Come invecchiare il vino in botte

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

I vini che traggono benefici dall'invecchiamento risultano essere esattamente i vini rossi che però devono essere conservati solamente per un certo periodo di tempo, il quale risulta essere precisamente diverso da vino a vino. Il modo per riconoscere lo stato di invecchiamento di un vino è molto semplice: basta guardare il colore!! Se il colore è rosso porpora vuol dire che il vino è molto giovane, se il colore rosso granato vuol dire che è invecchiato ma non ancora abbastanza. Il colore che dovete raggiungere è l'aranciato. Naturalmente, provvedendo da soli all'invecchiamento del vostro prezioso vino, non avrete la necessità di rivolgervi ad un professionista per farlo al posto vostro, in tal modo otterrete dunque un notevole risparmio economico. Continuate, quindi, a leggere questa interessante ed utile guida per apprendere in modo piuttosto semplice e veloce come invecchiare il vino in botte.

25

Occorrente

  • Botte di legno
  • Cantina per tenere la botte o un posto adeguato
35

I vini rossi si possono invecchiare in modo semplice nelle botti, dal momento che queste risultano essere sufficientemente porose per consentire l'interscambio con l'ambiente aereo che risulta essere estremamente pericoloso per i vini bianchi. Quindi, la prima cosa che dovrete fare risulta essere quella di disinfettare le botti a dovere, dopodiché versateci il vino e mettetele in un posto dove possono restare tutto il tempo necessario per far invecchiare il vostro vino. È molto importante sapere che il vino quando invecchia ha diverse fasi, le quali vi consentiranno di capire l'evoluzione dell'invecchiamento del vostro vino. La prima fase riguarda esattamente la fermentazione malolattica dove avvengono i primi ed importanti cambiamenti che rendono il vino più morbido. In questa fase il vino tenderà ad assumere esattamente il color rubino.

45

La seconda fase per l'invecchiamento del vostro vino, si chiama esattamente elevazione in fusti, nella quale il legno cede precisamente delle sostanze al vino che lo rendono più rotondo. Queste sostanze si chiamano precisamente aldeidi, cinnamica e vanillina. Dato che la botte è di legno il vino non riesce ad estrarre grandi quantità di aromi come succederebbe, al contrario, da botti del tutto nuove. In questa precisa fase il vino tenderà precisamente al color rosso granato.

Continua la lettura
55

Dopo che il vino è stato perfettamente conservato per il tempo necessario, si travasa accuratamente all'interno delle bottiglie. Tale specifico passaggio, consentirà al vostro vino di acquisire moltissimi nuovi aromi.
Una cosa molto importante in questa fase risulta essere esattamente quella di porre la bottiglia precisamente in orizzontale, per non far seccare fastidiosamente il tappo e farlo restare elastico, altrimenti nel vino avverrebbero scambi gassosi con l'esterno e prenderebbe un sapore sgradevole.
Le bottiglie, inoltre, dovrebbero essere di vetro scuro così che la luce non possa rovinare il vino conservato al loro interno, causando di conseguenza fenomeni di imbrunimento.
In questa precisa fase il vino tenderà al color aranciato e sarà al massimo del suo sapore. A questo punto, la fase di invecchiamento del vostro vino risulta essere terminata, potrete dunque gustare adesso un ottimo bicchiere di vino in compagnia di amici e familiari.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Vino e Alcolici

Barolo: come riconoscere un'imitazione

Il barolo è un vino ottenuto dall'uva mediante fermentazione alcolica. Ovviamente questa subisce varie gradazioni. Pertanto, quando risulta inferiore alla gradazione richiesta non si può mettere in commercio come vino. Ma va destinato alla distillazione....
Analcolici

Come fare il Vin Santo

Il Vin Santo, per dirla come la direbbero gli intellettuali chic, è un vino toscano da meditazione, un vino che accompagna il fine pasto e raggiunge l'apice del suo gusto se accompagnato dai famosissimi cantucci alle mandorle. Infatti, questi sono dei...
Vino e Alcolici

Come barricare il vino

Un aspetto affascinante del vino è il percorso che compie prima di arrivare sulla nostre tavole. In estate e all'inizio dell'autunno l'uva viene raccolta e sottoposta alla prima trasformazione, la pigiatura. Una macchina in continuo moto stacca gli acini...
Vino e Alcolici

Come posizionare le bottiglie di vino in cantina

Il vino è una particolare bevanda alcolica ottenuta dalla fermentazione dell'uva o del mosto. Esistono moltissimi tipi di vino in funzione della tipologia di uva e dal tipo di fermentazione utilizzato. Ci sono alcuni vini che con il passare degli anni...
Vino e Alcolici

Come conservare la birra artigianale

La birra è un prodotto ottenuto dalla fermentazione alcolica di mosti. Questi vengono preparati con malto d'orzo torrefatto ed acqua con aggiunta di decotto di fiori di luppolo. Tuttavia questo tipo di malto si può sostituire con quello di frumento...
Vino e Alcolici

Come servire e accompagnare il vino barricato

Provare un buon vino è una sensazione che in molto apprezzano e che sta facendo un enorme successo negli ultimi anni. Sono infatti tantissimi gli uomini e le donne che si cimentano in corsi d'approfondimento per meglio conoscere come un vino viene realizzato,...
Vino e Alcolici

Come fare il vino di litchi

Molti cultori e tradizionalisti del vino, potranno storcere il naso nel sentir parlare del vino alle litchi, ma sempre più persone ne apprezzano il suo sapore delicato e suo aroma fruttato. Le litchi o chiamate più comunemente come ciliegie della Cina...
Vino e Alcolici

10 cose da sapere sul vitigno aglianico

Il vitigno Aglianico viene coltivato nell'Italia meridionale, le sue origini sono antiche. Di recente viene prodotto anche in Australia e California. Vediamo quali sono le 5 cose da sapere sul vitigno Aglianico, molto simile al vitigno Nebbiolo piemontese...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.