Come non far sgonfiare il soufflè dolce

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

I dolci sono gli alimenti più complessi da preparare, perché è molto importare utilizzare le giuste quantità di ingredienti, rispettare tutte le temperature previste e utilizzare delle particolari tecniche. Solo in questo modo si potranno ottenere dei dolci perfetti e gustosi. Se siamo alle prime armi con questo mondo, dovremo prima di tutto cercare di imparare le varie tecniche da utilizzare durante la preparazione dei dolci che più preferiamo e per farlo potremo sfruttare le moltissime guide presenti su internet che ci mostreranno anche alcuni trucchetti per ottenere degli splendidi risultati. Nei passi successivi, in particolare, vedremo come procedere per riuscire a non far sgonfiare il soufflè dolce.

25

Occorrente

  • Seguire i consigli riportati nella guida.
35

Montaggio degli albumi

Preparare un soufflè dolce è davvero facile. Vi sono numerose varianti, anche se le più conosciute, sono quella al cioccolato e quella alla vaniglia. La preparazione di base è pressoché la stessa e nel momento in cui decidiamo di prepararlo dovremo sapere che, un segreto per non farlo sgonfiare, consiste nel non montare a neve fermissima gli albumi ed aggiungere un pizzico di sale. Non montando a lungo gli albumi si potrà ottenere un soufflè più gonfio e soffice.

45

Scelta degli stampi

Nella preparazione dei soufflè è importante saper scegliere con cura gli stampi, in quanto uno stampo sbagliato potrebbe compromettere l'intera realizzazione del dolce. Il consiglio è quello di utilizzare stampi cilindrici con una base abbastanza larga e con bordi molto alti, in modo da favorire la crescita stessa del nostro soufflè. Inoltre, imburriamo completamente l'intero stampo senza tralasciare nessuna zona, questo favorirà la crescita durante la cottura. È comunque importante fare molta attenzione quando versiamo il composto negli stampini, evitiamo di riempirli completamente, cercando di lasciare almeno 2 centimetri dal bordo. In questo modo eviteremo che il composto fuoriesca durante la cottura e faccia sgonfiare il soufflè.

Continua la lettura
55

Cottura

Una volta terminata la preparazione del soufflè bisogna concentrarsi sulla cottura, è questa la vera difficoltà della preparazione, ma seguendo qualche dritta eviteremo di sbagliare. È importantissimo infornare i soufflè in forno ad una temperatura di circa 180°/190° per circa venti minuti per poi abbassarla a 170° per altri dieci minuti. Evitiamo di aprire il forno durante la cottura, in quanto una volta aperto il soufflè potrebbe sgonfiarsi immediatamente. Una volta sfornato, il soufflè va servito subito per evitare che questo si sgonfi con il passare dei minuti.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

Ricetta: torta dolce di carciofi

Le torte generalmente sono dolci composti da un fondo di pasta, con una farcitura che può essere di crema, frutta o anche verdura, come la ricetta di cui parleremo oggi: la torta dolce di carciofi. Questi ultimi, con il loro sapore amarognolo, ben si...
Consigli di Cucina

Come preparare una cena tirolese dall'antipasto al dolce

La tradizione culinaria di tutto il mondo offre una vasta gamma di opzioni da scegliere per creare un pranzo strepitoso. Stupire i propri ospiti con un menù molto particolare non è certo un'operazione troppo difficile. Se ci si riferisce ad una cena...
Consigli di Cucina

Come cucinare una cena vegana dall'antipasto al dolce

Avete a cena una sera degli amici vegani? Oppure avete pensato magari di cucinare un pasto che sia nutriente, sano ma anche gustoso ed orginale? La dieta vegana è diventata sempre più famosa negli ultimi anni, ed i concetti che sono alla sua base si...
Consigli di Cucina

5 piatti a base di patata dolce

Uno degli alimenti più apprezzati in particolare nella cucina statunitense, ma ugualmente utilizzati in diverse ricette culinarie di tutto il mondo, sono le gustosissime patate dolci. Questo genere di alimento, può essere utilizzato come ingrediente,...
Consigli di Cucina

5 modi di cucinare la patata dolce

A caratterizzare la patata dolce (detta anche batata) è il suo sapore zuccherino, non molto dissimile da quello delle castagne. Si tratta di una radice nota soprattutto in territorio statunitense, della quale esistono decine di varietà. Viene coltivata...
Consigli di Cucina

Consigli per una perfetta torta caprese

Chi non ha mai assaggiato un pezzo di torta Caprese alzi la mano! Ebbene spero che tutti voi abbiate, almeno una volta nella vita, assaggiato questo tipico dolce originario dell'isola di Capri. Questa prelibatezza al cioccolato si presenta morbido all'interno...
Consigli di Cucina

Le migliori ricette con fiori di zucca

Con l'arrivo dell'estate tornano sulla nostra tavola i deliziosi fiori di zucca. Queste infiorescenze commestibili si possono cogliere sia dalla zucca sia dalle zucchine. Da sempre siamo soliti consumarli in tanti modi diversi. Il loro gusto, lievemente...
Consigli di Cucina

Come fare la mousse di maracuja

Molto spesso si è sentito parlare del dolcissimo frutto della passione, chiamato anche originariamente maracuja. Si tratta di un frutto davvero prelibato dal sapore esotico particolare e dalla raffinatezza unica, adatta a trasformare piatti semplici...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.