Come fare un'angelica salata alla birra

tramite: O2O
Difficoltà: media
Come fare un'angelica salata alla birra
17

Introduzione

Molto spesso, quando si sta tra i fornelli, si entra in una sorta di routine fatta dalle medesime ricette che tendono a ripetersi. Un metodo per spezzare leggermente questa sorta di monotonia potrebbe essere quello di dedicarsi ad una ricetta nuova e particolare. Un'angelica salata alla birra, infatti, può rappresentare l'occasione per conferire quel tocco in più di vivacità alla propria cucina. Nei seguenti passi di questa guida, pertanto, andremo a vedere come preparare questa deliziosa treccia di pasta salata, ossia l'angelica. Il tutto può essere effettuato mediante pochi e semplici passaggi.

27

Occorrente

  • Acqua tiepida 75 g
  • Lievito di birra disidratato 3 g (oppure fresco 12 g)
  • Un cucchiaino di malto d'orzo (oppure un cucchiaino di zucchero)
  • Farina manitoba 135 g
  • Burro morbido 120 g
  • Sale fino 5 g
  • Uova 3 tuorli
  • Parmigiano reggiano grattugiato 75 g
  • Farina Manitoba 400 g
  • Birra Moretti 150 g
  • Pomodori secchi 100 g
  • Salame 150 g
  • Feta 100 g
  • Olive verdi snocciolate 50 g
  • Olive nere snocciolate 50 g
  • Olio di oliva q.b.
37

Procedere con la realizzazione del lievitino

Per la preparazione dell'angelica salata alla birra, occorre innanzitutto dedicarsi al lievitino. Si deve collocare il lievito di birra in acqua tiepida. Successivamente è necessario attendere che questo si sciolga, per poi andare a mescolare il composto mediante l'ausilio di un cucchiaio. Il prossimo procedimento consiste nell'aggiungere del malto d'orzo, per poi lasciarlo sciogliere, avvalendosi sempre di un cucchiaio. A questo punto, è necessario mettere la farina preventivamente setacciata in una terrina. Dopodiché si deve aggiungere il composto di malto ed il lievito, per poi mescolare accuratamente il prodotto. In buona sostanza, si deve ottenere un composto dalla consistenza omogenea. Quindi si deve impostare il composto, fino a quando si riesce a formare una palla, ossia il cosiddetto il lievitino. Quest'ultimo deve essere collocato sopra una ciotola protetta da una pellicola trasparente. In seguito dovrà essere lasciato in lievitazione per un'ora.

47

Aggiungere il composto di uovo, il burro, il lievitino, ottenere una palla liscia e far lievitare

Il prossimo passaggio consiste nello sbattere le uova in un contenitore insieme a della birra, per poi aggiungere il sale ed il parmigiano. Si deve utilizzare una planetaria con la foglia, all'interno della quale occorre inserire la farina setacciata. Quindi, successivamente si deve aggiungere il composto di uovo. Occorre procedere con l'impasto, attraverso la foglia, fino a quando gli ingredienti non avranno raggiunto un buon livello di omogeneità. A seguire è necessario estrarre la foglia, per poi predisporre il gancio. A questo punto si deve proseguire con la realizzazione, aggiungendo il burro a pezzetti un po' per volta. Questa operazione deve essere effettuata in modo tale da dare il tempo alla pasta di assorbirlo. È possibile inserire il lievitino, pezzo per pezzo, continuando ad impastare per mezzo del gancio. A seguire è necessario lavorare ed impastare per ottenere una palla dalla consistenza liscia. In seguito si deve posizionare, il tutto, all'interno di una ciotola, per poi proteggerla con una pellicola trasparente. Quindi non rimane che attendere il tempo della lievitazione, il quale dovrebbe aggirarsi intorno alle due ore.

Continua la lettura
57

Portare a termine la preparazione della ricetta e servirla in tavola

Per realizzare il ripieno è necessario ridurre a rondelle le olive nere e verdi, per prima cosa. Successivamente si deve procedere tagliando dei pomodori secchi, ed immediatamente si devono ricavare dei cubetti dalla feta e dal salame. La feta è quel classico formaggio greco, che ha le caratteristiche di essere a pasta semidura anche se friabile. Il prossimo procedimento è di stendere l'impasto, mediante l'ausilio di un mattarello, in modo tale da ottenere una sfoglia rettangolare. A questo punto è necessario spennellarla mediante dell'olio, per poi tempestarla di tutti quanti gli ingredienti precedentemente tagliati. Quindi è necessario arrotolare la sfoglia con molta cura, tentando di mantenerla adeguatamente stretta. Una volta realizzato un rotolo dalla consistenza compatta, è possibile effettuare un taglio lungo tutta quanta la lunghezza dello stesso. Quindi si devono intrecciare le due sezioni ottenute. In seguito occorre modellare, con la traccia ottenuta, una ciambella. Quest'ultima, poi, deve essere lasciata lievitare per 30 minuti circa. Successivamente si deve infornare l'angelica in un forno preriscaldato alla temperatura di 180 gradi centigradi per trentacinque minuti. Non appena avrà acquistato colore, sarà possibile tirarla fuori dal forno. Prima di servirla è buona regola lasciarla raffreddare per qualche minuto.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Potreste variare un po' gli ingredienti per ottenere una variante che più si adatta ai vostri gusti
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pizze e Focacce

Come preparare una ciambella salata ai formaggi e pancetta

Volete assaporare un antipasto dal sapore pieno e goloso? Allora la ciambella salata ai formaggi e pancetta fa al caso vostro. Se avete organizzato una cena con amici e parenti e state cercando una valida ricetta per un antipasto che sappia deliziare...
Pizze e Focacce

Ricetta: ciambella salata con salsiccia e friarielli

I friarielli, cime di rapa giovani e molto tenere, sono presenti in moltissime preparazioni della cucina regionale romana e napoletana e che, nonostante il sapore amarognolo, si accompagnano benissimo con piatti di carne. L'abbinamento più diffuso per...
Pizze e Focacce

Ricetta: ciambella salata con salsiccia e formaggio

La ciambella è una preparazione che di norma si presenta sulle nostre tavole sotto forma di dolce, soffice e delicato, adatto per le colazioni di ogni giorno. Si tratta di un piatto che, nelle sue numerose varianti regionali, è anche possibile ritrovare...
Pizze e Focacce

Ricetta: torta salata gorgonzola e pere

La torta salata è uno di quei piatti che può salvarci da una cena inaspettata e che per la sua versatilità si presta ad essere servita come antipasto o come seconda portata. A seconda degli ingredienti, di cui può essere molto ricca, la torta salata...
Pizze e Focacce

Torta salata di patate, asparagi e formaggio

La torta salata di patate, asparagi e formaggio è una delle tante varianti con cui è possibile preparare una torta salata. Quest'ultima, infatti, è da sempre considerata un piatto di salvataggio, in caso di mancanza di tempo e fantasia. Nel frigo non...
Pizze e Focacce

Torta di pane salata: la ricetta

La ricetta della torta di pane salata è davvero semplice e veloce da preparare. Se avete in casa degli avanzi che non sapete come riutilizzare, questa ricetta fa per voi. Basteranno infatti del pane secco, un uovo e qualche verdura. Con pochissimi passaggi,...
Pizze e Focacce

Come preparare la torta salata prosciutto, ricotta e zucchine

La torta salata con prosciutto, ricotta e zucchine è una ricetta semplice da preparare ma al contempo molto gustosa. Questo piatto, che può essere consumato sia caldo che freddo, si adatta alle occasioni più disparate: potrete servirlo come antipasto,...
Pizze e Focacce

Come preparare una torta salata di patate

La torta salata di patate è un invitante antipasto che può trasformarsi anche in un piatto unico da gustare, sia caldo che freddo, in ogni occasione. Esistono diverse versioni di questa torta con l'aggiunta di innumerevoli ingredienti, tanto da renderla...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.