Come fare la polenta bianca al baccalà

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Come fare la polenta bianca al baccalà

Qualsiasi piatti che arriva sulla nostra tavola ha un'origine e una storia ben precisa. Per quanto riguarda la polenta bianca al baccalà, parliamo di un piatto originario del Veneto, anche se è stata riprodotta in modo differente nelle diverse regioni d'Italia. Tra la polenta tradizionale, di colore giallo, e quella bianca non c'è differenza nutrizionale tra i due tipi di farina; ciò che cambia è il colore, il tipo di grana che è più sottile nella farina bianca e il gusto, che è più delicato e adatto ad accompagnare piatti sostanziosi. Uno degli accostamenti più classici è quello con il baccalà. Vediamo quindi come fare la polenta bianca al baccalà.

26

Occorrente

  • 300 g farina bianca di mais
  • un paio di foglie di alloro
  • acqua
  • sale q.b.
  • 600 g di baccalà ammollato
  • 1 spicchio d'aglio
  • 1 scalogno
  • concentrato di pomodoro
  • un cucchiaio di grana
36

Mettere in ammollo il baccalà

Per preparare la polenta bianca è necessario mettere in ammollo il baccalà in acqua leggermente salata fino a ebollizione. Solitamente il baccalà viene fatto mantecare insieme allo stoccafisso, cioè un merluzzo tipico delle acque norvegesi, insieme a un paio di foglie di alloro per dare più profumo. Mentre il nostro pesce è in acqua, in un'altra pentola piena d'acqua, versate la farina per polenta a pioggia e mescolate. È molto importante lavorare bene il composto per evitare che si formino sgradevoli grumi che rendano il preparato poco denso. Quando la polenta si staccherà dalle pareti del tegame vorrà dire che è pronta. Capovolgendo la teglia, versate il contenuto su un tagliere con un gesto deciso e attendete che si raffreddi.

46

Scolare il baccalà e lo stoccafisso

A questo punto, scolate il baccalà e lo stoccafisso, asciugate con della carta assorbente per togliere l'acqua in eccesso e lasciate raffreddare. Nel frattempo, fate soffriggere in un tegame dello scalogno tagliato finemente e aglio con un filo d'olio. Unite il baccalà, precedentemente ridotto a pezzetti e lasciatelo rosolare per alcuni minuti. Se si desidera, è possibile aggiungere del concentrato di pomodoro. Togliete il pesce dal fuoco e, facendo attenzione a non scottarvi, continuate a tagliuzzarlo fino a quando non risulterà sottile. Aggiungete del prezzemolo tritato finemente e un pizzico di sale.

Continua la lettura
56

Decorare la polenta bianca

La polenta bianca, nel frattempo, si sarà raffreddata; aggiungeteci il preparato di pesce e amalgamate il tutto fino a ottenere un composto omogeneo. Questa fase è molto importante, perché vi aiuterà a realizzare una polenta bella spumosa e soffice agli occhi... E al gusto. Potete decorarla come più si preferisce, ad esempio con funghi o pomodorini, e servirla ai vostri ospiti. Accompagnate il tutto con un buon bicchiere di vino rosso tipico del posto.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se avete tempo preparate un brodo di pesce con le lische e la pelle del baccalà e utilizzatelo al posto dell'acqua.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Come fare la polenta al tartufo

La polenta è un companatico tipico della tradizione del Nord Italia. Buona e atta alla realizzazione di tantissime ricette la polenta può essere realizzata in diversi modi e con svariate consistenza a seconda del risultato che si vuole ottenere. In...
Primi Piatti

Come preparare la polenta taragna

Con l'arrivo del freddo un buon piatto di polenta è un toccasana da non sottovalutare. In particolare la polenta taragna è una specialità valtellinese e non solo. Il perfetto connubio tra la farina di mais e il grano saraceno. Il condimento più conosciuto...
Primi Piatti

5 ricette con la polenta

La polenta è un classico della tradizione del Nord Italia. Ogni regione ha la sua ricetta, ma ciò che le accomuna tutte è la farina di mais. La polenta può essere mangiata da sola oppure utilizzata come contorno, resta comunque un piatto completo...
Primi Piatti

Ricetta: polenta al radicchio

La polenta è un alimento molto usato al Nord Italia. È un piatto basato principalmente su un composto di farina di mais, acqua e sale. Accompagnato con le salse a base di pomodoro, verdure o con i funghi è davvero un ottima pietanza che soddisferà...
Primi Piatti

Lasagne di polenta ai funghi

La polenta è un piatto goloso che si può preparare in mille modi. La ricetta tradizionale è quella che riceve più consensi, ma sono tante le proposte per portarla in tavola. Tra le più insolite le lasagne di polenta ai funghi. Questo è un primo...
Primi Piatti

Ricetta: polenta alla fontina

La polenta è un piatto tipico del Nord e del Centro Italia a base di farina di cereali. In passato la polenta veniva definito un piatto povero. Oggi invece, viene utilizzata per realizzare piatti ricchi. La polenta non manca sulle tavole degli Italiani...
Primi Piatti

Come accompagnare la polenta taragna

La polenta è un piatto che accompagna le tavole nei periodi più freddi e che le sue origini provengono dalla cucina del nord Italia. Ma nella guida vedremo una polenta tipica delle zone della Valtellina, del bresciano e del bergamasco: la polenta taragna,...
Primi Piatti

Come riciclare gli avanzi di polenta

La polenta è una pietanza dalle origini davvero remote. Per tantissimo tempo è stata il piatto povero principale dei contadini di molte regioni dell'Italia settentrionale. A base prevalentemente di farina di mais, che le conferisce il tipico colore...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.