Come fare la zuppa di cavolo nero

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Come fare la zuppa di cavolo nero

Il cavolo nero è una verdura che si caratterizza per le foglie di colore alquanto scuro e dotate di differenti bolle. Si distingue, inoltre, dagli altri tipi di cavolo perché non ha la consueta forma rotonda. È universalmente riconosciuto come fonte di sostanze benefiche. Di fatti, sono numerosi i benefici connessi all'utilizzo del cavolo nero, tra i quali è d'obbligo citare la ricchezza di ferro (addirittura meglio della carne) e le capacità antinfiammatorie. In più, rinforza il sistema immunitario, funge da disintossicante ed, inoltre, contribuisce all'abbassamento della pressione. In questa guida verrà indicata una ricetta gustosa, semplice e veloce da realizzare, la zuppa di cavolo nero.
Ecco, quindi, come fare.

27

Occorrente

  • 1/2 cipolla
  • 800 g di germogli di cavolo nero
  • olio extravergine
  • 2 patate
  • 300 g di fagioli cannellini
  • 2 rametti di timo
  • sale
  • pepe
37

La prima cosa da fare, consta nel bloccare per la parte inferiore il mazzo di cavolo nero e nel sfilare le foglie esterne, tenere e superiori (quelle con la costola centrale più dura) semplicemente tirando con un paio di dita. Dei germogli centrali potranno essere utilizzate anche le costole, perché notevolmente più tenere. Lavare il cavolo e tagliarlo con un coltello a pezzetti.

47

In una casseruola, nella quale in precedenza è stato scaldato un filo d'olio, versare la cipolla tagliata in modo sottile e fatela appassire. Una volta fatto ciò, unire le patate tagliate a tocchetti ed un paio di rametti di timo. A questo punto, incorporare il cavolo nero ed attendere qualche istante che diminuisca di volume e, quindi, coprire con il brodo di carne. Successivamente aggiungere i fagioli e i pomodori pelati ed, a pentola coperta, far cuocere per circa 50/60 minuti. Per chi avesse dei problemi a digerire i fagioli, un ottimo sostituto per la zuppa potrebbero risultare i ceci.

Continua la lettura
57

Tagliare a parte delle fette di pane, possibilmente raffermo (non fresco ma di qualche giorno), e sistemarle in forno a 180° per circa un paio di minuti, in modo da farle tostare senza colorirle in modo esagerato. Una volta tostate le fette di pane, tagliatele a tocchetti. Versare la zuppa sui piatti di portata, mettere un filo d'olio extravergine e completare il tutto con i crostini di pane.
Per preparare una zuppa ancor più saporita, tagliare qualche fetta di pancetta fresca a piccoli cubetti e farla appassire in una pentola con dell'olio extravergine, cercando di non farla diventare croccante. Aggiungere il cavolo nero, sempre tagliato a tocchetti, farlo insaporire e coprirlo con del brodo di carne. Ridurre in piccoli pezzi una patata e sistemarla nella pentola, quindi, far bollire il tutto per circa un'ora. Quando la zuppa sarà cotta aggiungere del timo e servire in ciotole di coccio guarnite con un filo di olio e dei crostini di pane.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Fate attenzione ai tempi di cottura.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Ricetta: zuppa di cavolo nero

La zuppa di cavolo nero è uno dei piatti più antichi e gustosi dell'antica tradizione culinaria toscana. La preparazione di questa prelibatezza dal sapore rustico richiede circa tre ore e la presenza molte verdure e molti legumi da tenere in ammollo...
Primi Piatti

Ricetta: minestra di cavolo nero

Durante i periodi invernali è bene assumere i più svariati tipi di cibi, in modo tale da assicurarsi il giusto nutrimento quotidiano e, perché no, anche diverse proprietà e benefici. Non tutto quello che mangiamo, in effetti, contiene delle proprietà...
Primi Piatti

Ricetta: risotto saporito con foglie di cavolo nero

Il cavolo nero è una varietà del cavolo coltivata soprattutto in Toscana. Si tratta di una pianta invernale costituita da lunghe foglie carnose e grinzose di colore verde scuro. Questo ortaggio è apprezzato non solo per il suo gusto, più dolce e meno...
Primi Piatti

Come preparare il pesto di cavolo nero

Se volete realizzare una salsa davvero gustosa e dal sapore originale potete senza dubbio orientarvi sul pesto di cavolo nero. Si tratta di una ricetta piuttosto comune che conferisce ai piatti un gusto unico e può essere utilizzata per la preparazione...
Primi Piatti

Come fare la vellutata di cavolo nero e patate

Vogliamo cucinare una ricetta deliziosa, calda e particolare da servire in una nostra cena di famiglia o amici? Non ci viene in mente alcun piatto o stiamo cercando una preparazione originale a base di verdure gradita anche dai bambini? Per fortuna, esistono...
Primi Piatti

Come preparare la pasta col cavolo nero

La natura mette a nostra disposizione un'infinità di prodotti differenti che potremo utilizzare per preparare moltissime pietanze molto gustose e salutari, ma se siamo alle prime armi con il mondo della cucina, riuscire a combinare i vari ingredienti...
Primi Piatti

Come preparare la zuppa toscana

La zuppa è il piatto per eccellenza che permette di riscaldarsi soprattutto durante la stagione fredda. Una delle preparazioni più famose è la zuppa toscana. Si tratta di una pietanza che prevede l'aggiunta del cavolo nero. Inoltre, la tradizione prevede...
Primi Piatti

Ricetta: minestra di cereali e cavolo

Le minestre, povere ma ricche di nutrienti, sono uno dei piatti più amati per riscaldare le fredde sere invernali. Gustose e saporite, sono un piatto completo e altamente saziante. Inoltre, se lasciate intiepidire, sono ottime anche da gustare nei periodi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.