Come fare lo sformato di scarole

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

In cucina ci si può davvero sbizzarrire, mettendo insieme moltissimi ingredienti genuini, semplici e sani. Anche chi non è molto pratico a creare dei piatti elaborati, può realizzare delle ricette molto semplici e facili da eseguire, usando davvero pochissimi ingredienti pratici da cuocere e da mettere insieme. Se ad esempio avete in casa delle scarole e non avete idea di come cuocerle, dovrete semplicemente avere un pizzico di pazienza per creare un fantastico sformato da comporre non solo con le scarole, ma anche con qualche altro semplicissimo ingrediente che avrete sicuramente in casa. Se avete voglia di scoprire come fare in poche mosse questa ricetta, leggete i passaggi successivi.

27

Occorrente

  • 500 g di scarola
  • 80 g di burro
  • 100 g di fontina
  • 150 g di mozzarella
  • 50 g di parmigiano
  • Olio q.b.
  • Pepe q.b.
  • 2 uova
  • 1 bicchiere di latte
  • Pangrattato q.b.
37

Cuocere la scarola

Per preparare questa ricetta, è fondamentale iniziare dalla cottura della scarola. Dovete infatti eliminare le foglie più secche e rovinate dalla scarola e lavare il resto delle foglie benissimo una per volta, sotto l'acqua corrente. Una volta che la scarola sarà pulita, tagliatela a piccole strisce e successivamente a pezzetti e ponete all'interno di una padella molto ampia, facendola appassire con del burro e dell'olio extravergine d'oliva. La scarola, dovrà cuocere per circa 10 minuti, fino a quando non diventerà completamente morbida e appassita. Solo alla fine, aggiungete un pizzico di sale e un po' di pepe per aggiungere sapore alla verdura.

47

Condire la scarola

Oltre al sale e al pepe che avrete aggiunto alla fine della cottura della scarola, dovrete anche necessariamente condire questa verdura con qualche altro ingrediente semplice e genuino. Spegnete il fuoco e lasciate raffreddare leggermente la scarola, fino a quando non sarà tiepida. Aggiungete in mezzo alla verdura anche dei pezzettini di fontina tagliati a piccoli cubetti, dei pezzetti di mozzarella e delle uova precedentemente sbattute con un bicchiere di latte, un po' di parmigiano e del pangrattato. Amalgamate tutti gli ingredienti e procedete con la composizione e la cottura dello sformato.

Continua la lettura
57

Comporre e cuocere lo sformato

Adesso posizionate tutta la scatola condita all'interno di una teglia da forno abbastanza spessa e larga massimo 22 centimetri. Ricordatevi che prima di versare la verdura condita nella teglia, dovrete imburrare la teglia e aggiungere del pangrattato. Questi due ingredienti saranno fondamentali per la creazione dello sformato. Una volta che avrete posizionato la verdura all'interno della teglia, dovrete nuovamente cospargere il tutto con del pangrattato e del parmigiano grattugiato. Cuocete lo sformato per circa mezz'ora al massimo della temperatura del vostro forno.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Potete sostituire il latte vaccino con del latte di soia o di riso.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pizze e Focacce

Ricetta: sformato di grano saraceno

Lo sformato di grano saraceno è un ottimo modo per gustare questo pseudocereale. Prima di vedere la ricette, scopriamo perché fa bene. Prima di tutto è senza glutine (come la quinoa) e quindi adatto anche ai celiaci. È molto ricco di fibre che agevolano...
Pizze e Focacce

Ricetta: sformato di cavolfiore e salciccia

Lo sformato di cavolfiore e salciccia è un piatto saporito e poco elaborato. Ricco, sostanzioso, appetitoso, nutriente e sfizioso è tipicamente autunnale. Puoi servirlo come antipasto oppure come secondo, accompagnandolo ad una ricca insalata mista....
Pizze e Focacce

Come preparare la pizza di patate alla salentina

La pizza di patate alla salentina chiamata anche "pitta", è un piatto davvero gustoso e prelibato ed ha l'aspetto di un mix tra una semplice pizza e uno sformato di patate. Per capire come poter preparare questa "pitta", leggete questi punti e riuscirete...
Pizze e Focacce

Come fare la focaccia ripiena di verdure

Per una cena veloce e saporita, un'idea è quella di preparare una gustosa focaccia ripiena di verdure. Si tratta di un piatto sfizioso e genuino che verrà apprezzato sicuramente da tutti gli ospiti. A tal proposito, nella seguente guida, vedremo proprio...
Pizze e Focacce

Ricetta per il tortino di carciofi

Il tortino di carciofi è una ricetta semplice, nutriente e gustosa, da presentare come secondo piatto o come antipasto. In quest'ultimo caso, potreste anche scegliere di servirlo tagliato a tocchetti, magari con delle forchettine o degli stuzzicadenti...
Pizze e Focacce

Come riutilizzare il purè avanzato

Generalmente per "purè" o "purea" si intende una preparazione di patate resa in poltiglia. Nella ricetta tradizionale si utilizzano il latte e il burro ma, esistono diverse varianti che prevedono l'aggiunta di formaggio e noce moscata. Riutilizzare il...
Pizze e Focacce

Ricetta: timballo di carciofi

Il Timballo di carciofi è una specialità culinaria di Preturo, una frazione che si trova in provincia di Avellino. Infatti, questa ricetta è famosa per i carciofi coltivati nella zona. Qui i contadini del luogo coltivano i carciofi utilizzando tecniche...
Pizze e Focacce

La vera pizza fritta napoletana.

Esiste un detto sulla città di Napoli: "vedi Napoli e poi muori". Da questa breve frase si capisce quanto Napoli colpisca il cuore di chi la visita; essa è un città piena di bellezza, ma tra le tante meraviglie partenopee, chi la visita sicuramente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.