Come friggere le panelle

Tramite: O2O
Difficoltà: media
19

Introduzione

Quando siete alla ricerca di qualcosa di veramente delizioso da offrire ai vostri ospiti durante l'aperitivo, le panelle potrebbero essere il piatto ideale che corrisponde ai requisiti da voi richiesti. Nella guida seguente vi forniremo alcuni consigli utili sulla preparazione e sulla frittura di questo tipico cibo da strada particolarmente gustoso e nutriente. Vediamo quindi come preparare e friggere le panelle.

29

Occorrente

  • 550 gr. di farina di ceci
  • 1.500 ml. di acqua
  • Un mazzetto di prezzemolo tritato
  • Una manciata di sale
  • Una spolverata di pepe
  • Succo di limone
  • 1.000 ml. d'olio di semi
  • Un tegame capiente
  • Una padella per friggere
  • Carta assorbente da cucina
  • Stuzzicadenti
39

Cenni storici sulle panelle

Innanzitutto, dovete sapere che le panelle sono una ricetta tipica della Sicilia e devono la loro origine alla città di Palermo. Probabilmente il piatto venne introdotto dagli Arabi durante il loro dominio sull'isola, sperimentando questo delizioso prodotto alimentare utilizzando il cece ridotto in farina.
Le panelle vengono considerate come una ricetta da strada, poiché possono essere acquistate nelle piccole rivendite denominate "friggitorie" posizionate strategicamente agli angoli delle principali strade urbane. Grazie alla loro indiscutibile prelibatezza, questa ricetta viene ritenuta uno dei dieci prodotti alimentari da strada migliori al mondo.

49

Le modalità di preparazione delle panelle

Le modalità in cui è possibile gustare questa ricetta sono numerose. Una di queste è la farcitura alle "mafalde", ovvero dei morbidi panini conditi con semi di sesamo. Per realizzarli sarà sufficiente tagliare il pane in due parti ed inserirci le panelle ancora calde. Altre idee potrebbero essere quelle di abbinare le panelle in aggiunta ad un piatto di patate condite con il prezzemolo, così da assaporare il loro gusto delicato in abbinamento agli aperitivi, o in alternativa gustarle da sole come antipasto.

Continua la lettura
59

Le prime fasi della ricetta

Con riferimento alla preparazione dell'impasto, vediamo le operazione da compiere. Prendete un tegame capiente e aggiungete acqua, farina di ceci, sale e pepe. Mescolate il tutto mediante un cucchiaio di legno, finché gli ingredienti non risulteranno perfettamente amalgamati. Mettete la pentola sul fuoco con la fiamma moderata e fate cuocere il composto per circa 40 minuti, continuando a mescolare per evitare sia la formazione di grumi che l'incollatura degli ingredienti sul fondo della pentola durante la cottura. Fatto ciò, spegnete il fuoco quando l'impasto si solidifica ed inizia a staccarsi dalle pareti del tegame. Unite il prezzemolo fresco precedentemente tritato e mescolate per amalgamarlo al composto, dopodiché versate il tutto dentro una teglia pareggiando la miscela affinché abbia il medesimo spessore. Riponete quest'ultima all'interno del frigorifero per almeno 60 minuti.

69

La continuazione della cottura

Allo scadere del tempo, prendete un tegame dai bordi alti e versateci dentro l'olio di semi, facendolo scaldare per bene e stando attenti a non farlo bruciare. Nel frattempo, rimuovete la teglia dal frigorifero e iniziate a ritagliare il composto in tante fettine dallo spessore di circa 1 cm, affinché la cottura risulti bella uniforme. Quando l'olio di semi risulterà ben caldo, e lo sarà nel caso in cui, immergendo uno stuzzicadenti, questo mostrerà molteplici bollicine sulla propria punta, sarà possibile proseguire con la cottura.

79

Le ultime fasi della ricetta

Arriviamo alle operazioni conclusive della ricetta. Immergete le panelle nell'olio di semi bollente, rigirandole su entrambi i lati, finché non assumeranno un colorito dorato. Rimuovetele dall'olio di semi, fatele sgocciolare e sistematele sopra un piatto da portata, dove prima bisogna stendere qualche foglio di carta assorbente da cucina. Spolverizzate tutte le panelle cotte con una manciata di sale, un po' di pepe e qualche goccia di succo di limone, dopodiché potrete servire il prodotto caldo in tavola. Abbiamo terminato la nostra guida su come preparare e friggere le panelle. Per ulteriori informazioni consultate il link: https://ricette.giallozafferano.it/Panelle.html.

89

Guarda il video

99

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per preparare la ricetta saranno necessari circa 20 minuti, mentre la cottura richiederà pressoché 60 minuti in totale.
  • Il quantitativo degli ingredienti specificati nella sezione "Occorrente" corrisponde alla preparazione di dieci porzioni.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pizze e Focacce

Come fare una torta rustica patate, melanzane e zucchine

Se siamo alla ricerca di un piatto versatile, gustoso, da preparare in anticipo e che possa essere servito come piatto unico o magari accompagnando un aperitivo, la torta rustica patate, melanzane e zucchine fa proprio al caso nostro. Proprio per la sua...
Pizze e Focacce

Come fare le frittelle di asparagi

L'asparago è una specie vegetale ricca di fibre, dalle proprietà drenanti e depurative. Viene molto apprezzato in cucina per preparazioni di vario genere. Si prestano perfettamente come antipasto o goloso secondo piatto. Al vapore, con la pasta, in...
Pizze e Focacce

Come amalgamare il riso per arancini

L'Italia, com'è ben noto, è il paese della buona cucina per eccellenza. E ogni regione italiana contribuisce a questo grande patrimonio con le sue specialità. Alcune hanno origini antiche e povere, che diventano col tempo vere delizie per occasioni...
Pizze e Focacce

Come fare i panzerotti fritti

I panzerotti rappresentano un tipo di pasta lievitata, farcita e fritta chiudendo su su stessa la pasta lievitata. Questo tipo di preparazione risulta essere piuttosto semplice da realizzare, proprio per questo potrete provare voi stessi ad eseguirla....
Pizze e Focacce

Come preparare gli arancini al burro

Se desiderate preparare gli arancini al burro in casa, vi basterà seguire qualche semplice consiglio. Potrete così imparare a cucinare una delle ricette più famose della cucina siciliana. Gli arancini al burro sono un tipico cibo di strada. Prepararli...
Pizze e Focacce

Ricetta: panzerotti ricotta e mortadella

I panzerotti sono un finger food semplice e gustoso, perfetti anche come aperitivo e come antipasto. Data la loro ricchezza di gusto e la corposità degli ingredienti che li compongono, i panzerotti sono sempre da considerarsi come piatto unico o, al...
Pizze e Focacce

Come preparare la pizza fritta alle melanzane

La pizza è una delle prelibatezze indiscusse del panorama culinario partenopeo. La variante che va per la maggiore è quella classica, ovvero la pizza margherita. Esistono però diverse tipologie che bisogna provare quando ci si reca a Napoli. Tra queste...
Pizze e Focacce

Come fare gli arancini siciliani

Gli arancini sono un prodotto tipico della cucina siciliana, ed in realtà si tratta di polpette di riso di forma sferica, oppure ovalizzata con un ripieno vario: di ragù e piselli, ma anche con l'aggiunta di funghi, mozzarella e melanzane, prosciutto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.