Come preparare ed usare il pesto di rucola

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Il pesto è una crema piuttosto versatile che ben si presta a molte varianti, tutto dipende dai nostri gusti e dalle nostre preferenze. In questa guida avremo modo di focalizzare la nostra attenzione sulla preparazione di una particolare tipologia di pesto. Il pesto di rucola, è un condimento dal gusto delicato ma allo stesso tempo molto saporito, dalla preparazione facile e veloce. Questo pesto è un ottimo condimento per la pasta magari da preparare durante l'estate, dato che rievoca sapori e odori tipici di questa stagione. Vediamo quindi come poter preparare ed usare in maniera ottimale il nostro pesto di rucola.

25

Occorrente

  • Pinoli 50 g
  • Sale fino 5 g
  • Aglio 1 spicchio
  • Olio extravergine d'oliva 150 g
  • Rucola 100 g
  • Pecorino 50 g
  • Parmigiano reggiano 50 g
35

Con questo pesto dal gusto veramente particolare possiamo anche realizzare dei ripieni sfiziosi, come ad esempio quello per un buon rotolo di frittata farcito, ma ovviamente il suo uso non si ferma solo a questo. Si potranno anche realizzare ottimi primi piatti, magari utilizzando una tipologia di pasta che ben si presta ad accogliere la cremosità e la consistenza di questo pesto. Ma possiamo utilizzarlo anche per condire dei secondi piatti di pesce e carne, magari per dare un tocco originale e raffinato alla pietanza.

45

Per la preparazione del pesto di rucola, dobbiamo lavare accuratamente la rucola. Quindi asciughiamola e collochiamola all'interno del mixer. Aggiungiamo Parmigiano Reggiano, i pinoli e Pecorino. Sbucciamo un aglio interno e inseriamolo con il sale nel mixer. Giunti a questo punto della preparazione, aggiungiamo anche una piccola parte dell'olio extravergine d'oliva.

Continua la lettura
55

Quindi iniziamo ad azionare il mixer ad una velocità molto bassa. Man mano che il tutto comincia ad essere tritato possiamo aggiungere la parte restante dell'olio extravergine d'oliva. Continuiamo a mixare fino a quando non otterremo una crema omogenea e piuttosto fluida. Qualora non dovessimo usare immediatamente il pesto di rucola, possiamo conservarlo in frigorifero magari per qualche giorno. Possiamo a tal proposito collocarlo in un contenitore munito di tappo. Consiglio di coprire il pesto di rucola con un filo d'olio. Nel momento in cui dobbiamo utilizzarlo ad esempio per condire la pasta, possiamo ammorbidirlo con l'ausilio di qualche cucchiaio di acqua di cottura. Il pesto di rucola può essere conservato per un massimo di 2-3 giorni all'interno del frigorifero. Possiamo prendere in considerazione l'idea di congelarlo in vasetti piuttosto piccoli, per poi decongelarlo in frigo oppure lasciandolo a temperatura ambiente per qualche ora.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

Come preparare il pesto di agrumi

Se avete voglia di preparare un pesto diverso dal solito ma che risulti comunque sfizioso, questa guida farà certamente al caso vostro. Nei passi a seguire, infatti, vi mostrerò come preparare il pesto di agrumi, indicandovi anche qualche abbinamento...
Consigli di Cucina

Come preparare il pesto di carote

Ecco una bella ricetta, mediante il cui aiuto, poter portare in tavola un piatto che sia veramente speciale e ricco di sostanze benefiche e salutari, per il nostro organismo e per il suo benessere. Stiamo parlando del come poter preparare, nella nostra...
Consigli di Cucina

Come preparare il pesto di arance

Il gusto degli agrumi è molto forte ma allo stesso tempo delicato. Essi si possono utilizzare per preparare delle buonissime marmellate, e perché no, anche dei gustosissimi pesti. Magari per arricchire i nostri piatti di pasta con il loro irresistibile...
Consigli di Cucina

Come fare il pesto di capperi

Eccovi una ricetta per preparare un pesto un po' insolito, in grado di dare un tocco in più ai vostri piatti: il pesto di capperi. A prima vista può apparire una ricetta un pochino azzardata, ma vi assicuro che se lo provate, lo rifarete di sicuro....
Consigli di Cucina

Consigli per conservare il pesto

Il pesto, un gustoso condimento a base di basilico fresco, spopola sulle tavole soprattutto durante la stagione estiva. È possibile prepararne in maggiori quantità, da mettere da parte e conservare, al fine di poterlo gustare anche durante l'inverno....
Consigli di Cucina

5 varietà di pesto

Non c'è nulla di più indicato di un pesto per un pranzo estivo. Fresco e aromatizzato, accompagna e arricchisce piatti di pasta, donando ad essi un sapore unico e deciso. Generalmente ogni regione italiana ha la sua varietà di pesto. C'è chi predilige...
Consigli di Cucina

Ricetta: cous cous con pesto di salvia e pinoli

Quand'è l'estate, si sa, si vuol mangiare leggero. E perché no, anche in maniera salutare. Per soddisfare entrambe le condizioni, si può optare per un ottimo "cous cous". Per chi non sapesse cosa fosse, il "cous cous" è un alimento tipico del Nord...
Consigli di Cucina

Ricetta: pesto con pistacchi e melanzane

Avete in mente una ricetta deliziosa come il pesto con pistacchi e melanzane? Questa ricetta è ideale per intrattenere i vostri ospiti con una portata di pasta condita di questo favoloso pesto. Indubbiamente la ricetta è molto facile da eseguire il...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.