Come fare le zucchine in pastella

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Le zucchine sono uno degli ortaggi più apprezzati in cucina, insieme alle melanzane, alle carote e alle patate, con cui spesso vanno a braccetto. Tantissimi sono i piatti che le vedono protagoniste, possono essere cucinate in diversi modi, in genere sono utilizzate per arricchire un piatto di pasta, all'interno di una zuppa, come contorni e anche antipasti. Già al naturale sono ottime, ma si possono fare in pastella e sono ancora più gustose diventando dei bocconcini prelibati.

26

Occorrente

  • 300 gr di zucchine
  • vino bianco 1/2 bicchiere
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • 300 ml di latte
  • sale e pepe q.b.
36

Iniziamo scegliendo zucchine verdi e non troppo piccole per questa ricetta. Una volta lavate e private delle estremità, bisogna tagliare le zucchine a julienne. La forma più adatta a questo tipo di ricetta è proprio quella a fiammifero in maniera da farle sembrare delle patatine fritte. Per preparare una pastella croccante e adatta alle zucchine, bisogna procedere in questo modo: Gli ingredienti necessari per la pastella sono: 300 gr di farina 00, sale e pepe, qualche cucchiaio di olio extravergine di oliva e mezzo bicchiere di vino bianco. Tutti gli ingredienti vanno uniti insieme e diluiti con acqua fredda fino a raggiungere la consistenza più adatta per immergere le zucchine. Questa non dovrà essere nè troppo densa nè troppo liquida. Una pastella così, sarà adatta a tutte le verdure ricche di acqua e potrà essere insaporita con vari aromi, quali timo, zenzero o altro.

46


Terminata questa operazione bisogna prendere una padella, in cui si è precedentemente versato dell'olio di semi di arachide e metterla a scaldare sul fuoco. È meglio scegliere l'olio di semi di arachide per friggere perché ha il vantaggio di essere molto stabile quando viene portato alle alte temperature. In realtà questo tipo di olio è molto più costoso di quello di mais, ma dona alle fritture un risultato eccellente anche senza l'uso di friggitrici professionali. Prima di friggere assicuratevi sempre di regolare bene il gas e fate una prova con un po' di pastella per vedere se l'olio ha raggiunto la giusta temperatura.

Continua la lettura
56

Mentre l'olio si scalda si procede a immergere le zucchine nella pastella e appena l'olio è caldo vanno cotte, fino a doratura completa. Subito dopo la cottura le zucchine devono essere estratte dall'olio caldo e adagiate su un vassoio ricoperto di carta assorbente in modo da eliminare l'olio in eccesso. Infine possono essere servite su un vassoio e sono pronte per essere portate in tavola ancora calde e soprattutto croccanti con la certezza che se ben fatte andranno a ruba.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • usare acqua ghiacciata

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Antipasti

Cavolo in pastella con curcuma e pepe

Una buona alimentazione completa non può prescindere da abbondanti porzioni di verdura e frutta. Madre Terra ci offre ottimi doni, in grado di soddisfare il nostro fabbisogno. L'autunno sembra la stagione perfetta per nutrirsi al meglio. È infatti il...
Pesce

Gamberi in pastella profumati al pistacchio

Il fritto è un'arte e, se saputo fare, rende i cibi saporiti; malgrado sia meglio non abusarne, occasionalmente rende i piatti speciali ed adatti per un aperitivo o una seconda portata. Lungo questa guida vi consiglierò un modo semplice e pratico per...
Antipasti

Ricetta: gamberi fritti al sesamo

Ora andremo a occuparci di cucina, e lo faremo trattando la preparazione in pochi passi di una ricetta davvero ottima: gamberi fritti al sesamo. La guida vi accompagnerà lungo tutti i passaggi della preparazione, cercando di semplificare il più possibile...
Antipasti

Come preparare la pastella per i fritti

È ormai risaputo che l'alimentazione giornaliera deve essere sempre varia, ricca di frutta, verdura, pesce e carne. Anche il fritto ricopre un ruolo importante nel metabolismo umano. Non bisogna però abusarne, in quanto la frittura è ricca di colesterolo,...
Antipasti

Come preparare i filetti di baccalà in pastella

I filetti di baccalà in pastella sono una tipica pietanza della cucina laziale. È un piatto gustoso che richiede pochi ingredienti e una semplice preparazione.È uso comune mangiare il baccalà come antipasto per la cena della vigilia di natale oppure...
Antipasti

Ricette per pastella da frittura

La pastella da frittura costituisce un elemento fondamentale per donare ad ogni alimento fritto la giusta croccantezza e doratura. La frittura da sempre rende ogni cibo più buono e appetibile e saper realizzare la pastella è importante se si vuol procedere...
Antipasti

Come preparare i funghi fritti in pastella

Per iniziare una cena o un pranzo al quale avete invitato parenti e amici, non c'è niente di meglio che un antipasto a base di funghi fritti in pastella. Esistono tanti tipi di pastella nel mondo e moltissime varietà di funghi: questa ricetta prevede...
Antipasti

Come preapare le verdure in pastella

Le verdure, spesso snobbate, sono alimenti importanti, piene di minerali, e di tutte le tipologie di vitamine. In esse c'è anche un'alta concentrazione di acqua e fibre, appunto perché queste ultime danno un forte senso di sazietà. Le verdure fortunatamente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.