Come fare la tiropita con feta e spinaci

tramite: O2O
Difficoltà: media
Come fare la tiropita con feta e spinaci
15

Introduzione

Una delle cose più buone che ho avuto modo di assaggiare durante il mio soggiorno ad atene è certamente la tiropita, servita nei ristoranti ateniesi con tzatziki e insalata greca. La tiropita è un antipasto greco che consiste in una deliziosa sfoglia fatta di pasta fillo e farcita a piacere che si presenta come un fagottino ripieno. Una volta preparata può essere congelata e conservata per averla sempre pronta da cuocere al forno quando serve. Semplice da preparare e veloce da mangiare, è l'ideale per una veloce pausa pranzo o come pranzo a sacco durante una gita o un'escursione. Per tutti quelli tra di voi che hanno già l'acquolina in bocca termina qui il supplizio ed incomincia la guida su come preparare una deliziosa variante di questa ricetta molto apprezzata in pochi semplici passi: Ecco come fare la tiropita con feta e spinaci!

25

Occorrente

  • Pasta fillo (250 g)
  • Spinaci (300g)
  • Feta (250 g)
  • Aneto (1 cucchiaio)
  • Olio extravergine d'oliva (4 cucchiai)
  • Sale (quanto basta)
35

Il ripieno: Come prima cosa mettete gli spinaci a bollire, nel frattempo prendete della feta e sbriciolatela in un contenitore. Una volta cotti gli spinaci (e raffreddati naturalmente) tritateli finemente col coltello ed impastateli a mano con la feta, cercate di ottenere un impasto piuttosto omogeneo ed infine aggiungete un cucchiaio di aneto per aromatizzare mescolando il tutto.

45

La Sfoglia: Prendete la pasta fillo (per chi non lo sapesse la pasta fillo è quella che si usa per fare gli involtini primavera ed i samosa indiani, potete comprarla pronta o farla direttamente in casa) e stendetela sul vostro piano di lavoro, tagliate via i bordi rovinati col coltello e cercate di ricavare tre rettangoli che abbiano la stessa dimensione. A questo punto sovrapponete i tre strati di pasta avendo cura di spennellare un po' d'olio d'oliva tra uno strato e l'altro.

Continua la lettura
55

Ritagliate col coltello dei quadratini di sfoglia grandi circa 5 centimetri e posizionatevi sull'angolo più vicino a voi un mucchietto di farcitura. Iniziate quindi ad arrotolare in maniera trasversale la sfoglia facendole compiere soltanto un giro, al termine del quale dovrete ripiegare verso l'interno gli angoli che stanno ai lati del vostro rotolo. Munitevi nuovamente del pennello ed ungete la parte di pasta sfoglia rimanente con l'olio d'oliva prima di compiere il secondo giro che chiuderà definitivamente la vostra tiropita. Ripetete il procedimento per tutte le altre tiropite ed infornatele in un forno preriscaldato a 180° C per circa 15-20 minuti o comunque fino a quando le tiropite non avranno preso assunto un'invitante doratura. Servite quindi a tavola calde o fredde e buon appetito!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucina Etnica

Cucina greca: riso alle verdure e feta

Il riso alle verdure con feta è un piatto tipico della tradizione culinaria greca. Con pochi semplici ingredienti riuscirete a deliziare il palato dei vostri commensali e a fargli assaporare i prodotti tipici della cucina mediterranea. Adatto soprattutto...
Cucina Etnica

Come preparare la quiche di farro con bietole e feta greca

Se hai in programma una gita fuori porta e non hai idea di cosa preparare per l'occasione questa è la guida che fa per te. Una torta salata che racchiude un cuore di verdura e formaggio è l'ideale per un pic nic assieme ad amici e familiari. Equilibrata...
Cucina Etnica

Come preparare le chicche di carota con feta e rucola

Per preparare un piatto alternativo ai soliti gnocchi di patate possiamo optare per un altro ortaggio che piace molto anche ai bambini: le carote. Possiamo preparare un piatto che metta d'accordo il palato degli adulti e dei più piccoli aggiungendo qualche...
Cucina Etnica

Ricetta: cous cous alla menta con feta e pomodorini

Il cous cous è una pietanza tipica del Nord Africa e di alcune zone d'Italia, come ad esempio la Sicilia occidentale ed alcune aree della Sardegna sud occidentale. Prende il nome dai chicchi di grano che caratterizzano la pietanza, che si può realizzare...
Cucina Etnica

Come preparare le polpette di spinaci e ceci

La ricetta che vi proporremo all'interno della guida che vi state apprestando a leggere è ottima per tutti, anche per chi, come me, fa scelte alimentari vegane. Infatti, vi spiegheremo in pochi passi come preparare le polpette di spinaci e di ceci. Cominciamo...
Cucina Etnica

Come cucinare la quinoa e grano con spinaci e funghi

In questa nuova ricetta, vogliamo cercare di proporre il modo per utilizzare in cucina degli alimenti che siano sani ed anche molto utili, per il benessere del nostro organismo. Nello specifico cercheremo di imparare insieme, come poter cucinare la quinoa...
Cucina Etnica

Come preparare la tirokafteri

La tirokafteri o "salsa che brucia", è un piatto tipico della tradizione greca, che viene spesso servito come piacevole antipasto sfizioso da abbinare a delle croccanti fette di pane tostato. Nella cucina greca, vengono utilizzati degli ingredienti leggermente...
Cucina Etnica

Come preparare la salsa Tirokafteri

Il tirokafteri è una crema densa, a base di feta e yogurt. Lo si può trovare nel paese la cui tradizione culinaria lo vede come uno dei condimenti più graditi, ovvero la Grecia. Il sapore del tirokafteri è delicato e si può accostare a diverse pietanze,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.