Come fare la grappa al limone

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La grappa è una bevanda alcolica costituita da una miscela. Essa viene ottenuta attraverso una distillazione e viene classificata un acquavite di vinacce. Mentre, per farla si utilizzano prodotti di origine vegetale. Numerose sono le ricette che si possono fare per dare un sapore diverso alla grappa. Ma l'arte di aromatizzarla sta appunto nella capacità di dosare i componenti nel liquido. In questo modo si otterrà un prodotto gradito al palato. In base al metodo di preparazione la grappa prende un gusto particolare. In questa caso miscelandola insieme al limone. Nella seguente guida vi spiego come fare la grappa al limone.

27

Occorrente

  • 1 litro di grappa
  • 5 Limoni non trattati
  • 300 gr di zucchero
  • un baccello di vaniglia
  • Bottiglia di vetro
  • Barattolo con chiusura ermetica
37

Il modo di fare la grappa al limone ha un suo metodo ben preciso. Di solito questa lavorazione viene fatta per aromatizzare qualsiasi tipo di liquore. Adoperando molte varietà di frutta come arance, ananas e limoni. Ma volendo si può anche preparare utilizzando del cioccolato, caffè e uova. Per poi poter accontentare il gusto di tutti. Da assaporare goccia a goccia per apprezzare l'essenza. In questo caso adopererete i limoni. Questi vanno acquistati non trattati e possibilmente maturi. Inoltre, dovete prendere la grappa che è l'ingrediente base. Infine, è indispensabile che vi procuriate un barattolo a chiusura ermetica. Questo vi servirà per conservare il liquido. Nel prossimo passo vi spiego come procedere.

47

La prima cosa da fare è quella di pulire i limoni sotto l'acqua corrente. Private i limoni della scorza e eliminate da questi la parte bianca. Tagliate a filetti utilizzando un pelapatate. In questo modo il lavoro risulterà più facile. Procedete in questo modo fino a tagliare tutti i limoni. Mettete quindi nel contenitore le scorze preparate. Dopodiché, profumatele con il baccello di vaniglia, inciso nel senso della lunghezza. Bagnatele con il succo filtrato dei limone e aggiungete la grappa e lo zucchero. Mescolate leggermente e chiudete ermeticamente. A questo punto mettete il preparato in un luogo fresco e lasciatelo riposare per quindi giorni. Ricordandovi di agitare la grappa ogni tanto.

Continua la lettura
57

Trascorso il tempo indicato, filtrate la grappa al limone. Togliete tutte le scorze e versate il tutto in una bottiglia pulita. Tappate ermeticamente e tenete in un luogo fresco e buio. Se dopo questo periodo sul fondo della bottiglia trovate un sedimento, basterà filtrare nuovamente la grappa al limone. A questo punto potete regalarlo ma consigliate di gustarlo dopo altre tre settimane.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se utilizzate un pelapatate per tagliare il limone, l'operazione risulterà più facile e veloce.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Vino e Alcolici

Come fare la grappa barricata

Molta gente adora gustare un bicchierino di grappa dopo un bel pranzo o una bella cena abbondante. Il suo consumo avviene soprattutto quando ci si rilassa sopra una poltrona comoda. Le tipologie di grappa presenti in commercio sono numerose. Le differenze...
Vino e Alcolici

Come preparare la grappa di ginepro

La grappa non è altro che un distillato ricavato dalle vinacce. In pratica una volta spremuta l'uva per fare il vino, le bucce che restano vengono trasformate attraverso appositi macchinari, in grappa. Quella così ottenuta avrà un gusto tutto sommato...
Vino e Alcolici

Come fare la grappa alla liquirizia

Preparare una grappa aromatizzata può sembrare complesso, ma in pratica è relativamente semplice. Per aromatizzare una grappa si possono utilizzare tanti ingredienti, come la frutta o spezie. Quella che vi presentiamo di seguito è la ricetta per preparare...
Vino e Alcolici

Come fare la grappa al mirto

La grappa è un liquore tipico dell'Italia. È ottenuta distillando la vinaccia, cioè la buccia e i vinaccioli. È un ottimo digestivo. In genere la grappa ha una gradazione alcolica molto alta, ma bevuta in piccole dosi, è un ottimo digestivo. Esistono...
Vino e Alcolici

Come preparare la grappa al peperoncino

Una delle migliori bevande da gustare a fino pasto è la. Grappa, un prodotto ottenuto dalla distillazione della vinaccia, ovvero le bucce dell'uva ricavate dal processo di spremitura. Una variante di questo distillato molto gustosa e preferita da chi...
Vino e Alcolici

Come produrre la grappa in casa

La grappa, distillato alcolico di origine italiana, risale con molte probabilità al XV secolo. Destinata ai ceti più bassi della popolazione, la grappa veniva prodotta da bucce, semi e raspi d'uva. Ne derivava una bevanda forte e pungente, molto diversa...
Vino e Alcolici

Come fare la grappa all'arancio e caffè

Molto spesso dopo un bel pranzo o una cena coi fiocchi sarebbe il caso di concludere con un grappa. Esistono svariate tipologie di grappa, che possiamo gustare e assaporare. In questa guida molto semplice e chiara vedremo come poterla preparare un tipo...
Vino e Alcolici

Come fare la grappa alla pesca

La grappa è una bevanda che risale addirittura agli inizi del medioevo, essa va di pari passo con la produzione di vini pregiati. Una volta era considerata anche una specie di birra primitiva ma, col tempo si è trasformata nel tempo in una bevanda spesso...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.