Come preparare gli anelli di calamari in pastella

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Molto simile al totano, il calamaro si distingue da esso per il colore bianco-rosato punteggiato di rosso o di bruno e dalla forma delle pinne poste nella parte terminale che, il più delle volte, oltrepassano la metà del corpo. Il calamaro viene pescato tutto l'anno; in estate è più facile trovare esemplari di grossa taglia; i periodi migliori sono da gennaio ad aprile e da giugno a novembre. All'interno di questa guida, vi spiegherò come preparare una squisita ricetta utilizzando proprio questo ingrediente. In particolare, scoprirete come realizzare gli anelli di calamari in pastella.

27

Occorrente

  • Per la pastella: 200 gr di farina 00, 1 uovo, sale e pepe, acqua tiepida
  • 500 gr di calamari
  • olio per friggere
37

Pulire i calamari

Anzitutto, è necessario effettuare una piccola precisazione. Per i molluschi cefalopodi un requisito importante è la freschezza. Al momento dell'acquisto, infatti, accertatevi che la pelle del calamaro sia lucente e che l'occhio abbia un bel colore brillante. Inoltre, nel caso in cui il becco corneo si estragga troppo facilmente ed i tentacoli assumano alla base un colore violaceo e si stacchino senza alcuna difficoltà, rinunciate all'acquisto poiché i calamari non sono sicuramente freschi. Per quanto riguarda la pulizia, invece, ogni calamaro deve essere privato delle due pellicine, la prima rosacea e la seconda bianca, da cui è ricoperto: iniziate dalla parte terminale del sacco e spellate bene fino alla punta dei tentacoli. In seguito eliminate gli occhi ed il becco: per estrarre quest'ultimo effettuare una leggera pressione con i pollici.

47

Preparare la pastella

Successivamente, dividete i tentacoli dal sacco e tagliate quest'ultimo in strisce traversali, ottenendo così degli anelli. Anche i tentacoli, se di grosse dimensioni, vanno tagliati in due o tre pezzi. Dopo aver fatto ciò lavate tutti i pezzi sotto un getto di acqua corrente e lasciateli asciugare per qualche minuto, quindi dedicatevi alla preparazione della pastella. Sgusciate l'uovo, separate il tuorlo dall'albume e montate quest'ultimo a neve soda. Versate in una terrina la farina, il tuorlo, il sale ed il pepe quindi, mescolando, unite acqua tiepida in quantità sufficiente ad ottenere una pastella dalla consistenza fluida. Incorporate delicatamente alla pastella l'albume montato a neve.

Continua la lettura
57

Immergere gli anelli nella pastella e friggerli

Adesso immergete gli anelli di calamari ed i tentacoli nella pastella e poi sgocciolateli per bene, dopodiché fate scaldare abbondante olio in una padella e friggetevi i calamari, avendo l'accortezza di farli dorare in modo uniforme. Arrivati a questo punto sgocciolateli servendovi di un ragno o di un mestolo forato e poneteli su dei fogli di carta assorbente per eliminare l'olio in eccesso. Infine trasferite i calamari su un piatto da portata e servite.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Insaporite maggiormente la pastella con formaggio grattugiato ed erbe aromatiche
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Antipasti

Come preparare i funghi fritti in pastella

Per iniziare una cena o un pranzo al quale avete invitato parenti e amici, non c'è niente di meglio che un antipasto a base di funghi fritti in pastella. Esistono tanti tipi di pastella nel mondo e moltissime varietà di funghi: questa ricetta prevede...
Antipasti

Come preparare l'insalata di calamari ai pistacchi tostati

Se desiderate proporre in tavola un goloso antipasto perfetto per essere servito in qualsiasi momento dell’anno, ecco a voi la ricetta che vi illustra come preparare l’insalata di calamari ai pistacchi tostati. Ha un gusto fresco e delicato che ben...
Antipasti

Come preparare i filetti di baccalà in pastella

I filetti di baccalà in pastella sono una tipica pietanza della cucina laziale. È un piatto gustoso che richiede pochi ingredienti e una semplice preparazione.È uso comune mangiare il baccalà come antipasto per la cena della vigilia di natale oppure...
Antipasti

Come preparare la pastella per i fritti

È ormai risaputo che l'alimentazione giornaliera deve essere sempre varia, ricca di frutta, verdura, pesce e carne. Anche il fritto ricopre un ruolo importante nel metabolismo umano. Non bisogna però abusarne, in quanto la frittura è ricca di colesterolo,...
Antipasti

Come preparare le cozze in pastella

Sono numerose le ricette gastronomiche che riguardano le cozze. Non bisogna mai dimenticare che è pericoloso mangiare le cozze crude. Anche se condite con aceto o limone, le cozze non vanno mai mangiate crude. È fondamentale che avvenga sempre una cottura...
Antipasti

Come preparare i gamberi in pastella

Se stiamo pensando di organizzare un pranzo o una cena molto speciale con tutti i nostri amici e parenti dovremo, prima di tutto, cercare di preparare delle pietanze molto particolari che possano soddisfare tutti i nostri invitati. Se siamo alle prime...
Antipasti

Come preparare la frittata di calamari

Tra le ricette più semplici e veloci che si possano preparare, la frittata è certamente una di queste. La semplicità di preparazione la rende un piatto ottimo e comodo quando non si altro in casa. Esistono diverse varianti con cui preparare una buona...
Antipasti

Come preparare i calamari alla marinara

In un'occasione un po' particolare si può pensare di preparare un piatto di pesce veloce e buono. La presentazione di tale pietanza riesce bene in quanto gli ingredienti sono semplici e di facile reperibilità: oltretutto i calamari sono dei pesci molto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.