Come fare un liquore all'anguria

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La frutta si presta davvero a molteplici utilizzi, anche nella preparazione di liquori. È bene sapere infatti che, aggiunta alla giusta dose di alcool, diventa un liquore gustoso e dissetante. Nella guida che segue vedremo, nello specifico, come preparare un liquore all'anguria. Oltre ad essere gradevole da gustare al naturale, possiamo impiegarlo nella preparazione di ghiaccioli o aggiunto alla macedonia per dare quel gusto in più. Ecco come fare un liquore all'anguria.

27

Occorrente

  • Ingredienti: 1/2 anguria, 400 gr di zucchero, 1/2 lt di alcool a 95°, 500 ml di acqua.
37

Prendiamo l'anguria e dividiamola a metà. È importante che la polpa dell'anguria sia bella compatta e soda. Quindi eliminiamo la buccia e tutti i semini, poi tagliamo la polpa a cubetti piuttosto piccoli. Procuriamoci un barattolo di vetro, puliamolo per bene all'interno e sterilizziamolo immergendolo in acqua bollente per qualche minuto.

47

Chiudiamo per bene il barattolo stringendo con forza il tappo. A questo punto lasciamo che maceri per almeno sette giorni. Trascorso il tempo di macerazione, dovremo filtrare il liquido contenuto nel barattolo, mentre l'anguria a dadini dovrà essere frullata a parte insieme allo zucchero e l'acqua.

Continua la lettura
57

A questo punto dovremo aggiungere al frullato l'alcool a 95° che abbiamo filtrato in precedenza. Una volta che i due liquidi saranno uniti, dovremo lasciarli riposare di nuovo, ma questa volta saranno sufficienti ventiquattro ore. Trascorso tale tempo, dovremo filtrare di nuovo il tutto. Dopo di ciò il liquore sarà pronto per essere imbottigliato e conservato. Il liquore all'anguria va servito freddo, quindi conserviamolo in frigorifero, di modo che sarà sempre alla temperatura giusta e potremo gustarlo in qualsiasi momento.

67

In alternativa per preparare il liquore all'anguria, prendiamo l'alcol e mettiamolo 12 ore nel frigorifero. Tagliamo l'anguria a pezzi piuttosto grandi e priviamola dei semini e dei noccioli. In una pentola abbastanza capiente mettiamo l'acqua e lo zucchero; portiamo ad ebollizione e uniamo l'anguria. Giriamo lentamente il composto con un mestolo di legno molto lentamente. Dopo circa un'ora spegniamo il gas e attendiamo almeno 2 ore, in modo tale che il composto si sia perfettamente raffreddato, Prendiamo una bottiglia di vetro e riempiamola per metà di alcol. Aggiungiamo il preparato a base di anguria e shakeriamo il liquore. Conserviamo il liquore per almeno 2 settimane in un luogo fresco e asciutto prima di gustarlo. Ricordiamo infine di consumare il liquore entro e non oltre un anno dalla sua apertura.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • rispettiamo i tempi di macerazione.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Vino e Alcolici

Come fare un mojito all'anguria

Un cocktail con gli amici e qualche stuzzichino salato creano subito l'atmosfera e l'allegria. Dopo una lunga giornata lavorativa, un buon aperitivo rinfresca lo spirito e favorisce il relax. Per un simpatico cocktail estivo in compagnia, in giardino...
Vino e Alcolici

Come preparare il liquore alla banana

Il liquore è un alcolico molto forte che spesso si usa per accompagnare i dolci dopo cena. Proprio per la sua caratteristica di essere fortemente alcolico non è sempre gradito da tutti.Esistono moltissimi gusti di liquori e moltissime gradazioni. Ad...
Vino e Alcolici

Ricetta bimby: liquore al cioccolato

In questa guida vi spieghiamo oggi come creare una ricetta bimby: liquore al cioccolato. Per fare tale liquore delizioso, ci sarà bisogno di usare del cacao amaro olandese di prima scelta, e del latte fresco intero. Il liquore al cioccolato lo potrete...
Vino e Alcolici

Ricetta: liquore al cioccolato aromatizzato al peperoncino

Il liquore al cioccolato aromatizzato al peperoncino è un alcolico estremamente delizioso e perfetto se abbinato al gelato, al caffé, o sorseggiato così com'è. La ricetta che vedete riportata qui di seguito contiene circa il venticinque per cento...
Vino e Alcolici

Come preparare un liquore di carrube

Oltre che per ricavare la farina, le carrube si possono impiegare anche per preparare un liquore. Il liquore di carrube è un ottimo digestivo ed è l'ideale per accompagnare un dessert di fine pasto. Se servito freddo, il liquore è anche un piacevole...
Vino e Alcolici

Come preparare il liquore allo zenzero

Lo zenzero è molto usato nella cucina italiana. Dai primi piatti ai dolci, offre un sapore aromatico molto simile a quello del limone. Un uso molto particolare dello zenzero è quello che lo vede protagonista in un liquore dal gusto forte e deciso, quello...
Vino e Alcolici

Come preparare liquore di vaniglia

Le bacche di vaniglia rappresentano un valido rimedio per lo stress e l'insonnia. Hanno infatti potere antiossidante per le cellule e sono anche un ottimo afrodisiaco. Ecco perché è da sempre possibile preparare numerose ricette a base di vaniglia,...
Vino e Alcolici

Come preparare il liquore all'amarena

L'amarena, conosciuta anche come "visciola" o "marasca", è una varietà più acidula della ciliegia, ma non per questo meno gustosa. Il suo utilizzo è molto frequente in cucina, in particolar modo per tutto ciò che riguarda dolci e creme, come ad esempio...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.