Come impastare la farina di mandorle

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

La farina di mandorle è uno degli alimenti più nutrienti e allo stesso tempo gustosi. Proveniente dalla macinazione del seme di mandorlo, è la base di preparazione per ricette dolci e salate. Le proprietà nutrizionali delle mandorle le rendono un alimento completo, considerando la loro composizione ricca di grassi “buoni” (mono e poli insaturi), proteine e carboidrati. Sono inoltre una fonte di oligoelementi importanti poiché contengono vitamine del gruppo B, vitamina E, magnesio, ferro e laetrile una sostanza benefica antitumorale. Le migliori mandorle provengono dalla Sicilia, dove vengono coltivate più di settecento specie prodotte nella zona di Agrigento, famosa per la Sagra del mandorlo in fiore. La farina, oltre alla preparazione di ricette buonissime, risulta quindi essere un alimento digeribile, adatto a grandi e bambini, molto utile in casi di elevato dispendio energetico, come per esempio la gravidanza. Inoltre essendo senza glutine risulta adatta all'allestimento di dolci per celiaci. Se siete interessati a questo argomento, qui di seguito vi sarà spiegato nella maniera più chiara e comprensibile possibile, come impastare correttamente la farine di mandorle.

27

Occorrente

  • 800 g di mandorle sgusciate
  • 800 g di zucchero semolato
  • 300 g di acqua per l'impasto
37

Preparazione

La preparazione della farina di mandorle è davvero semplice quindi vale la pena iniziare dai semi. Mettete a bollire dell’acqua e scottare appena le mandorle con ancora la pelle. Pelatele accuratamente e lasciatele asciugare. Per accelerare i tempi è possibile asciugarle in una padella antiaderente a fuoco vivo per pochi minuti. Mixate queste in un frullatore.

47

Asciugatura

Il processo di asciugatura prima della macinazione è indispensabile per evitare che le mandorle rilasciando gli oli si attacchino nel mixer. Mettete a bollire l’acqua e aggiungete lo zucchero e la farina di mandorle precedentemente ottenuta mescolando con un cucchiaio di legno, avendo cura di far sciogliere tutto lo zucchero e non fare attaccare il composto.

Continua la lettura
57

Composto

Versate il composto ancora caldo dentro una terrina abbastanza capiente e lasciate raffreddare per circa mezzora prima di metterlo in frigorifero a riposare per almeno altre due ore. Il composto così ottenuto risulta adatto a preparazione di frutta martorana, granita siciliana, latte di mandorla o può essere usata per decorare dolci. Con l’aggiunta di altri ingredienti, potrete tranquillamente ottenere biscotti e torte. Un dolce molto famoso prodotto con questa tipologia di impasto è sicuramente la frutta martorana. Buon appetito!

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Dolci

Come preparare i biscotti alla farina di mandorle e di mais

Preparare dei biscotti in casa è una delle attività più divertenti per chi vuole avvicinarsi alla cucina. Il profumo di biscotti che invade le stanze è uno dei risvegli migliori che potremmo avere. Esistono tante ricette semplici e veloci che potremo...
Dolci

Ricetta: muffins con farina di mandorle

I muffins sono dei dolci tipici della tradizione inglese, ma ormai sono assunti regolarmente anche nel nostro paese. Questi alimenti sono presenti sia in una versione dolce che in una variante salata. In questa guida vi proponiamo la ricetta dei muffins...
Dolci

5 dolci con la farina di mandorle

Mangiare un buon dolce dopo pranzo, per merenda o dopo cena, è sempre piacevole. I dolci preparati in casa, sono quelli più gustosi e genuini e possono inoltre essere preparati in moltissimi modi con migliaia di ingredienti. La farina di mandorle per...
Dolci

Come preparare la farina di mandorle

Sempre più spesso, vi sono adulti e bambini che sviluppano intolleranze di ogni genere. Alcuni dei nutrienti più a rischio sembrano essere le farine contenenti glutine ed i prodotti ricavati dal latte, quest'ultimo incluso. Parallelamente allo svilupparsi...
Dolci

Ricetta: crostata con farina di mandorle

La crostata è un dolce tipico della pasticceria italiana, dalla frolla friabile e dal goloso ripieno alla crema di nocciole, al cioccolato, alla ricotta oppure alla marmellata di frutta. La ricetta che ti propongo prevede l'uso della farina di mandorle....
Dolci

Come impastare la martorana

La martorana è una specialità tutta italiana, che proviene precisamente dalla Regione Siciliana, ed è una preparazione a base di mandorle. È possibile acquistarla praticamente in qualsiasi pasticceria siciliana o nei grandi supermercati, ma si può...
Dolci

Come preparare i bocconcini di mandorle

A scaglie, tritate o sotto forma di farina, le mandorle sono degli ingredienti molto usati nella pasticceria e nella gelateria. La farina di mandorle, ad esempio, si utilizza per preparare ottimi dolci. A volte in aggiunta o in totale sostituzione della...
Dolci

Ricetta: torta di pere e mandorle

Morbida e soffice, la torta di pere e mandorle è un dolce ideale sia per la colazione che per la merenda. Una fetta di torta servita assieme a una salsa alle pere diventa anche uno sfizioso fine pasto. Facile da preparare, la torta si contraddistingue...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.