Come fare le pappardelle al ragù bianco di coniglio

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Oggi parleremo di uno dei piatti più gustosi della tradizione culinaria toscana: si tratta delle pappardelle al ragù bianco di coniglio. Primo piatto unico nel suo sapore e molto facile da preparare, anche a causa delle sue tempistiche di cottura (si tratta di circa 140 minuti). Ma come fare questa prelibatezza? Basta leggere attentamente questa guida per scoprirlo!

26

Occorrente

  • Per le pappardelle: 300 g di farina 00, 3 uova, olio extra vergine d'oliva, un po' d'acqua se necessario.
  • Per il ragù: un coniglio, 2 gambi di sedano, 2 carote, 2 cipolle, un bicchiere di vino bianco, 100 g di sedano, sale, olio e pepe.
36

Come preparare le pappardelle fatte in casa.

Per rendere il piatto unico si consiglia di preparare le pappardelle in casa. Per effettuarle serviranno 300 grammi di farina bianca tipo 00, 3 uova intere e olio extra vergine d'oliva. Per prima cosa bisognerà mettere a fontana la farina; al centro si dovranno rompere le uova e annettere un poco di olio. Successivamente si può iniziare ad impastare aggiungendo, se necessario, un po' di acqua. Nel momento in cui il composto appare omogeneo, ricopritelo con della pellicola e fatelo riposare in frigo per almeno 45 minuti.

46

Come preparare il ragù di coniglio.

Mentre aspettiamo che l'impasto della pasta si raffreddi possiamo occuparci del ragù di coniglio. Il primo processo consiste nel disossare il coniglio, battendo la sua carne finemente per poi andarla a tritare. E importante non andare a buttare le ossa: con queste, infatti, andrà fatto il brodo. Si tratta di mettere in una casseruola le ossa con un po' di acqua, una carota, un gambo di sedano ed una cipolla. Contemporaneamente bisognerà soffriggere, all'interno di una padella, i restanti odori e, nel momento in cui questi avranno una colorazione d'orata, annettere la carne di coniglio precedentemente tritata. Sfumatela con del vino bianco e del brodo. Fare cuocere il tutto per 45 minuti. Nel corso della cottura aggiungete un pizzico di sale e pepate.

Continua la lettura
56

Stendere le pappardelle ed amalgamare il tutto.

Adesso ci spetta stendere la pasta. Si consiglia di rendere l'impasto il più sottile possibile, magari utilizzando un mattarello o, se si possiede, una macchina sfogliatrice. Si dovranno ottenere dei triangoli di 30-40 cm di lunghezza che andranno arrotolati su loro stessi. Infine tagliateli fino ad ottenere la pasta di 1 cm di larghezza e dategli la forma di dei nidi di circa 100 grammi ciascuno. In una casseruola portate dell'acqua in ebollizione e cuocete per 3-4 minuti le pappardelle. A fine cottura scolatele ed unitele con il ragù bianco di coniglio per saltarle e farle insaporire. Si consiglia di servirle caldo e con una spolverata abbondante di pecorino sopra. Il piatto, durante la consumazione, può essere accompagnato da un bicchiere di un ottimo vino bianco. Non ci resta altro che augurarvi buon appetito!

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Si consiglia di stendere la pasta in casa
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Pappardelle al ragù di cervo

Durante il freddo inverno può essere una sana ed ottima idea quella di preparare un buon primo piatto, caldo e saporito, da gustare in famiglia o da offrire ai propri invitati a tavola in occasione di una cena speciale. Un buon piatto di pappardelle...
Primi Piatti

Pappardelle al ragù di capriolo

Se avete a pranzo degli ospiti particolarmente esigenti, provate a fare un primo originale. Scegliendo di fare qualcosa di diverso dal solito. Per poi, stupirli una volta che porterete la pietanza a tavola. Per riuscire in questo intento, provate a cucinare...
Primi Piatti

Ricetta: pappardelle al ragù di cinghiale e porcini

Vi sono piatti culinari che vengono tramandati da generazioni: sono quelli preparati dai chi vive nelle montagne dove la caccia e la raccolta dei funghi è una normale tradizione. Il cinghiale è un animale molto apprezzato nella preparazione di ottimi...
Primi Piatti

Ricetta: pappardelle al ragù di cinghiale

Il cinghiale è un animale selvatico molto diffuso e usato in cucina. Il ragù di cinghiale è una ricetta appartenente alla tradizione culinaria Toscana. La carne di cinghiale offre al piatto un sapore unico e inconfondibile. Il sapore forte e deciso...
Primi Piatti

Ricetta: pappardelle al ragù di capriolo

Le pappardelle al ragù di capriolo sono una ricetta molto particolare, ma molto semplice da preparare. La loro preparazione non si discosta molto dalla preparazione delle pappardelle al ragù che spesso si preparano per il pranzo della domenica. La carne...
Primi Piatti

Ricetta: pappardelle alla boscaiola in bianco

Ecco pronta un’altra ricetta da preparare comodamente nella nostra cucina e da proporre ai nostri ospiti: stiamo parlando delle pappardelle alla boscaiola in bianco. Proprio così, cercheremo di preparare insieme un piatto che contenga in sé il sapore...
Primi Piatti

Come preparare i pici al ragù di coniglio

Se siete alla ricerca di un primo piatto sostanzioso da preparare durante i pranzi domenicali in famiglia, questi pici al ragù di coniglio fanno proprio al caso vostro. Chi ha un po’ più di tempo a disposizione può preparare con le proprie mani i...
Primi Piatti

Ricetta: cannelloni al ragù bianco

La gastronomia italiana è un tripudio di sapori e profumi legati alle tradizioni culinarie di ogni regione. Un classico del pranzo domenicale sono sicuramente i cannelloni. A rendere davvero speciale questa ricetta è il ripieno. La variante classica...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.