Come preparare gli gnocchi di patate viola

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Le patate viola, altrimenti dette vitelotte, sono originarie del Perù e sono una qualità molto particolare di tubero e presentano sia la buccia che la polpa di colore violaceo. È un tipo di patata difficile da trovare e il suo sapore somiglia molto a quello delle castagne o delle nocciole. Si possono cuocere allo stesso modo delle patate che conosciamo: fritte, bollite, al cartoccio, con la particolarità di dare un colore inconsueto alle pietanze e quanto meno sorprendente.
Vediamo dunque, con questa guida, come preparare gli gnocchi di patate viola.

26

Occorrente

  • 800g di patate viola
  • 200g di farina doppio zero
  • 2 uova intere
  • Sale q.b.
36

Per preparare gli gnocchi di patate viole mettete dell'acqua fredda in una casseruola con un po' di sale. Lavate per bene le patate e mettetele nella pentola: per essere pronte dovranno passare circa 40-45 minuti dal bollore. Coprite quindi con un coperchio e lasciate cuocere a fiamma decisa.
Quando le patate saranno pronte metterete in uno scolapasta per togliere l'acqua e passatele sotto un getto veloce di acqua fredda in modo che la spellatura sia facilitata e non vi scotterete le mani.
Ad ogni modo, prestate comunque molta attenzione nel lasciarle abbastanza calde.

46

Pelate quindi le patate e macinatele nell'apposito passa verdure e sotto fate in modo che ci sia una ciotola che favorisca l'impasto, quindi a bordi alti. Versate sempre nella stessa ciotola la farina doppio zero, le uova intere, il sale e impastate energicamente, finché il composto non sarà omogeneo e turgido. L'impasto per gli gnocchi di patate viola è bene farlo a mano senza servirsi di macchine o mestoli di legno o metallo perché non sarebbe la stessa cosa.
Dividete l'impasto in tante parti uguali che dovranno avere una dimensione parti a quella di un pugno chiuso. Prendere quindi un pezzo per volta e formante un filoncino.

Continua la lettura
56

Con coltello senza denti o con un apposita spatola tagliate i filoncini in piccoli pezzi rettangolari lunghi circa 1 cm. Man mano che li tagliate riponeteli su un panno di cotone cosparso di farina in modo che non si attacchino tra loro. Passateli quindi su una forchetta o sul classico riga gnocchi per dargli il caratteristico aspetto con le righe. Disponeteli a riposare sempre su un panno di cotone con della farina, spolverandoli ulteriormente a pioggia. Fate bollire l'acqua salata e versateli per la cottura. Saranno pronti quando cominceranno a salire a galla (di solito in 2-3 minuti). Scolateli e conditeli preferibilmente con burro e salvia in modo da tenere in bella vita il colore viola che grazie al burro risulterà lucido.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Come preparare gli gnocchi di patate con funghi porcini

Chi non ama gli gnocchi? Gnocchi sono una delle ricette più tradizionali e più versatili della nostra cucina italiana. Tutti abbiamo provato a preparare gli gnocchi da bambini magari con la mamma o con la nonna. Realizzare gli gnocchi fatti in casa,...
Primi Piatti

Come condire gli gnocchi di patate

Gli gnocchi di patate rappresentano senza dubbio una ricetta molto diffusa in Italia. Essi, infatti, si sposano perfettamente con tanti tipi di sughi, sia a base di carne o di pesce, sia a base di verdure. Gli gnocchi sono, tra l'altro, un piatto economico,...
Primi Piatti

Ricetta: gnocchi di patate alla verza

Tra i piatti tradizionali della cucina italiana, gli gnocchi di patate sono tra i più semplici e sostanziosi. La ricetta classica è molto semplice da preparare. Le sue origini sono povere, nonostante il piatto sia ricco di gusto e molto nutriente. Gli...
Primi Piatti

Gnocchi di patate al pesto con cozze e vongole

Se state cercando una ricetta tipicamente italiana che però vi consenta di ottenere un grandissimo successo in una cena speciale avete trovato la guida che fa per voi. Infatti nella guida che segue vi insegnerò come preparare gli gnocchi di patate al...
Primi Piatti

Ricetta: gnocchi di patate con vongole e pomodorini

Gli gnocchi di patate appartengono sicuramente alla tradizione culinaria italiana e rappresentano un tipo di pasta fresca adorata soprattutto dai bambini. Quest'ultimi e anche gli adulti non soltanto li preferiscono mangiare dopo la cottura in acqua bollente....
Primi Piatti

Gnocchi di patate e ceci

Per gli amanti dei primi piatti sarà illustrata una ricetta davvero insolita, ovvero gli gnocchi di patate e ceci. Questo abbinamento inusuale è in realtà adatto a molte persone. Tra queste vanno senza dubbio ricordati i vegani, ma soprattutto i celiaci...
Primi Piatti

Gnocchi di patate con salsa al certosino

La ricetta che vi andrò a presentare è un primo piatto .Sono gli gnocchi di patate con salsa al certosino.Con la crema di formaggio la pasta fresca di patate acquista un gusto particolare.Il piatto è reso ancora più intenso dai broccoli romaneschi...
Primi Piatti

Come fare gli gnocchi di patate fatti in casa

Gli gnocchi di patate sono un primo piatto nutriente, saporito ed economico. Si prestano al condimento di vari sughi e salse: dal ragù ai formaggi, dalle verdure ai sughi di pesce. Questa ricetta della nostra tradizione gastronomica è quindi di facile...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.