Come fare la licurdia

tramite: O2O
Difficoltà: media
Come fare la licurdia
15

Introduzione

Se intendiamo preparare una zuppa inusuale, possiamo cimentarci nel realizzare quella tipica calabrese, e precisamente la cosiddetta licurdia. Si tratta infatti di una zuppa di cipolle, queste ultime proprio della rinomata località balneare di Tropea. La preparazione non è difficile, ma richiede il rispetto di alcune semplici linee guida. Nei passi successivi vediamo dunque come fare questa pietanza, e cosa ci occorre per renderla particolarmente gustosa.

25

Occorrente

  • Cipolle di Tropea 1 kg
  • pomodori pelati 250 gr
  • Aglio 3 spicchi
  • Prezzemolo (almeno un ciuffetto)
  • Peperoncino (calabrese)
  • Pecorino grattugiato 100 gr
  • Sale e pepe
  • Olio extravergine d'oliva q.b.
  • Padella e pentola di terracotta
35

Prima di iniziare è importante premettere che per un buon esito della cottura delle cipolle, è necessaria una pentola in terracotta che riesce a conservare intatto tutto il sapore, rendendo la licurdia molto più gustosa. Premesso ciò, occorrono poi le suddette cipolle di Tropea (quelle rosse), dei pomodori pelati da schiacciare con la forchetta, l’aglio, il prezzemolo, l’olio extravergine d’oliva, del formaggio pecorino (da utilizzare però alla fine) e il peperoncino. Con tutto l’occorrente a disposizione, vediamo dunque come preparare questa gustosa licurdia calabrese.

45

Dopo aver lavato e asciugata la pentola di terracotta, la mettiamo da parte, e prendiamo una ciotola di porcellana nel cui interno inseriamo nell’ordine le cipolle accuratamente lavate, pelate e affettate in modo sottile (anelli da circa 0.5 mm), l’aglio a spicchi e del prezzemolo ben lavato e finemente triturato (magari tagliato con delle forbici). A questo punto, in una padella antiaderente versiamo un filo d’olio extravergine d’oliva e facciamo rosolare sia le cipolle che le spezie appena citate, e quando assumono un colore brunastro, aggiungiamo ad un cucchiaio alla volta i pomodori pelati, e del peperoncino ridotto a piccolissime scaglie. Il passaggio successivo prevede poi l’aggiunta di sale e una cottura di circa 12 minuti, dopodichè il contenuto lo versiamo nella pentola di terracotta, aggiungendo dell’acqua (circa 1,5 litri) e altro sale.

Continua la lettura
55

La cottura della zuppa, deve poi continuare a fuoco lento per almeno 45 minuti e ben coperta. In attesa che ciò avvenga, possiamo dedicarci alla tostatura del pane necessario per consumare al meglio la zuppa di cipolle, che quando è finalmente pronta, va versata su ogni singola fetta, e servita ancora calda con l’aggiunta di abbondante pecorino grattugiato. Infine, per massimizzare il risultato, possiamo anche mettere dei pomodorini freschi tagliati a pezzettini e del pepe nero, o anche una leggera spruzzata di noce moscata.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

Come fare la conserva di melanzane sott'olio

Qualora vi piacciono le melanzane, vi consiglio assolutamente di procedere nell'attenta lettura dei passaggi successivi della seguente pratica e deliziosa guida, nella quale vi spiegherò bene come bisogna fare correttamente la conserva di melanzane sott'olio,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.