Come fare la marmellata di pesche

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Come fare la marmellata di pesche

La marmellata di pesche è una tradizionale conserva presente nella credenza di tutte le famiglie. Ideale da preparare nel periodo estivo, quando le pesche sono saporite e mature. Essa è ottima spalmata su una fetta di pane, come ripieno di una crostata o per farcire un dolce. È una conserva poco laboriosa e non richiede molto tempo di preparazione. Poche istruzioni, ma precise. Per prima cosa parliamo di frutta, che deve essere profumata e possibilmente presa da un contadino, senza pesticidi e sottratta a lunghi trasporti o depositi. Poi deve essere matura, ovvero di una consistenza non legnosa, con la polpa che cede leggermente, sotto pressione. Se necessario, lasciatela fuori dal frigo per una giornata o due. Seguite questa guida e vi darò dei semplici e utili consigli di come fare la marmellata di pesche.

26

Occorrente

  • Zucchero 300 gr
  • Pesche 1 kg
  • Limoni 1
36

Per iniziare lavate le pesche, snocciolatele e sbucciatele. Poi sistemate la frutta in un tegame largo, in modo che la superficie di evaporazione sia più ampia possibile. Aggiungete alla frutta succo e scorza di limone grattugiata, poi a freddo versate circa trecento grammi di zucchero. Rapporto suggerito per ogni chilo di pesche, tenendo conto della componente zuccherina del frutto, che può variare molto.

46

Fate sudare la frutta a fuoco molto dolce, senza superare i 75°c. Prestate molta attenzione nel girare continuamente il composto, con un cucchiaio di legno. Durante la cottura potrebbe verificarsi la formazione di schiuma. In tal caso meglio eliminarla. Più che una cottura è un processo termico. Quando si sarà raggiunta la consistenza cremosa del composto, il gioco è fatto. Un metodo casalingo per capire se la marmellata è pronta, consiste nel mettere un piattino nel freezer, fin tanto che sarà freddo. Fate cadere sulla sua superficie una cucchiaiata del composto di marmellata calda. Se la marmellata scivolerà lentamente, senza sbrodolare via, sarà pronta.

Continua la lettura
56

Adesso bisogna procedere con la sterilizzazione dei vasetti di vetro. Metteteli in una pentola con acqua bollente, lasciandoli in ebollizione per almeno trenta minuti. Dopo averli fatti asciugare poneteli rovesciati su un canovaccio pulito, mettete la confettura nei barattoli, chiudeteli col coperchio, facendo attenzione a lasciare mezzo centimetro circa, dal bordo, successivamente metteteli capovolti col coperchio rivolto verso il basso. Controllate se il sottovuoto è riuscito bene. Facendo attenzione al tappo che non faccia crack. A questo punto è consigliabile far passare un mese prima di mangiare la nostra buona confettura di pesche, affinché prenda sapore. Per conservarla bene, si può mettere in un luogo fresco asciutto per un paio di mesi. In effetti questa ricetta non richiede particolari abilità culinarie, quindi può essere sperimentata anche da chi in cucina non si sente una cuoca provetta. Un ottimo invito per i palati golosi e per le mamme che cercano nuovi modi di fare merenda ai loro bambini.  

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Dolci

Come preparare la crostata di pesche

La crostata è un dolce ideale per una breve merenda o per trascorrere un lieto pomeriggio con gli amici o con le amiche davanti anche ad un buon caffè. Ricetta semplice ed in grado di soddisfare anche i commensali più sopraffini la crostata di pesche...
Dolci

Come preparare le pesche caramellate

Nella ricetta che segue scoprirete come preparare le pesche caramellate, ideali per torte e crostate. Il procedimento utilizzato per le pesche si può applicare anche ad altri tipi di frutta. Caramellate dadini di pere, mele o ananas, infilate i pezzetti...
Dolci

Tiramisù con amaretti e pesche

Tutti noi conosciamo il classico tiramisù fatto con savoiardi imbevuti nel caffè e crema al mascarpone, ma forse non tutti conoscono la versione fruttata, ovvero preparato con pesche e amaretti. In effetti si tratta solo di togliere il caffè e sostituirlo...
Dolci

Ricetta: crumble alle pesche

Il crumble alle pesche è un dolce al cucchiaio abbastanza conosciuto, molto gustoso ed al tempo stesso facilissimo da preparare ed alla portata di tutti. Questo dessert deriva dalla parola inglese crumble che significa briciola. Infatti, per realizzarlo...
Dolci

Come fare la sbriciolata alle pesche

La sbriciolata alle pesche è un dolce davvero squisito. È perfetta da consumare a colazione accompagnata da una spremuta fresca. È ottima come merenda per i bambini. Potete servirla come fine pasto ad una cena od al pranzo della domenica da trascorrere...
Dolci

Ricetta: la torta di ricotta e pesche

La ricetta della torta di ricotta e pesche riesce ad accontentare tutti i tipi di palato, sia di grandi che piccini. La consistenza morbida della ricotta si sposa ad hoc con il croccante delle pesche noci. Perfetta in ogni occasione, questa torta non...
Dolci

Come preparare il tiramisù di pesche

Il tiramisù di pesche è un dessert molto leggero ed originale, ideale a fine pasto per gli amanti della frutta. La ricetta è molto semplice da realizzare, e sono necessari pochi ingredienti e soprattutto una certa abilità in cucina. In questa guida,...
Dolci

Come preparare le pesche sciroppate al forno

Un dessert dall'irresistibile bontà e dal gusto avvolgente, da concedersi durante la stagione estiva per concludere con dolcezza un pasto leggero consumato all'aperto, vede come indiscusse protagoniste succose e profumate pesche. Si tratta delle prelibate...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.