Come pastorizzare il latte di capra

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Un valido sostituto per chi non digerisce il latte di vacca, o non preferisce bevande analoghe come quelle di riso, soia o mandorla, può essere visto nel latte di capra. Importante sapere che per pastorizzarlo, bisogna portare il latte ad elevate temperature per poi raffreddarlo. Il primo passo da eseguire è quello di preparare tutto l'occorrente per la bollitura a bagnomaria. Ecco pochi e semplici passaggi da seguire in questa pratica guida per capire come pastorizzare il latte di capra.

25

Il procedimento

Come accennato in precedenza, il procedimento della pastorizzazione è fondamentale per rendere il latte di capra bevibile e consente a riduzione del proliferarsi di batteri dannosi per il nostro organismo. Si tratta di un processo eseguibile facilmente anche a casa. Dopo aver lavato per bene con acqua e sapone una pentola d'acciaio, riempire la stessa di acqua.

35

La preparazione

Dopo questa operazione va inserita un a pentola di dimensioni minori all'interno dell'altra, per poi posizionarle entrambe su un fornello. Dentro la pentola più piccola dovrà essere versato il latte di capra, pronto per essere scaldato a fuoco alto. A questo punto bisogna introdurre un termometro nel latte lungo il bordo del pentolino, per poter misurare la temperatura. Si dovrebbe ottenere una temperatura costante di 71.7 gradi per trenta secondi, mescolando il latte per non farlo bruciare.

Continua la lettura
45

Conclusioni

Passando poi alla fase di raffreddamento, bisogna riempire una vasca con acqua fredda e ghiaccio e dopo aver riscaldato la pentola con il latte, immergere quest'ultima rapidamente nella vasca ghiacciata. Il latte si raffredda amalgamandolo in maniera continua ad una temperatura di 4,5 gradi, operazione che può impiegare molto tempo, fino a quaranta minuti. Nel caso in cui non si riesca a raffreddare in fretta, si può passare il latte direttamente in frigo. L'ultima fase consiste nel versare il latte di capra appena pastorizzato, in contenitori sterilizzati.

55

Ultimi consigli

In fine dobbiamo dire che il latte di capra ha una buona tollerabilità ed un'elevata digeribilità dei grassi. Inoltre è in grado di appagare le necessità di ogni persona per qualsiasi età, data la sua similitudine, dopo il latte di asina, a quello materno. È importante però che questo latte venga pastorizzato, prima di poterlo bere o tramutare in yogurt e burro, per poter eliminare microbi e batteri in esso contenuto. E che i contenitori devono essere sterilizzati con lo stesso metodo e poi lasciare il latte nei barattoli in frigo per un ulteriore raffreddamento.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

Come utilizzare il latte di riso

Il latte di riso è una bevanda vegetale indicata per chi ha intolleranze al lattosio oppure per motivi etici non intende consumare alimenti di derivazione animale. Il latte di riso risulta essere quindi una valida alternativa al latte vaccino e proprio...
Consigli di Cucina

5 idee per utilizzare il latte d'avena

Il latte d'avena, a differenza del latte di mucca, viene prodotto artificialmente mediante la lavorazione dall'avena decorticata: la sua preparazione è molto semplice e può essere effettuata anche a casa, ma è facilmente reperibile anche in commercio....
Consigli di Cucina

Come riutilizzare il latte avanzato

Capita spesso che avanzi del cibo e non si sa in che modo utilizzarlo. Se per alcuni alimenti il loro riutilizzo è relativamente facile, per altri le cose si complicano e le idee iniziano a scarseggiare. Uno di questi alimenti è il latte che, strano...
Consigli di Cucina

5 idee per utilizzare il latte di mandorla

Il mandorlo è uno degli ingredienti naturali maggiormente ricchi di proprietà benefiche. Dal mandorlo è possibile estrarre il latte di mandorla, bevanda sicuramente tra le più dissetanti e rinfrescanti. È possibile utilizzare il latte di mandorla...
Consigli di Cucina

5 modi per farcire i panini al latte

I panini al latte sono un vero must che, ad una festa o un pranzo a buffet, non può mai mancare. Dolci e morbidi questi panini sono perfetti per essere farciti e conservati a lungo. In questa guida vi insegnerò 5 modi per farcire i panini al latte per...
Consigli di Cucina

5 idee per utilizzare il latte di soia

Siete amanti della cucina vegana e desiderosi di scoprire gli innumerevoli utilizzi del latte di soia?! Bene! Scopriamo insieme 5 utilissime idee per utilizzare il latte di soia che vi permetteranno di tenere sotto controllo il vostro organismo riservando...
Consigli di Cucina

Come utilizzare il latte condensato

Il latte condensato, quella densa e irresistibile crema, il cui gusto delizioso invita a mangiarla a cucchiaiate direttamente dal contenitore, andando in estasi quando si scioglie sul palato, può essere utilizzato in una gran varietà di modi e per...
Consigli di Cucina

Come preparare il beet latte

I consumatori sono sempre più attenti a quello che mangiano. Da molti anni, ormai stanno cambiando le abitudini alimentari. Questo interesse per la genuinità coinvolge anche le bevande. È aumentato il consumo di centrifugati di frutta e di altre bevande...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.