Come fare la vellutata di fave e sedano

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Le vellutate sono delle preparazioni a base di verdure o legumi che vengono servite come antipasto o come contorno. Accompagnate con i crostini o insaporite con pancetta o salumi sono veramente deliziose. La parola vellutata sta ad indicare una preparazione soffice e cremosa dalla consistenza leggera e delicata. Queste preparazioni sono molto indicate a chi deve seguire un regime dietetico ma sono molto apprezzate dagli anziani che magari hanno qualche difficoltà ad assumere cibi con pezzi più grandi. Di solito si stufano le verdure che poi vengono passate e insaporite con altri ingredienti. Se non siamo a dieta possiamo aggiungere formaggi e pancetta e avremo un piatto più ricco e saporito. In questa guida vediamo come fare la vellutata di fave e sedano.

26

Occorrente

  • 600 gr. di fave fresche o secche
  • 150 gr. di parmigiano reggiano
  • 80 gr. di pancetta tesa
  • 2 coste di sedano
  • 1 cipolla piccola
  • 1 patata
  • fave per guarnire, sale e pepe
36

La vellutata di fave e sedano si può preparare in qualsiasi periodo dell'anno. Se amiamo le fave fresche dobbiamo rigorosamente prepararla nella tarda primavera a cavallo tra Aprile a Giugno, ma se vogliamo gustare questa pietanza in qualsiasi periodo dell'anno, possiamo utilizzare le fave secche che sono reperibili sul mercato tutto l'anno. Se usiamo le fave secche basta tenerle in ammollo per qualche ora, dopodiché si scolano dall'acqua, si sciacquano, e si mettono a bollire in una recipiente aggiungendo una quantità doppia d'acqua. Dopo cotte si procede alla preparazione. Se invece usiamo le fave fresche dobbiamo innanzitutto sbucciarle e poi scottarle in una pentola con un po' d'olio extravergine d'oliva. Le fave fresche non necessitano di bollitura.

46

A parte fare un brodo vegetale con una parte del sedano, una carota, una cipolla e una patata di media grandezza, farlo bollire fino a che si consumi molto. Nella padella in cui mettiamo le fave a cuocere aggiungiamo l'altro sedano tagliato a tocchetti e manteniamo la fiamma a fuoco medio girando spesso per fare insaporire, aggiungiamo un po' per volta il brodo vegetale. Salate e pepate a piacere. Una volta che le fave hanno assorbito tutto il brodo, procedere a ridurle in purea con il mixer o con un passaverdure dai fori piccoli.

Continua la lettura
56

Aggiungere il parmigiano reggiano e amalgamate bene il tutto. Per rendere il tutto più stuzzicante rosolate un po' di pancetta in un padellino antiaderente e aggiungetela alla vellutata di fave e sedano. Se lo gradite aggiungete un filo d'olio d'oliva e servite in ciotole alte e larghe decorando la vellutata con fave fresche e con qualche fogliolina di prezzemolo. Prendete i crostini di pane che potete strofinare con un po d'aglio e gustate calda la vostra saporitissima vellutata.  

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • usate sedano dalle coste bianche e larghe

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Antipasti

Come preparare la crema di sedano rapa

Oggi mangiare sano e biologico è diventato oltre che una moda, una necessità. Ogni giorno siamo bombardati da notizie in tv che ci svelano i misteri dei cibi cancerogeni e contaminati da pesticidi vari. Molti hanno scelto di diventare vegani e mangiano...
Antipasti

Come cucinare le fave fresche

Le fave sono dei legumi che, solitamente, vengono coltivate in zone climatiche temperate; oltre ad essere semplici da trattare, poiché non necessitano di una grande cura, sono molto veloci da cucinare. Il periodo migliore per mangiare le fave è sicuramente...
Antipasti

Come preparare una salsa di fave

Le fave sono un alimento tipico dell'Italia centro - meridionale, infatti, fanno parte della tradizione romana che le pone come protagoniste nella ricorrenza del Primo Maggio. In questa giornata tutti i cittadini si muovono verso la campagna romana dove,...
Antipasti

Fave bollite con finocchietto selvatico

Le fave fanno parte della famiglia dei legumi e sono degli alimenti nutrienti e gustosi. In passato rappresentavano uno dei piatti poveri, consumati per lo più dagli artigiani e dai contadini. Esistono moltissime ricette per poter preparare le fave,...
Antipasti

5 ricette con le fave

Le fave sono un alimento antichissimo, ricco di proteine e fibre vegetali ma povero di grassi. È una fonte naturale di nutrienti, vitamine e sali minerali. Questo legume può essere utilizzato per creare tantissimi pianti semplici, gustosi e genuini....
Antipasti

Come fare le cotolette di sedano rapa

Le cotolette di sedano di rapa rappresentano la squisita alternativa vegetariana alle classiche e più comuni cotolette di carne. Si tratta di una pietanza molto sfiziosa che può essere servita come piatto unico, quale contorno o per accompagnare un...
Antipasti

Frittata con fave pecorino e timo: ricetta

La ricetta della frittata con fave pecorino e timo permette di realizzare un piatto completo e delizioso. Se non trovate le fave fresche, acquistatele surgelate. L'importante è che non siano in barattolo. La preparazione è abbastanza semplice ma occorre...
Antipasti

Come utilizzare le fave secche

In commercio è possibile trovare due tipi di fave secche: quelle con la buccia e quelle decorticate. La differenza tra le due è solo nel periodo di ammollo poiché le prime, devono rimanere in acqua almeno per 24 ore mentre per le seconde, basta mezza...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.