Come fare una zuppa di miglio e zucca

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Con l'arrivo dell'autunno, ma soprattutto dell'inverno ed i primi freddi, desiderate trovare un modo efficace per riscaldarvi, senza l'utilizzo di tante coperte? Cercate quindi un rimedio per sconfiggere il freddo ma allo stesso tempo che sia gustoso? Niente paura, questa guida fa certamente al caso vostro! In autunno, complice l'arrivo del freddo, cresce la voglia di pietanze calde e ristoratrici fra le quali primeggiano indubbiamente le zuppe. La zucca è facilissima da reperire, vero ortaggio di stagione mentre il miglio, cereale nobile e forse ancora poco conosciuto, si rivela versatile e soprattutto di rapida cottura. Se siete interessati a questo argomento, qui di seguito vi sarà spiegato come fare una zuppa di miglio e zucca.

26

Occorrente

  • Miglio, circa 600 gr.
  • Zucca Mantovana, circa 400 grammi
  • Olio extravergine d'oliva, q.b.
  • Cipolla bianca, 1
  • Sale e pepe, q.b.
  • Rosmarino e zenzero tritati al momento
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva a crudo per ciascun commensale
  • Crostini di pane integrale o di segale come accompagnamento
36

Lavare e scolare il miglio

Come prima cosa, dopo esservi procurati tutti gli ingredienti necessari, lavate e scolate il miglio per eliminare eventuali tracce di impurità. Successivamente procedete portando a bollore circa un litro e mezzo di acqua. Nel frattempo occupatevi di rimuovere la buccia della zucca, tagliate la parte interna a dadini e fatela rosolare in una padella abbastanza capiente con la cipolla sminuzzata, un po' di olio extravergine d'oliva, sale e pepe. Lasciate cuocere il tutto a fiamma bassa per circa cinque minuti, fino a quando gli ingredienti saranno ben amalgamati.

46

Aggiungere il miglio

Aggiungete adesso il miglio assieme all'acqua bollente che incorporerete con gradualità mano a mano che il cereale cuoce. Lasciate la padella sul fuoco, a fiamma bassa, per circa trenta minuti avendo l'accortezza di aggiungere acqua se necessario per evitare eventuali bruciature. Ripetete lo stesso procedimento fino a quando il miglio avrà raggiunto la giusta consistenza; per facilitare una cottura omogenea è consigliabile coprire la pentola. Aggiustate di sale e pepe se necessario, incorporate rosmarino e zenzero sminuzzati e mescolate bene. Estraete adesso la pentola dal fuoco ed iniziate ad impiattare.

Continua la lettura
56

Ultimare il piatto e servire caldo

Distribuite, preferibilmente all'interno di appositi piatti da zuppa, qualche mestolo di "preparato" e irrorate il tutto con olio extravergine di oliva versato a crudo, un cucchiaio per ciascun commensale.
Per rendere il piatto di sicuro effetto e ancora più sostanzioso potrete accompagnarlo con crostini di pane integrale oppure di segale che andrete a sistemare accanto ai bordi del piatto; questi potranno servire, a chi lo desidera, per la classica "scarpetta" finale. Ricordatevi di servire la zuppa di miglio e zucca ben calda per non perderne l'aroma ed il gusto morbido e vellutato!

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Qualora dovesse avanzarne, conservatela in frigorifero e consumatela successivamente!
  • Per facilitare una cottura omogenea è consigliabile coprire la pentola.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Come fare una zuppa di ceci miglio e verza

Molto spesso ci capita di voler preparare un piatto diverso dai soliti in modo da cambiare la nostra alimentazione ed assaporare pietanza sempre differenti. Tuttavia preparare piatti sempre diversi non è mai facile perché dovremo conoscere moltissime...
Primi Piatti

Come preparare la zuppa di zucca al guanciale croccante

Le temperature che troviamo d'inverno, contribuiscono a farci apprezzare cibi ben caldi, quali minestre, vellutate passati di verdura e zuppe. Anche se le abbiamo a disposizione per tutto l'anno, il momento migliore per gustare la zucca rimane senza ombra...
Primi Piatti

Come preparare la zuppa di zucca con erba cipollina al pepe rosa

La zuppa di zucca con erba cipollina al pepe rosa è una specialità da gustare soprattutto durante le cene autunnali e invernali. È ottima assaporata da sola oppure gustata assieme a crostini di pane fritti nell'olio extravergine d'oliva. È cremosa...
Primi Piatti

Come preparare la zuppa di zucca, zenzero ed erba cipollina

Quando l'autunno bussa alla porta, portando con sé i suoi bellissimi colori e sapori, significa che è tempo di correre in cucina per preparare i piatti tipici di questa fresca e colorata stagione dell'anno. Una buona zuppa, calda e profumata, può scaldare...
Primi Piatti

Come preparare la zuppa di zucca alla panna

Nelle fredde e piovose sere d'inverno, non c'è niente di più buono di una bella zuppa per riscaldarsi. L'ortaggio perfetto per prepararne una è la zucca, dolce e saporita, con la quale si possono cucinare una serie infinità di pietanze gustose. La...
Primi Piatti

Come preparare la zuppa di caldarroste all'uva passa con zucca

Quando si addentra l'autunno, a ridosso con l'inverno, viene voglia di gustare un buon piatto caldo, nutriente e gustoso. Esistono svariate ricette, dalla pasta con brodo caldo, alle zuppe e verdure calde e dense. Il calore che danno questi piatti nelle...
Primi Piatti

Zuppa di zucca con porcini e pancetta

Se amate i sapori decisi e volete realizzare una serata all'insegna del gusto, questa ricetta fa al caso vostro. Nei prossimi passi, troverete il procedimento per fare la zuppa di zucca con porcini e pancetta. Si tratta di un piatto molto gustoso e delicato...
Primi Piatti

idee per cucinare il miglio al posto della pasta

Nonostante siano un elemento importante nella piramide alimentare, non tutti hanno l'abitudine di consumare legumi se non in casi eccezionali come a Capodanno o alle sagre specifiche. Questa affermazione può far sorridere, ma in molti casi è vera. Forse...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.