DonnaModerna

Come fare una riduzione al vino rosso

Tramite: O2O 06/08/2021
Difficoltà: media
16

Introduzione

Un buon vino, in genere, accompagna un piatto come bevanda. Questo, però, non è il suo unico utilizzo: può, infatti, insaporire direttamente una pietanza se lo si usa a mo' di salsa. Per creare questo sughetto, utile per donare alla carne quel tocco in più di gusto, occorrono pochissimi ingredienti: vino, brodo vegetale e qualche spezia. In questa guida vedremo insieme come fare un'ottima riduzione al vino rosso seguendo delle semplici mosse. Il successo sarà garantito e i vostri piatti acquisteranno quella giusta nota di agrodolce che tanto piace.

26

Occorrente

  • Vino (500 ml circa)
  • Sale, pepe e aromi (rosmarino o alloro)
  • Brodo vegetale (300 ml)
  • Cipolla o scalogno
  • Burro o olio di oliva
  • Farina (30 g)
36

Quale vino rosso scegliere per preparare la riduzione

Per ottenere una squisita riduzione al vino rosso, occorre innanzitutto che scegliate un vino dal sapore abbastanza intenso, che rimanga tale anche dopo la cottura. Dopo aver scelto accuratamente il vostro vino, potete mettervi all'opera. In un tegame sciogliete del burro (se desiderate una versione più leggera potrete tranquillamente sostituire il burro con l'olio di oliva). Tritate finemente la cipolla, o, se lo preferite, dello scalogno e aggiungetelo al burro. Quando la cipolla sarà appassita, aggiungete nel tegame la farina mescolando il tutto e versate il vostro vino. Lasciate cuocere a fiamma bassa, fin quando il vino non avrà ridotto il suo volume di circa un terzo, perdendo la parte alcolica.

46

Quando aggiungere il brodo vegetale per ottenere la riduzione al vino rosso

A questo punto unite al vino il brodo vegetale che avete preparato in precedenza (per il brodo vegetale occorre versare in una pentola dell'acqua, aggiungere carote tagliate a rondelle, pomodori, sedano, cipolla, sale e pepe e lasciare bollire il tutto per circa un'ora, eliminando poi, a fine cottura, le verdure). Insieme al brodo vegetale vanno messi anche il sale e gli aromi: sono ottimi l'alloro, il pepe nero e il rosmarino. L'importante è non usarne in grandi quantità poiché potrebbero coprire il sapore del vino. Continuate la cottura a fiamma bassa, fin quando la consistenza del vino non risulterà densa e cremosa. Eliminate, poi, eventuali grumi e lasciate raffreddare.

Continua la lettura
56

Come rendere particolare la riduzione al vino rosso

Per arricchire il sapore della vostra riduzione al vino rosso, donandole un tocco di agrodolce, potrete aggiungere, durante la cottura, un cucchiaio di zucchero o del miele. La riduzione al vino rosso si sposa bene soprattutto con la carne rossa e il pollame, ma è ottima anche in unione con il pesce e le verdure. Può essere usata subito dopo la preparazione o dopo 4 o 5 giorni. Per conservarla bisogna riporla in frigo in un contenitore sigillato ermeticamente. A questo punto non mi resta che augurarvi buon appetito!

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

Come cucinare il cavolo rosso

Esistono vari modi per cucinare il cavolo rosso (conosciuto anche come cavolo viola), ma spesso non si sa come farlo e si finisce sempre per lessarlo. In realtà è un vegetale ricco di proprietà, poiché ricco di vitamine A e C. Queste vitamine sono...
Consigli di Cucina

5 ricette da abbinare al vino novello

Siamo già in autunno e la degustazione dei vini novelli è già iniziata.Questo esclusivo vino, dal gusto intenso ma allo stesso tempo fine, dalle caratteristiche particolari e dal profumo pregiato, è sicuramente idoneo a determinate pietanze che non...
Consigli di Cucina

5 ricette con il riso rosso

In questa guida, scopriremo insieme 5 semplici ricette per cucinare il riso rosso, una qualità di riso ancora poco conosciuta in Italia, seppur coltivata nella pianura padana, che vale la pena portare sulle nostre tavole. Il riso rosso, infatti, apporta...
Consigli di Cucina

Vini da abbinare alla bourguignonne

La Bourguignonne è una specialista svizzera e non francese come il nome potrebbe suggerire. Si tratta di una pietanza a base di carne di manzo e di vitello che viene cotta nel vino rosso insieme ai funghi, alle cipolle e alla pancetta, anche se la ricetta...
Consigli di Cucina

Vini da abbinare all'ossobuco

Se avete intenzione di preparare un secondo a base di carne optando magari per l'ossobuco e per le varie ricette da elaborare, è importante saper scegliere il vino adatto. L'Italia è un paese che ne produce tantissimi da regione a regione, anche se...
Consigli di Cucina

Come fare l’aceto

L'aceto è un condimento molto utile in cucina poiché viene impiegato per la realizzazione, e anche conservazione, di diversi tipi di piatti.L'aceto si ottiene dal processo di fermentazione del vino, pertanto può essere realizzato anche direttamente...
Consigli di Cucina

Come fermentare il succo d'uva

L'uva di buona qualitá, in particolare quella da coltivazioni biologiche, contiene per sua natura lieviti e zucchero: i 2 elementi necessari alla fermentazione. Anche pane, birra e la frutta in generale fermentano spontaneamente. La fermentazione è...
Consigli di Cucina

10 piatti tipici della cucina milanese

L'Italia è uno dei paesi, se non il paese, in cui si mangia meglio al mondo. Ogni regione, ogni provincia e spesso anche ogni singolo borgo vanta una o più specialità gastronomiche e Milano non fa certo eccezione.Accanto alle sfilate di moda e ai ristoranti...