Come fare la zuppa fredda al tofu e alghe

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La zuppa al tofu, alghe e miso, servita con riso e verdure in salamoia, è un tipico pasto quotidiano Giapponese. Le alghe, ricche di vitamine, fibre e proteine, sono comunemente usate nella cucina orientale, come nella coreana e la cinese, insaporiscono il brodo. Il Tofu, formaggio derivato dalla soia, dalla consistenza cremosa e morbida, è altamente proteico e povero di grassi. Questa zuppa leggera e nutriente, dal gusto intenso, è il risultato dell'unione di questi alimenti leggerissimi e sani. Qui di seguito diamo consigli su come fare la zuppa fredda al tofu e alghe.

25

Occorrente

  • 1 Litro d'acqua
  • 200 grammi di Tofu
  • 1 Foglio di Alga Wakame
  • 1 Porro
  • 50 grammi Daikon
  • un cucchiaino di maizena
  • 10 grammi di Zenzero
  • Sale q.b
  • 1 cucchiaio d'Olio vegetale
  • 150 grammi Carote
35

Per preparare questa gustosa zuppa, mettete il foglio d'alga a bagno in abbondante acqua fredda fino ad ammorbidirla (dovrebbero passare dai cinque ai dieci minuti). Sciacquatelo e scolatelo bene. Nel frattempo, pulite il Daikon: eliminate la buccia servendovi di un pelapatate, spuntate la parte superiore e quella anteriore. Questo ingrediente tipico giapponese è una grossa radice dalla forma di una carota, contenente Vitamina C e vari enzimi, tipico della cucina coreana e cinese, è servito sia crudo che cotto.
Una volta pronto, tagliate il Daikon in piccoli pezzi. Stesso procedimento per le carote, pelate e tagliate. Sfogliate il porro e tritatelo finemente. Tagliate lo zenzero.

45

Togliete l'alga ammorbidita dall'acqua e strizzatela, per eliminare il liquido in eccesso. In una padella versate dell'olio e aggiungete tutte le verdure pulite: la carota, il Daikon, il porro e lo zenzero, saltando le verdure per circa 10 minuti, finché non si è rosolato il tutto. Nel frattempo, in una pentola a parte, portate l'acqua ad ebollizione, poi aggiungete le alghe e lasciate cuocere per cinque minuti, fino a cottura ultimata.
Travasate quindi l'acqua con le alghe, aggiungendole alle verdure e lasciate cuocere il tutto per circa 15 minuti. Nel frattempo tagliate il Tofu a tocchetti ed aggiungetelo alla zuppa.

Continua la lettura
55

Per un gusto ancora più intenso, si può aggiungere il Miso, un condimento derivato dalla soia, di origine giapponese. Stemperate il Miso servendovi di un mestolo di brodo ed aggiungetelo alla zuppa. Lasciate amalgamare tutti gli ingredienti ancora per qualche minuto ed ecco che la zuppa è pronta! Spegnete il fuoco e lasciate intiepidire.
Servite calda (o fredda, se preferite) in ciotole individuali, avendo cura di guarnire ogni portata con dell'erba cipollina. La maggior parte dei Giapponesi serve questo piatto accompagnandolo con del riso a vapore, l'aggiunta di crostini caldi invece è tipicamente italiana, ma gustosa.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucina Etnica

5 modi per preparare il tofu

Il tofu è un alimento tipico cinese e più in generale di tutto l' estremo oriente. A base di caglio di semi di soia, si ricava attraverso il processo di cagliatura, proprio da questo vegetale, di cui si fa prima il succo e poi si esegue la pressatura...
Cucina Etnica

Come preparare un'insalata di alghe

Nel regime alimentare vegan sono persino considerate la miglior risorsa di minerali (la tradizione orientale ci insegna che con le alghe si possono preparare zuppe, sushi ma anche ottime insalate). Nei passi di seguito vedremo come preparare un'insalata...
Cucina Etnica

Come cucinare le alghe kelp

Questo tipo di alga, chiamata anche Kombu, racchiude in sé non solo un ottimo sapore, ma anche molte proprietà nutritive e salutari, per il benessere del nostro organismo. Occorre sapere e ricordare che le alghe kelp sono delle alghe che crescono nell’Atlantico...
Cucina Etnica

Come fare le alghe fritte

Le alghe fanno parte della famiglia dei vegetali e sono alimenti molto preziosi per la salute del nostro organismo. Contengono sali minerali, antiossidanti, proteine e molte altre sostanze benefiche. Si distinguono dai loro colori e possono essere cotte...
Cucina Etnica

Ricetta vegana: come fare il tofu

Il tofu è un alimento a base di soia. Esso viene ricavato dalla cagliata del latte di questo legume. Il tofu è un alimento molto proteico, ed è utilizzato soprattutto nei Paesi asiatici. Il procedimento per ottenere il tofu è molto simile a quello...
Cucina Etnica

Cucina coreana: la zuppa di noodles

Quando organizziamo un pranzo o una cena che prevedano la presenza di qualche ospite, cerchiamo sempre di stupire tutti con un menù appetitoso e gradevole. Malgrado i piatti tipici nostrani siano moltissimi, a volte sentiamo l'esigenza di sperimentare...
Cucina Etnica

Ricetta vegana: involtini di verza e tofu

L'alimentazione vegana ha avuto, negli ultimi anni, un successo mai visto prima: ogni giorno, centinaia (se non addirittura migliaia) di persone decidono di eliminare dalla propria dieta la carne ed ogni prodotto di origine animale (latte e uova, ad esempio)....
Cucina Etnica

Come preparare gli spiedini di tofu impanati

Un piatto da proporre come secondo sono gli spiedini. Questa ricetta è molto facile da preparare e si possono adoperare molti alimenti. Dalla carne, al formaggio e anche dei cibi particolari, come il tofu. Si tratta di una ricetta semplice, che richiede...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.