Come fare lo stufato di seppie al limone

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Lo stufato di seppie al limone è una pietanza piuttosto diffusa nella tradizione greca. Si tratta di un secondo piatto, piuttosto sostanzioso, che può essere consumato anche come piatto unico. Le seppie vengono insaporite dal liquido dell'agrume, che sfuma il loro gusto di per sé leggero, arricchito ulteriormente dalla presenza dell'aglio e del prezzemolo. Il tutto viene coronato da erbette aromatiche, vino locale e dal pomodoro fresco. Insomma, si tratta di una sinfonia di sapori indimenticabile. Se siete curiosi conoscere il procedimento di questa ricetta, seguiteci nei prossimi step. Scoprirete come fare lo stufato di seppie mettendo in pratica tutti i segreti di questa pietanza.

27

Occorrente

  • 1 kg di seppie
  • 5 pomodori a grappolo
  • 250 ml di vino bianco locale
  • il succo di un limone
  • trito d'aglio e prezzemolo
  • un giro d'olio extravergine d'oliva
  • sale e pepe a piacimento
37

Pulite le seppie

Il primo passo, quando si cucina una pietanza a base di pesce, è sempre quello della pulizia. Dovete quindi eliminare le interiora delle seppie, prestando attenzione a rimuovere l'inchiostro, che si trova nel suo sacco. Quando terminate con questi passaggi, passate all'ultimo step della pulitura. Lavatele con estrema cura, dopodiché asciugatele leggermente e sfregatele nel sale. A questo punto siete pronti per versare un giro d'olio in una padella antiaderente, e far così rosolare le seppie per un tempo di circa 5-6 minuti. Ricordate di girare costantemente le seppie su entrambi i lati per garantire una cottura uniforme.

47

Aggiungete i condimenti

Man mano che le seppie rosolano nell'olio che sfrigola, dedicatevi ai pomodori. Puliteli eliminando la buccia, per poi ricavare dei dadini. Aggiungeteli alle seppie continuando ad utilizzare la stessa padella. Insieme ai pomodori aggiungete anche un po' di vino, il trito d'aglio e prezzemolo e completate con una presa di sale. Se lo desiderate potete dare anche una leggera spolverata di pepe, in modo da rendere il gusto ancor più deciso. Coprite con un coperchio e fate andare le seppie con i condimenti a fiamma lenta. Appena notate che diventano tenere, versate il succo del limone e spegnete la fiamma.

Continua la lettura
57

Lasciate riposare e servite

Quando terminate con tutte le operazioni, spegnete la fiamma. Non servite subito, lasciate il coperchio per almeno dieci minuti, in modo tale che i sapori si leghino tra loro alla perfezione. Quando trascorrono i dieci minuti, potete stupire i vostri commensali con questo piatto tutto greco. Accompagnate la pietanza con del vino bianco e mettete in tavola una formaggiera con del parmigiano fresco. Sebbene il pesce non sempre viene consumato col formaggio, alcuni commensali adorano aggiungerlo. Siamo certi che non mancheranno i complimenti!

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non aggiungete il parmigiano, ma lasciatelo in tavola all'interno di una formaggiera munita di cucchiaino.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pesce

Come realizzare le seppie in umido con porcini

In molti sono i piatti a base di pesce che è possibile preparare, che vanno per esempio dalla pasta alle vongole e dagli spaghetti allo scoglio, fino ad arrivare al merluzzo con patate e al pesce spada alla messinese. Tuttavia esistono diverse pietanze...
Pesce

Come fare un ottimo stufato di totani e patate

Lo stufato è un tipico piatto dell'Italia del nord. È la pietanza perfetta per scaldare delle fredde e piovose serate d'inverno. Solitamente, si utilizzano delle patate e delle carni rosse, mentre la sua caratteristica principale consiste nel lungo...
Pesce

Come cucinare le seppie arrosto

A volte, quando lavoriamo in cucina, siamo in un certo qual modo bloccati dalla monotonia. Per spezzare un po' la ripetitività del nostro repertorio culinario, possiamo prendere in considerazione l'idea di preparare una ricetta originale. Le pietanza...
Pesce

Ricette: seppie con patate

Le seppie con patate rappresentano un secondo piatto davvero delizioso e sicuramente sarà in grado di stupire tutte le persone che avete invitato a cena. Il sapore di questi due ingredienti si amalgama alla perfezione e anche la loro consistenza si sposa...
Pesce

Come preparare le seppie alla pizzaiola

Le seppie alla pizzaiola costituiscono un goloso secondo piatto gustoso e molto semplice da preparare. Procuratevi delle seppie fresche e di buona qualità presso il vostro pescivendolo di fiducia e dei pomodori ben maturi: questi due ingredienti sono...
Pesce

Ricetta dello stufato di rana pescatrice

Siete stanche dei soliti piatti anonimi? Volete portare in tavola qualcosa di sfizioso ed originale? Se la vostra risposta è affermativa, provate a preparare uno stufato di rana pescatrice. Questo piatto oltre ad essere economico è semplice da cucinare...
Pesce

Ricetta: seppie ripiene di rucola, pomodorini e capperi

Una ricetta semplice e veloce da preparare e nel contempo davvero deliziosa, è sicuramente quella che prevede l'uso di seppie da farcire con rucola, pomodorini e capperi. L'elaborazione richiede una sequenza ben precisa, per ognuno degli ingredienti...
Pesce

Ricetta: seppie ripiene

Le seppie ripiene sono uno tra i piatti più conosciuti ed amati della cucina tradizionale italiana presente soprattutto lungo le coste del sud. Semplice, gustoso e veloce da preparare, vi farà fare un ottima figura con amici e parenti. La ricetta che...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.