Come fare la pizza al pesto

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Come fare la pizza al pesto

La pizza è un piatto che riesce a soddisfare tutti palati, anche quelli più esigenti e si presta a molte varianti come ad esempio al salame piccante, ai funghi, al prosciutto crudo e potrei continuare all'infinito. Ogni Regione e città ha la sua pizza 'personale'. E se a Napoli come nel resto di Italia possiamo gustare la classica pizza alla Margherita o quella Napoletana o quella alle 4 stagioni, in Liguria possiamo trovare la variante al pesto genovese. Un'ottima variante da non perdere se passate qualche giorno a Genova e dintorni. Quindi questa è una piacevole alternativa alla classica pizza rossa, cioè la tipica pizza margherita o napoletana che tutti conoscono. E se non avete viaggi in Liguria? Nessun problema, la potrete fare a casa. Domanda: Come farla? Semplice! Questa ricetta vi sarà di aiuto per fare la pizza al pesto. Dovrete solo decidere se utilizzare un pesto già pronto o utilizzarne uno appena preparato.

27

Occorrente

  • 500 gr di farina
  • 300 gr di acqua
  • 20 gr di di olio di oliva extravergine
  • 30 gr di lievito di birra
  • 10 gr di zucchero
  • 10 gr di sale
  • Pesto (Q.B.)
  • 4 mazzetti di basilico
  • 2 spicchi di aglio
  • 40 gr di Parmigiano grattugiato
  • 20 gr di Pecorino
  • Olio di oliva extravergine (Q.B.)
  • Sale (Q.B.)
  • Pinoli (Q.B.)
37

Preparazione della pasta

I vari procedimenti della preparazione della pizza al pesto è simile ad una normale pizza. Iniziamo con sciogliere il lievito di birra e lo zucchero in un bicchiere di acqua tiepida. A questo punto, mescoliamo il contenuto in una ciotola insieme alla farina oppure direttamente su un ripiano. Vi consiglio di utilizzare la ciotola e solo in un secondo momento impastarla sul ripiano. Sciogliere il lievito di birra e lo zucchero in un bicchiere con un po' di acqua tiepida. Aggiungiamo il resto dell'acqua, l'olio di oliva extravergine e il sale. Impastiamo fino a quando la pasta non diventa liscia, elastica e poco appiccicosa. Lasciamo riposare per 2 ore (Possibilmente in un luogo caldo e raccolto, in modo tale da imprigionare il calore dall'interno). Il volume della pasta dovrebbe aumentare del doppio.

47

Preparazione del pesto

Adesso andiamo a preparare il pesto. E qui abbiamo 2 soluzioni. Prepararlo fresco oppure utilizzare uno già pronto. Se scegliete la prima soluzione, ecco i passi su come preparare il pesto fresco. Laviamo per bene e asciughiamo con un foglio di carta assorbente le foglie di basilico (4 mazzetti). Lasciamo seccare le foglie e nel frattempo tritiamo 2 spicchi di aglio e un po' di sale. Dopodiché aggiungiamo le foglie di basilico, una manciata di pinoli, il Parmigiano e il Pecorino e mescoliamo il tutto incorporando poco alla volta con l'olio di oliva extravergine. Vi ricordo che il pesto non deve essere troppo liquido.

Continua la lettura
57

Preparazione della pizza al pesto

Ora passiamo alla preparazione della pizza. Dopo aver fatto riposare l'impasto (2 ore), possiamo preparare la nostra pizza al pesto. Prendiamo la piastra del forno e la ungiamo con un filo di olio di oliva extravergine oppure potete stendere un foglio di carta da forno. Distendiamo la palla di pasta sulla banda del forno e cerchiamo di allungare l'impasto in modo da dargli la dimensione giusta, sia in estensione che in spessore. Facciamo riposare per altri 30 minuti, coprendo l'impasto con un canovaccio in modo che non si asciughi troppo. Quindi, trascorsi i 30 minuti di riposo, bucherelliamo la pizza nella teglia con l'aiuto di una forchetta e versiamo un filo di olio di oliva extravergine sulla superficie. Condiamo la base della pizza con il pesto e la mozzarella tritata finemente. Cuociamo in forno a 180° per circa 30 minuti (Forno preriscaldato in precedenza). Lasciamo cuocere per bene e quando i bordi saranno ben dorati e la mozzarella ben sciolta, potremo spegnare il forno. Lasciamo riposare per circa 5-10 minuti prima di gustarla. La pizza al pesto può essere mangiata anche fredda.

67

Un piccolo consiglio sul pesto

Nessuno meglio dei Liguri sa fare il pesto, per cui se andate in vacanza da quelle parti o in caso contrario potrete servirvi da un ottima gastronomia con autentiche specialità locali, non scordate di fare incetta di piccoli vasetti di pesto. Quello genovese è l'unico basilico al mondo che non odora di menta e che rende impercettibili i singoli ingredienti che pur si fondono per dar vita ad un sapore esclusivo. Il pesto alla genovese è di facile preparazione però esistono in commercio anche quelli già pronti. Come scritto in precedenza, se avete poco tempo potete utilizzare uno già pronto ma sinceramente vi consiglio di prepararlo personalmente con dell'autentico basilico genovese o con del basilico locale. Vi assicuro che non ve ne pentirete. Il sapore del pesto fresco renderà la vostra pizza unica e gustosa.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pizze e Focacce

Come preparare la pizza alla norma

Di pizze ce ne sono per tutti e di tutti i gusti, da quelle semplici a quelle più elaborate o quelle tradizionali e tipiche regionali. In questa guida, con pochi e semplici passaggi, vi illustreremo come preparare la pizza alla norma, tipica ricetta...
Pizze e Focacce

Come preparare la pizza salmone e mozzarella

In cucina vengono preparate varie ricette gustose. Infatti durante l'arco della giornata, partendo quindi dalla colazione, fino ad arrivare alla cena, ci si può sbizzarrire cucinando tanti piatti appetitosi. Per esempio per pranzo viene preparata la...
Pizze e Focacce

Come fare la pizza in padella con acqua e farina

La pizza in padella con acqua e farina è una ricetta molto fantasiosa e molto semplice da preparare e soprattutto non richiede una preparazione molto lunga. La pizza preparata mediante questa ricetta è un'ottima sostituta della pizza preparata nel forno...
Pizze e Focacce

Come fare la pizza bianca con le alici

Da sempre la pizza è uno dei piatti più amati da grandi e piccini perché può essere preparata davvero con decine e decine di ingredienti differenti. Quando si deve condire una pizza, è importante sempre creare il giusto contrasto tra tutti gli ingredienti...
Pizze e Focacce

10 errori che si commettono preparando la pizza

La pizza è sicuramente il fiore all'occhiello della gastronomia italiana. Una ricetta semplice, ma amata moltissimo anche all'estero e spesso "rubata"! La pizza però, nella sua semplicità, ha bisogno di essere preparata seguendo qualche regola d'ora...
Pizze e Focacce

Come preparare una pizza allo yogurt

La pizza allo yogurt è un pasto che mette un po' in disaccordo, questo perché si è abituati a mangiare la pizza classica per pranzo o cena.La pizza allo yogurt invece è una pizza semplice da preparare e incredibilmente buona da mangiare. Può essere...
Pizze e Focacce

Come fare la pizza con porchetta e patate

La pizza è il cibo preferito dagli italiani e non solo. Infatti molti paesi ce la invidiano e spesso vengono in Italia per assaggiare questa prelibatezza. Fare la pizza non è affatto semplice. Richiede molta manualità nel fare l'impasto e una buona...
Pizze e Focacce

Condimenti originali per pizza

Se esiste un marchio che può far riconoscere l'Italia in tutto il mondo, quella è sicuramente la pizza. Conosciuta ed apprezzata da grandi e piccini, la pizza è uno degli alimenti compresi nella dieta mediterranea, pertanto costituisce un pasto salutare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.