Come fare la vellutata di cavolfiore ai semi di sesamo con crostini di grano saraceno

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

In questa guida vediamo come fare una ricetta sana, leggera e dietetica, un connubio perfetto fra salute e gusto, ottima soprattutto nei periodi invernali per riscaldarsi con sapore. La vellutata di cavolfiore ai semi di sesamo con crostini di grano saraceno è molto facile da preparare, l'ideale per una cena leggera o per deliziare il palato dei nostri amici vegetariani.

27

Occorrente

  • 1 cavolfiore
  • 1 patata
  • 1 litro di brodo di verdure (ingredienti a piacere)
  • 1 pizzico di sale grosso
  • 1 ciuffo di prezzemolo fresco
  • 1 cucchiaio di farina di riso
  • 1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva
  • 2 cucchiai di semi di sesamo
  • 250 gr di crostini di grano saraceno
37

Per prima cosa prepariamo il brodo vegetale, ne occorrerà all'incirca 1 lt, possiamo sbizzarrirci come più ci piace, la base classica della preparazione di un buon brodo di verdure vede l'accostamento di 1 carota, 1 patata, 1/2 cipolla, 1 gambo di sedano, 1 pizzico di sale e due o tre chiodi di garofano. Una volta lavati, pelati e tagliati tutti gli ingredienti dovremmo farli bollire insieme per almeno una mezz'ora buona.

47

Ora procediamo con pelare la patata e tagliarla a dadini, puliamo anche il cavolfiore e tagliamolo a pezzetti. Dopo averli risciacquati per bene sotto acqua corrente aggiungiamoli nel brodo già preparato e lasciamo lessare il cavolfiore (circa 15- 20 minuti). A cottura ultimata, con un mestolo, preleviamo un po' di brodo (facciamo attenzione a non prendere anche le verdure) e teniamolo da parte poiché ci servirà nuovamente nella preparazione della ricetta.

Continua la lettura
57

In un mixer mettiamo tutte le verdure ed il cavolfiore cotto, aggiungiamo un filo di olio extravergine d'oliva e riduciamole in polpa, possiamo anche utilizzare un frullatore ad immersione o, l'utilissimo robot da cucina, per chi ne possedesse uno. Aggiungiamo un po' di brodo messo precedentemente da parte, ovviamente, la cosa importante sarà quella di ottenere una crema morbida e vellutata di verdure, quindi, attente al dosaggio.

67

Adesso, non ci resterà che aggiungere un cucchiaino di farina, in questo caso molto indicata è quella di riso per rendere la ricetta ancora più leggera e gustosa. Aggiungiamo anche alcuni dei semi di sesamo e rimescoliamo accuratamente il tutto così da ottenere la nostra vellutata morbida ed omogenea. Prestiamo attenzione che non vi siano dei sgradevolissimi grumi di farina e verdure.

77

Infine, poniamo lateralmente ad ogni piatto di portata (meglio se fondo) o, molto più indicato, le ciotole capienti per le zuppe, alcuni crostini di grana saraceno, dopodiché versiamo la nostra vellutata ancora ben calda, finiamo di guarnire con i restanti semi di sesamo ed un filo di olio extravergine d'oliva. La ricetta, così è completata, allora non ci resta che servire a tavola... Buon appetito!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucina Etnica

Ricetta tedesca: spatzle di grano saraceno con panna e pancetta

Provenienti direttamente dall'antica tradizione culinaria tedesca, gli Spatzle sono degli gnocchetti lavorati con una particolare tipologia di farina di grano tenero. A rendere così caratteristico e particolare il loro sapore, è anche la presenza delle...
Cucina Etnica

Come fare la crema di sesamo in casa

La crema di sesamo è una salsa speciale tipica della zona asiatica. Viene utilizzata per la preparazione di piatti tipici, come l'hummus. Oppure si può spalmare semplicemente su diversi tipi di alimenti. Si tratta di una ricetta gustosa e altamente...
Cucina Etnica

Come fare i toast di gamberi e sesamo

Croccanti e appetitosi, questi toast tipici della cucina cinese sono sfiziosi e nutrienti, semplici e veloci da realizzare. Una volta terminata la cottura in olio bollente, possono essere serviti come stuzzichino da aperitivo, o per inaugurare un pranzo...
Cucina Etnica

Come fare la vellutata di asparagi e rapa rossa

In questa guida vedremo come fare la vellutata di asparagi e rapa rossa, una ricetta molto deliziosa e gustosa sopratutto nel periodo primaverile. Inoltre, questo piatto saporito è, altresì, un toccasana per la nostra salute con un basso apporto calorico...
Cucina Etnica

Come cucinare la quinoa e grano con spinaci e funghi

In questa nuova ricetta, vogliamo cercare di proporre il modo per utilizzare in cucina degli alimenti che siano sani ed anche molto utili, per il benessere del nostro organismo. Nello specifico cercheremo di imparare insieme, come poter cucinare la quinoa...
Cucina Etnica

Come preparare vellutata di fagioli cannellini e cardo vegetariana

Le proteine dei fagioli sono fondamentali per la nostra routine. In molte diete moderne ipocaloriche, vegane o vegetariane, i fagioli sono dei legumi che la fanno da padroni perché spesso sostituiscono piatti importanti per la salute come la carne rossa....
Cucina Etnica

Come utilizzare i semi di papavero

I semi di papavero sono dei prodotti sempre più presenti nelle odierne tavole da cucina. Sono dei semi di origine asiatica, rinomati per le importanti proprietà antiossidanti, che contrastano la formazione dei radicali liberi. Svolgono, inoltre, un...
Cucina Etnica

Come utilizzare i semi di finocchio

I semi di finocchio sono una spezia dal gusto particolarmente dolce, che si avvicina molto a quello dell'anice. Sono ricchi di fibre, di calcio e di rame. Il loro consumo è particolarmente indicato per chi ha problemi digestivi. Hanno proprietà antiossidanti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.