Come preparare gli spaghetti al Chianti

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Gli spaghetti al chianti è una gustosissima ricetta tipica della tradizione toscana. Questa preparazione, come facilmente intuibile dal nome, prevede l'utilizzo del Chianti, il tipico vino originario del territorio delle coline toscane dell'omonima zona. La sua realizzazione è davvero molto semplice e l'utilizzo del vino DOCG conferirà al sugo una particolare corposità, un particolare colore rubino oltre che un sapore intenso, il tutto verrà conferito dall'aggiunta del vino alla preparazione. Questa ricetta tradizionale si presta bene sia ad essere utilizzata durante una serata con gli amici ma anche allo stesso tempo sarà l'ideale per la preparazione di un pasto veloce ed allo stesso tempo molto gustoso.
In questa breve guida verrà illustrato la procedura da seguire per preparare gli spaghetti al Chianti.

26

Occorrente

  • Dosi per 4 persone: 400 gr. di spaghetti, 200 gr. di speck a fette, 1 bicchiere di Chianti (circa 200ml.), 1 porro di media grandezza, 45 gr. di olio o di burro, sale e pepe q.b.
36

Preparare il soffritto

Preparare gli spaghetti al Chianti è molto veloce ed in poco tempo si riuscirà a preparare un piatto davvero delizioso.
Innanzitutto affettare finemente il porro dopo averlo ben sciacquato sotto l'acqua. Farlo appassire in una padella antiaderente dopo aver fatto sciogliere 30 grammi di burro.
Successivamente unire un bicchiere di vino Chianti (circa 200 ml), un pizzico di noce moscata ed un'adeguata quantità di sale. Tenere il foco basso e continuare la cottura per fare evaporare l'alcol e permettere al sugo di restringersi ed amalgamarsi in modo ottimale.

46

Creare una salsina

Non appena il condimento avrà raggiunto una buona consistenza, spegnere la fiamma e trasferire il preparato in un mixer.
Frullarlo fino a quando non avrà raggiunto la consistenza di una salsina densa. Aggiungere quindi sale e pepe q. B.
Adesso in un po' di burro fare appassire lo speck (circa 200 gr) già tagliato a listarelle. Se tra gli ospiti vi sono dei vegetariani, in sostituzione dello speck sarà possibile usare un sostituto come il seitan. Mettere a bollire in una pentola l'acqua salata per cuocere la pasta e fare sbollentare nella stessa acqua un po' di porro da utilizzare per la guarnizione finale ricordandosi di rimuovendolo prima di cuocere gli spaghetti.

Continua la lettura
56

Scolare gli spaghetti e farli saltare in padella

Una volta cotti gli spaghetti scolarli e conservare circa un bicchiere di acqua di cottura da aggiungere alla salsa al Chianti. Mescolare gli spaghetti con lo speck e farli saltare in padella per qualche minuto. Unire successivamente anche il sugo al Chianti, mescolando e completando con parmigiano grattugiato. Come tocco finale guarnire il piatto con le fettine di porro precedentemente messe da parte. Adesso il piatto è pronto da essere gustato ben caldo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

Week end nel Chianti: cosa fare

La Toscana è notoriamente una regione ricca di storia, arte e cultura, non a caso rappresenta una delle mete più ambite ed apprezzate dai turisti di tutto il mondo. La straordinarietà di questo luogo è decisamente legata alle attrattive monumentali...
Primi Piatti

Come preparare la pasta con fagioli e porcini

La pasta con fagioli e porcini è un gustosissimo primo piatto tipico della zona toscana del Chianti e, precisamente, di Montespertoli, un comune in provincia di Firenze. Si tratta di una ricetta molto ricca e saporita, da gustare preferibilmente in inverno....
Consigli di Cucina

Come e cosa abbinare ai formaggi

Il formaggio è un alimento completo le cui origini si perdono nella Preistoria. Quattrocento sono i tipi di formaggio che abbiamo in Italia, duemila in tutto il mondo. Può essere ricavato dal latte di mucca, di pecora, di capra, di bufala. Molto alto...
Primi Piatti

Ricetta: risotto con la salsiccia e speck

Il risotto è uno dei primi più gustosi e tradizionali della cucina italiana. Ne esistono di diversi tipi e conditi in svariati modi. Cucinare un risotto non è però semplicissimo e richiede molta attenzione e passione. In questa guida vedremo come...
Primi Piatti

Come preparare gli spaghetti ai porri

La pasta è un piatto tipico della tradizione culinaria italiana che viene cucinato in tutto il mondo. Esistono davvero tantissime ricette per cucinare la pasta e gli spaghetti e, se state cercando una ricetta nuova da cucinare per la vostra famiglia...
Consigli di Cucina

10 ricette con gli spaghetti

Si fa presto a dire spaghetti! Infatti, tra fare "un piatto di spaghetti" ed un "buon piatto di spaghetti", c'è un enorme differenza. Quante volte vi sarà capitato di cuocere troppo la pasta o troppo poco o magari, di aver dimenticato il sale o ancora,...
Primi Piatti

Ricetta: spaghetti al pesto di pistacchi e pomodorini

Si può dire che gli spaghetti siano una bandiera culinaria del Bel Paese. Soprattutto se preparati con del pomodoro fresco ed una spolverata di parmigiano. Ma c'è qualcosa che può rendere speciali anche le ricette tradizionali e ben collaudate. Si...
Primi Piatti

Ricetta: spaghetti gamberi e avocado

Gli spaghetti con gamberi e avocado sono una ricetta ideale per ricordare il profumo del mare e il periodo estivo, ma anche per stupire gli invitati con il sapore particolare e rinfrescante di un frutto esotico che non è ancora molto utilizzato nelle...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.