Come friggere il pesce bandiera

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il pesce bandiera, viene comunemente chiamato pesce sciabola o spatola per la sua particolare forma nastriforme e dal colore argento vivo. Si tratta di una specie diffusa nel Mar Mediterraneo, ma spesso viene pescato anche altrove. Infatti la sua diffusione si spinge anche sulle coste oceaniche. La sua particolarità, oltre alla forma, è quella di non essere munito di scaglie sulla pelle. Questo rende la pulitura e la preparazione in cucina, molto più semplice e adatta anche ai bambini che spesso non mangiano il pesce a causa di fastidiose squame trovate nel piatto. In questa guida vedremo, nel particolare, come friggere il pesce bandiera.

26

Occorrente

  • coltello affilato
  • olio di semi
  • farina
  • uova
  • prezzemolo per guarnire
  • limone
36

Una volta puliti i tranci di pesce bandiera, andremo a passarli in una terrina in cui avremo preparato della farina da panatura. Potete usare la comune farina, oppure per un risultato più croccante, vi consiglio di usare la farina di tipo zero. Fatto ciò, ponete i filetti impanati in un'altra terrina dove avrete montato delle uova intere aggiungendo sale e pepe a piacere. Si tratta di una specie diffusa nel Mar Mediterraneo, ma spesso viene pescato anche altrove. Infatti la sua diffusione si spinge anche sulle coste oceaniche. La sua particolarità, oltre alla forma, è quella di non essere munito di scaglie sulla pelle. Questo rende la pulitura e la preparazione in cucina, molto più semplice e adatta anche ai bambini che spesso non mangiano il pesce a causa di fastidiose squame trovate nel piatto. Potere ripetere questi due passaggi per una seconda volta, in modo che la panatura venga più spessa e sfiziosa. Se vi piacciono, potete aggiungere qualche spezia nell'uovo, ad esempio noce moscata e scorzetta di limone.

46

A questo punto mettete su fuoco vivo una padella antiaderente con dell'olio di semi abbondante e lasciate che si riscaldi bene. A temperatura raggiunta, ponete uno ad uno i filetti nell'olio caldo e lasciateli cuocere per pochi minuti da un lato e poi dall'altro. Quando la crosticina della panatura risulterà bella dorata, alzate i filetti dall'olio e poneteli su della carta assorbente che asciugherà l'olio in eccesso. Non fateli raffreddare troppo ma poneteli in un piatto da portata guarnito con delle fettine di limone ed una spolverata di prezzemolo.

Continua la lettura
56

Ci occorreranno dei filetti di pesce bandiera che potete pulire voi stessi privandoli dalla spina centrale e dalla pelle, oppure potete chiedere di farlo al vostro pescivendolo di fiducia. Per ogni porzione occorre un pesce bandiera poiché avendo questa forma allungata, non è molto pieno di carne. In questo modo, riusciremo ad ottenere dai quattro ai sei filetti per pezzo. Regolatevi anche in base ai vostri commensali e dal loro grado di appetito.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • In cucina lavorate sempre di fantasia per ottenere piatti sfiziosi e dal gusto deciso
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Dolci

Come decorare una torta tricolore

Desiderate decorare la vostra torta con i colori della bandiera italiana, magari per festeggiare un successo sportivo (si spera) o più semplicemente per celebrare una ricorrenza nazionale o il compleanno di un vostro caro? Allora questa è la guida che...
Pesce

Ricetta: cuoppo di pesce fritto fresco di giornata

Il cuoppo di pesce fritto è uno street food tipico della cucina Campana, che rimanda a tradizioni antiche. Nasce dall'esigenza dei pescatori di consumare il pesce meno pregiato pescato con le loro reti, che spesso restava invenduto. Letteralmente il...
Pesce

Ricetta: filetti di merluzzo alla mugnaia

I filetti di merluzzo alla mugnaia sono un secondo piatto leggero e gustoso. La ricetta è davvero semplice da preparare e gli ingredienti facilissimi da reperire. I filetti di merluzzo alla mugnaia si possono cuocere in forno (per una ricetta più leggera)...
Pesce

Come preparare i filetti di triglia ai pomodorini fritti

La triglia è un tipo di pesce molto particolare. Bella all'esterno con il suo caratteristico colore rosa e argento e soprattutto buona all'interno, con il suo sapore deciso ma delicato, la triglia viene usata in cucina per tantissime preparazioni: in...
Pesce

Ricetta: frittelle di pesce con crema di noci

Il pesce è un piatto che nella cucina italiana non può assolutamente mancare: la dieta mediterranea richiede anche la presenza di questo delizioso alimento, che fa bene alla salute, e le ricette che aggiungono valore ad una buona portata di pesce sono...
Antipasti

Come preparare i filetti di baccalà in pastella

I filetti di baccalà in pastella sono una tipica pietanza della cucina laziale. È un piatto gustoso che richiede pochi ingredienti e una semplice preparazione.È uso comune mangiare il baccalà come antipasto per la cena della vigilia di natale oppure...
Consigli di Cucina

10 regole d'oro per friggere

Fritto, che bontà! Alzi la mano chi riesce a non leccarsi i baffi davanti ad un piatto di croccanti patatine fritte, una invitante frittura di pesce, un gustoso bigné: niente da fare. Unico problema: la frittura non è esattamente la tipologia di cottura...
Dolci

Come preparare i budini ai tre colori

Conosciamo la bontà del budino, presentato in tanti sapori, gustoso e nutriente, ottimo per uno spuntino o una merenda rinfrescante. In commercio ne esistono davvero moltissimi, adatti per qualsiasi palato. Nonostante siano presenti sul mercato, quindi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.