Come fare la frutta cristallizzata

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La frutta cristallizzata è un modo molto particolare per servire ai vostri ospiti della semplice frutta di stagione. Generalmente, questa decorazione viene eseguita in occasione delle feste di Natale ma è valida anche tutto l'anno. Realizzare la vostra frutta cristallizzata sarà un'operazione molto semplice e la nostra semplice guida vi spiegherà come fare.

26

Occorrente

  • Frutta mista assortita
  • 1 albume d'uovo
  • 125 gr di zucchero semolato finissimo
36

Asciugare la frutta

Anzitutto, si dice che entrare in una pasticceria francese sia un'esperienza assolutamente indimenticabile poiché i veri maestri pasticceri preparano la frutta cristallizzata con ananas, datteri, fichi, arance rosse, pere e frutti di bosco, tutto un mondo di dolcezze da esplorare ed assaporare. La cristallizzazione è amata in tutto il mondo, ma qual è il procedimento corretto da seguire? Per una perfetta riuscita della ricetta, vi raccomando di asciugare molto bene la frutta in maniera tale che l'albume e lo zucchero possano aderire perfettamente. Inoltre, scegliete della frutta sana, senza alcuna imperfezione.

46

Immergere la frutta nell'albume e nello zucchero

Successivamente, per realizzare la frutta cristallizzata, procedete in questo modo: lavate la frutta e mettetela a bagno con acqua e bicarbonato di sodio. Dopo un po' scolatela ed asciugatela perfettamente in modo da eliminare ogni residuo d'acqua. In una ciotola, sbattete gli albumi con una frusta fino ad ottenere un composto spumoso dopodiché inserite lo zucchero semolato in un piatto piano ed immergete i pezzi di frutta fresca prima negli albumi e poi nello zucchero facendo attenzione a ricoprire interamente la superficie.

Continua la lettura
56

Adagiare la frutta su un vassoio

Procedete in questo modo anche con il resto della frutta e, alla fine, adagiatela su un vassoio e lasciatela asciugare per circa 15 minuti. Lo zucchero agisce come un agente conservante mantenendo inalterati i sapori fruttati di ogni fetta cristallizzata. La frutta cristallizzata è presente nelle tavole da molti secoli. Quando le popolazioni egiziane, romane e cinesi hanno scoperto di poter conservare i saporiti vegetali in uno sciroppo dolce, in modo da poter durare per tutto l’inverno, le arance, i cedri e le ciliegie, così trattate, iniziarono a riempire le dispense di tutte le case di ogni estrazione sociale. Quando lo zucchero ha iniziato ad essere facilmente reperibile in Europa ed il suo prezzo cominciò ad essere alla portata di tutti, i fornai ed i pasticceri trasformarono il processo della cristallizzazione in una forma d'arte, soprattutto in Italia, in Francia, in Portogallo e in Spagna.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • La frutta cristallizzata va consumata in tempi brevi.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Dolci

Come preparare la frutta sciroppata

La frutta sciroppata, così dolce e golosa, è un vero e proprio peccato di gola al quale è difficile resistere! Anche se la frutta è la vera protagonista di questa prelibatezza, resta comunque una preparazione classificabile come "dolce non grasso",...
Dolci

Come presentare la frutta in tavola

La frutta rappresenta una parte importantissima di un pasto, in quanto apporta numerosi benefici all'organismo. Essa viene consumata in grandi quantità soprattutto durante il periodo estivo, perché è fresca e alcuni frutti contengono un'altissima percentuale...
Dolci

5 dolci con la frutta

I dolci a base di frutta non devono assolutamente mancare tra le varie preparazioni di pasticceria. La frutta, infatti, attenua la dolcezza di molte creme o della stessa panna e dona colore ai dessert. Oltre ad essere dessert semplici da realizzare sono...
Dolci

Come preparare il tiramisù alla frutta

Il tiramisù è un dolce freddo che prevede l'utilizzo dei biscotti e della crema al mascarpone, il tutto arricchito dal caffè e dal cacao in polvere. In alcune varianti è possibile anche aggiungere un po' di liquore. Questo dolce al cucchiaio può...
Dolci

Come preparare dei pasticcini alla frutta

I pasticcini alla frutta sono dei dolcetti che non devono mai mancare alle celebrazioni degli eventi più importanti. Oltre a ciò, sono ottimi dopo un pranzo o una cena, accompagnati magari da un buon caffè. Questi pasticcini si possono gustare in tutti...
Dolci

Ricetta: macedonia di frutta e zenzero

La macedonia è composta da vari tipi di frutta tagliati a pezzettini e insaporiti con del liquore o dello sciroppo. La macedonia, oltre ad essere buona, grazie agli svariati colori della frutta, porta anche allegria in tavola. Preparare la macedonia...
Dolci

Come preparare i dolcetti di frutta secca

Quelle che vi propongo oggi sono due ricette semplici ma fuori dal comune. Basta mangiare i soliti dolcetti alla crema, alla marmellata o al cioccolato. In realtà è possibile preparare dei dolcetti anche con la frutta secca. Per frutta secca intendiamo...
Dolci

Come fare la macedonia con la frutta secca

La macedonia è ideale sia come complemento di un pasto, sia come spuntino mattutino e di metà pomeriggio. In questo tutorial, vi insegneremo come realizzare delle macedonie un po’ particolari, a base di frutta secca. Seguite pedissequamente i passaggi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.