Come preparare delle pizze fritte con lievito istantaneo

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La pizza è uno dei piatti principali della cucina italiana. Nasce nel lontano XIX secolo a Napoli ma nel corso degli anni ha avuto una diffusione fino a toccare anche le parti più remote del pianeta. È infatti quasi impossibile recarsi in una qualsiasi parte del mondo e non trovare anche un piccolo locale che produce e rielabora a modo suo l'antica ricetta della pizza. In queste varie rielaborazioni molto spesso si corre il rischio di distorcere la ricetta originaria, andando quindi incontro a quella che è una base nettamente differente. Mentre l'antica ricetta prevede l'utilizzo del lievito madre all'interno di questa guida vedremo come preparare delle pizze fritte con lievito istantaneo.

27

Occorrente

  • Un cucchiaino di sale
  • Un cucchiaino di zucchero
  • 500 g di farina "0"
  • 300 ml di acqua tiepida
  • Due cucchiai di olio di oliva
  • Una bustina di lievito istantaneo
37

Il lievito istantaneo

Prima di entrare nel vivo della preparazione della pasta per pizza cerchiamo di capire cos'è il lievito istantaneo. Si tratta di un mix generalmente granuloso e composto da difosfato disodico e carbonato acido di sodio. La caratteristica principale di questa miscela è la sua capacità di attivare nel giro di pochi secondi la lievitazione istantanea del composto in cui viene versato permettendo così una lavorazione veloce accelerando i normali e naturali tempi della classica lievitazione della pasta, che generalmente sono di almeno tre o quattro ore.

47

La preparazione della pasta

La preparazione della pasta della pizza è veramente semplice, gli ingredienti utilizzati sono i classici che in casa non mancano mai e, anche nel caso in cui dovessimo recarci al supermercato per acquistarli la spesa per tutti sarebbe comunque sotto i dieci euro. Per prima cosa mescoliamo in una terrina la farina con lo zucchero ed il sale. Andiamo poi ad aggiungere pian piano l'olio e con le mani iniziamo ad impastare. Un po per volta uniamo l'acqua precedentemente stemperata ed il lievito istantaneo. Ora dobbiamo solo impastare energicamente fino a che non otterremo un impasto lucido e compatto. Se in casa avete a disposizione la planetaria potete utilizzare quella per impastare, in questo modo risparmieremo oltre che il tempo anche una buona quantità di energie.

Continua la lettura
57

La preparazione delle pizze

A questo punto il gioco è praticamente fatto. Dall'impasto originario ricaviamo delle palline un po più piccole e, con l'ausilio di un mattarello, stendiamo la pizza. Generalmente si ricavano delle forme circolari ma è possibile che vengano fuori anche delle forme più distorte. Condiamo le pizze con una base di sugo e mozzarella e continuiamo con gli ingredienti che più stuzzicano la nostra fantasia ed il nostro palato, ed ecco che la pizza è presto pronta!

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Dedicare il tempo necessario all'impasto della pasta per ottenere un composto uniforme
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pizze e Focacce

Come preparare la pizza con il lievito madre

La pizza è uno dei piatti simbolo dell'Italia. È molto gradita da grandi e piccini, sia consumata calda che fredda. Sicuramente la più gustosa è quella cotta in forno a legna, ma anche cucinandola nel forno di casa possiamo ottenere un'ottima pizza....
Pizze e Focacce

Le 10 pizze più strane del mondo

Qual è il cibo per eccellenza del nostro paese, quello per cui tutti al mondo ci invidiano? Naturalmente la pizza! Alta, bassa, fina, croccante, con pomodoro, senza pomodoro, con mozzarella, salsiccia, verdure grigliate e chi più ne ha più ne metta:...
Pizze e Focacce

3 ricette senza lievito: come preparare gli impasti

Ecco una nuova guida, che vuole proporre a tutti i nostri cari lettori e lettrici, una serie di ricette ed in particolar modo 3, attraverso il cui aiuto poter realizzare in cucina, delle pietanze senza l'utilizzo del lievito.Non tutte le persone hanno...
Pizze e Focacce

Come preparare il pane senza lievito

Se siete intolleranti al lievito o avete problemi di digestione ma non riuscite proprio a fare a meno del pane, provate a farlo azzimo utilizzando la ricetta che sarà spiegata di seguito. In questo modo vedrete che il pane riuscirà a gonfiarsi ugualmente...
Pizze e Focacce

Focaccia senza lievito morbida e profumata

Il lievito è un ingrediente che non tutti tollerano, in quanto può risultare piuttosto difficile da digerire in molti casi. È bene sapere, comunque, che non è per forza necessario inserire il lievito all'interno di diverse ricette, ma è possibile...
Pizze e Focacce

Come preparare la piadina senza lievito

Se durante un vostro soggiorno sulla riviera romagnola avete assaggiato la piadina, potete prepararla anche in casa a crearla senza l'aggiunta di lievito. Si tratta quindi di un lavoro semplice per poi farcirla secondo le tradizionali usanze romagnole,...
Pizze e Focacce

Come preparare la pizza senza lievito

La pizza è un piatto tipico della cucina italiana, una pietanza la cui base è costituita generalmente da farina, acqua e lievito, successivamente spianata, condita in moltissimi modi differenti e cotta in forno. Tuttavia, esistono moltissimi modi differenti...
Pizze e Focacce

Come conservare il lievito naturale

Il lievito naturale, o lievito madre, è un impasto molto particolare, in quanto vivo. La sua composizione non comprende solamente acqua e farina. Invece, vede l'impiego di lieviti e batteri lattici che consentono al lievito naturale di fermentare. La...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.