Come fare le frittelle di asparagi

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

L'asparago è una specie vegetale ricca di fibre, dalle proprietà drenanti e depurative. Viene molto apprezzato in cucina per preparazioni di vario genere. Si prestano perfettamente come antipasto o goloso secondo piatto. Al vapore, con la pasta, in un saporito risotto o nel pasticcio al forno, gli asparagi deliziano con il tipico sapore dolce oppure amaro. Tuttavia, per fare un piatto veloce e semplice, provare le frittelle. Grandi e piccini ne rimarranno estasiati.

26

Occorrente

  • 600 g asparagi
  • uova
  • farina 00 (4 cucchiai)
  • birra (1 dL)
  • formaggio
  • olio per friggere
36

Le caratteristiche peculiari

Gli asparagi posseggono delle caratteristiche peculiari. Drenano, disintossicano e contrastano la formazione della cellulite. Sono molto diuretici e depurativi e non presentano controindicazioni. Ideali per una dieta ipocalorica, purificano il fegato specialmente quelli selvatici. Per la pulizia occorre tagliare le estremità legnose degli asparagi ed in base alla tipologia eliminare eventualmente la pelle bianca fino a 4 cm sotto il germoglio. Per preservarne il colore verde vivo, raffreddarli in acqua gelida dopo la sbollentatura. Lo shock termico conserverà colore e consistenza. Si possono assaporare sia come frittelle o in altre interessanti varianti. Optare tra la tipologia coltivata e quella selvatica.

46

La tipologia coltivata

Per preparare le frittelle con gli asparagi coltivati, pulirli allo stesso modo e lessarli in acqua bollente salata per quattro minuti. In alternativa, utilizzare anche quelli congelati. Quindi, scolare gli asparagi e tritarli grossolanamente con la mezzaluna. In una ciotola sbattere un uovo, la farina 00 e la birra, sale, una spolverata di pepe ed un po' di timo, per aromatizzare le frittelle. Aggiungere gli asparagi ed incorporare al composto fino ad ottenere una pastella omogenea. Friggere in abbondante olio extravergine d'oliva bollente. Disporre su carta pane e servire le frittelle agli asparagi ben calde.

Continua la lettura
56

La tipologia selvatica

Nel secondo caso, sciacquare sotto l’acqua corrente gli asparagi. Staccare la parte più dura e legnosa dello stelo. Lessare le punte in acqua salata, per eliminare il retrogusto amaro tipico degli asparagi selvatici. Fare scolare. In una scodella, sbattere le uova con i rebbi di una forchetta. Salare ed aggiungere il parmigiano grattugiato e le punte degli asparagi. Mescolare per legare bene tutti gli ingredienti. In una padella antiaderente, scaldare un filo di olio extravergine d'oliva. Prelevare con un cucchiaio il composto e versarlo nell’olio bollente. Fare dorare da una parte e dall'altra. Sistemare le frittelle agli asparagi in un piatto con carta assorbente.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Gli asparagi non sono indicati per chi soffre di reni o di gotta
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pizze e Focacce

Torta salata di patate, asparagi e formaggio

La torta salata di patate, asparagi e formaggio è una delle tante varianti con cui è possibile preparare una torta salata. Quest'ultima, infatti, è da sempre considerata un piatto di salvataggio, in caso di mancanza di tempo e fantasia. Nel frigo non...
Pizze e Focacce

Torta salata con asparagi e funghi: la ricetta

Le torte salate sono piatti molto semplici da realizzare soprattutto se preparate con la pasta sfoglia già pronta. Oltre ad essere decisamente facili da preparare, inoltre, le torte salate sono particolarmente golose e nutrienti e, quindi, rappresentano...
Pizze e Focacce

Come preparare un omelette al formaggio

Molto spesso, in cucina capita di non avere a portata di mano del cibo. Tuttavia se in casa si hanno a disposizione alcune uova, allora si possono realizzare, solo per fare un esempio, delle gustosissime omelette con all'interno una farcitura di salumi...
Pizze e Focacce

Come preparare la pizza alla norma

Di pizze ce ne sono per tutti e di tutti i gusti, da quelle semplici a quelle più elaborate o quelle tradizionali e tipiche regionali. In questa guida, con pochi e semplici passaggi, vi illustreremo come preparare la pizza alla norma, tipica ricetta...
Pizze e Focacce

Come preparare la focaccia di mais

La farina di mais è un ingrediente molto versatile in grado di prestarsi per la realizzazione di svariate ricette, escludendo naturalmente il largo impiego per la preparazione della polenta. Questo tipo di farina viene anche usato come panatura dei burger...
Pizze e Focacce

Come realizzare il calzone di carciofi

Fra tutte le ghiottonerie gastronomiche della nostra penisola, il calzone è uno fra quelli più diffusi ed apprezzati. Si tratta notoriamente di una specialità a base di pasta lievitata racchiusa a mezzaluna e farcita con vari ingredienti, che può...
Pizze e Focacce

Piadine con farina di kamut

La farina di kamut deriva dal frumento orientale noto anche come grano rosso o khorasan. Appartiene alla famiglia delle graminacee e alla specie del grano duro, dunque non è adatto a celiaci ed intolleranti al glutine. Il grano Kamut è utilizzato sin...
Pizze e Focacce

Come cucinare una torta salata

Cucinare una torta salata è un'operazione divertente ed anche facile. Oltre a poter scegliere tra diversi formati di pasta per la base, potrete dare sfogo libero alla fantasia per il ripieno. Per l'impasto potrete spaziare da quello maggiormente complesso...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.