Come fare la zuppa di cereali, fagioli e speck

tramite: O2O
Difficoltà: facile
18

Introduzione

In questo articolo vedremo come realizzare la zuppa di cereali, di fagioli e di speck. Se state tentanto di realizzare un primo piatto invernale sostanzioso, semplice da fare e nutriente da portare in tavola per le proprie cene con gli amici oppure in famiglia e non avete nessuna idea in mente, vi invitiamo a continuare con la lettura di questa breve ma precisa guida. Questa pietanza è possibile come escamotage per convincere i propri bambini a mangiare un po' di alimenti nutrienti e dei sani cereali. Esistono svariate soluzioni classiche e rapide scelte, che possono aiutare chiunque in casi del genere. È una portata che mette d'accordo sia i piccoli che i grandi, in grado di ottenere una gran bella figura con i propri invitati a tavola. Stiamo parlando di una pietanza assolutamente gustosa. A questo punto, non rimane altro da fare che descrivere le singole fasi della preparazione, elencando gli elementi che sono necessari per eseguire questa portata.

28

Occorrente

  • 250 g di cereali misti (orzo perlato, farro, miglio)
  • 150 g di fagioli secchi
  • 50 g di speck
  • 50 g di lardo di Colonnata
  • 1 spicchio d’aglio
  • Olio extravergine d'oliva
  • Alloro
  • Rosmarino
  • Sale
  • Pepe
  • Aglio
  • Brodo vegetale
38

La prima operazione da effettuare per la sua preparazione è quella di mettere in ammollo i fagioli. Questo genere di azione deve essere eseguita 10/12 ore prima circa, facendo in modo che i legumi possano assorbile l'acqua, ammorbidendosi per diventare più teneri. In questa maniera, infatti, si potranno cuocere in modo più agevole. Pertanto, è buona regola mettere i fagioli all'interno di una terrina abbastanza capiente, per poi andare a ricoprirli di acqua, lasciandoli riposare da parte.

48

Una volta che è trascorso il tempo necessario, è possibile procedere con la preparazione vera e propria della pietanza. A questo punto, occorre scolare i fagioli, immergendoli nel brodo di verdure precedentemente portato alla temperatura adeguata, aggiungendo due foglie di alloro e un po' di rosmarino. Ovviamente, occorre regolare il dosaggio de sale, a seconda dei propri gusti personali, per poi mescolare tramite un cucchiaio di legno e lasciar cuocere per circa un'ora il tutto. Una volta che si è giunti alla cottura, occorre spegnere la fiamma, per poi prelevare due mestoli di fagioli e, aiutandosi con un mixer o con un frullatore ad immersione, è necessario frullarli fino ad ottenere una purea dalla consistenza abbastanza densa ed omogenea, che si deve posizionare da parte.

Continua la lettura
58

A questo punto, occorre lavare la parte rimanente dei cereali, ossia l'orzo, il farro ed il miglio in uguali proporzioni, avvalendosi del bicarbonato di sodio. Successivamente, risciacquare il tutto con accuratezza sotto dell'abbondante acqua corrente, per poi immergerli in una pentola capiente, con un po' di brodo vegetale già caldo. Portare, in seguito, avanti la fase di cottura, avendo cura di mescolare con una buona frequenza, aggiustando la dose di sale e di pepe che è stata aggiunta. La loro cottura richiederà circa cinquanta minuti di tempo.

68

Successivamente, mentre i cereali vengono lasciati cuocere, occorre tagliare il lardo a dadini, per poi farlo rosolare in una padella sufficientemente larga e dai bordi alti, con due cucchiai di olio extravergine d'oliva ed un piccolo spicchio d'aglio tritato, fino a quando non sarà diventato dorato e croccante. A questo punto, è necessario aggiungere lo speck, anch'esso tagliato a dadini piccoli, e farlo rosolare ancora per qualche minuto, senza aggiungere altra quantità di olio. Sia il lardo che lo speck, sciogliendosi, rilasceranno il grasso che presentano al loro interno.

78

L'ultimo procedimento da compiere è quello di unire i fagioli interi ed i cereali al lardo ed allo speck, mescolando in modo da amalgamare per bene tra di loro tutti quanti gli ingredienti, ed aggiungendo uno o due mestoli di brodo per uniformare il tutto. Come ultimo ingrediente è necessario, infine, aggiungere la purea di fagioli messa da parte in precedenza, e procedere col mescolare, per poi decorare la zuppa con una simpatica foglia di alloro. Per concludere, servire in tavola ben caldo con una spolverata di parmigiano o decorando il piatto con dei crostini abbrustoliti, a seconda delle proprie preferenze.

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se vogliamo utilizzare una pentola a pressione, ricordiamo che saranno sufficienti circa 20 minuti di cottura sia per i legumi che per i cereali.
  • Se desideriamo rendere il piatto più gustoso possiamo aggiungere un peperoncino intero durante la fase della cottura: se intero, sarà più facile da individuare e rimuovere a tavola.
  • Stiamo ben attenti a non far rosolare troppo lo speck, o il suo forte sapore troppo abbrustolito o troppo salato comprometterà tutto il lavoro.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Ricetta: zuppa di cereali al cumino e paprika piccante

Enunceremo passo dopo passo la ricetta: gli ingredienti da utilizzare, i tempi di cottura e tutto il procedimento per realizzare una zuppa ai cereali davvero gustosissima. Il tempo necessario per la realizzazione di questa zuppa di cereali al cumino...
Primi Piatti

Come preparare la zuppa di cereali

Negli ultimi anni si è diffusa sempre più capillarmente l'abitudine di effettuare particolari diete a base di zuppe: le più svariate, che si tratti di zuppa di cereali, ai porri, vegetali e tante altre; in questa ricetta vogliamo proporci di spiegarvi...
Primi Piatti

Come si prepara la zuppa toscana di fagioli e bietole

La zuppa toscana di fagioli e bietole è un piatto tipicamente invernale, ottimo per le serate più fredde. La preparazione è molto semplice, ma prevede un lungo periodo di cottura dei fagioli cannellini: per prepararli infatti, bisogna pensarci in anticipo,...
Primi Piatti

Ricetta: zuppa di legumi e cereali

Questa guida, vuole aiutare tutti i lettori e lettrici a capire come realizzare una buonissima ricetta e cioè la zuppa di legumi e cereali, che piacerà non solo ad amici ma anche ai bambini. Mangiare i legumi è molto importante, perché gli stessi...
Primi Piatti

Ricetta: zuppa di cereali alla boscaiola

La zuppa di cereali alla boscaiola è un piatto tradizionale, ottimo per l'inverno quando il clima rigido rende appetitosi i cibi caldi e corposi. Dal punto di vista nutrizionale, questo tipo di zuppa risulta molto equilibrato fornendo un giusto apporto...
Primi Piatti

Ricetta: zuppa di fagioli

La zuppa di fagioli, è un piatto che fa parte della tradizione gastronomica italiana molto gettonato in ogni regione assumendo tecniche di preparazioni diverse a seconda della zona territoriale. I fagioli, oltre ad essere dei legumi ricchi di numerose...
Primi Piatti

Zuppa di legumi, farro e speck

In base a quello che abbiamo in casa possiamo preparare piatti davvero deliziosi, basta riuscire ad assemblare gli giusti ingredienti. Aggiungiamo che le zuppe sono ottime, perché sono quasi completamente a base di verdure, legumi e riescono a "riempire"...
Primi Piatti

Come preparare le orecchiette con crema di fagioli e speck croccante

Le orecchiette con crema di fagioli e speck croccante sono un piatto goloso e sostanzioso, perfetto da servire in qualsiasi stagione dell'anno. Potete farlo seguire da una seconda portata a base di carni bianche cotte alla griglia e un contorno di verdure...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.