate qualcosa di buono, gustoso e facile da preparare eccovi una ricetta che riunisce in sè tutte queste qualità e si prepara in poco tempo. Si tratta della torta di patate con funghi, tartufo,...
Antipasti

Ricetta: involtini di melanzane con crema di tartufi

Le melanzane rappresentano da sempre un ingrediente molto interessante della cucina italiana e non solo. Tonde o allungate, nere o viola, si prestano benissimo a tante preparazioni originali e gustose. Possiamo utilizzare le melanzane per un primo piatto,...
Antipasti

Come preparare la crema di piselli alla panna acida

La crema di piselli alla panna acida è un piatto molto economico e semplice da preparare. Potete realizzarlo adoperando sia piselli freschi che surgelati a seconda di quello che avete a disposizione. Il gusto acidulo della panna si sposa alla perfezione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.