Come preparare i cestini di polenta con funghi e formaggio

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se per una festa intendiamo arricchire il buffet con delle pietanze innovative, allora vale la pena preparare dei cestini di polenta ripieni di funghi e formaggio. Si tratta infatti, di una gustosa pietanza che sicuramente andrà a ruba, specie se servita come aperitivo. A tale proposito vediamo quale procedura è necessaria per creare questa saporita pietanza a base di polenta.

26

Occorrente

  • Farina gialla 200 gr
  • Sale grosso 1 cucchiaio
  • Acqua 600 ml
  • Funghi 300 gr
  • Besciamella 3 cucchiai
  • Mozzarella 200 gr
  • Fontina 150 gr
  • Sale e pepe q.b.
  • Parmigiano grattugiato q.b.
36

Per elaborare dunque i nostri appetitosi cestini di polenta con funghi e formaggio, innanzitutto prepariamo la polenta facendola cuocere per circa 40 minuti, e mescolandola di continuo con un cucchiaio di legno, per evitare la formazione di grumi. L?operazione conviene tuttavia farla con un frustino a mano o meglio ancora elettrico, per non stancarci inutilmente, visto che il lavoro è piuttosto lungo.

46

Quando la polenta è pronta ed ancora fumante, la togliamo dal fornello e ne versiamo qualche cucchiaio in uno stampino di circa 15 centimetri di diametro ed alto almeno tre, e lo stesso facciamo per le altre forme simili, che ovviamente dipendono dal quantitativo di polenta che abbiamo a disposizione. A questo punto gli stampini li lasciamo raffreddare completamente coprendoli con un telo. Nel frattempo ci dedichiamo alla preparazione dei funghi che facciamo soffriggere in padella con aglio, olio e peperoncino. A cottura ultimata aggiungiamo poi della besciamella e mescoliamo lasciando ancora la padella sul fuoco, ma a fiamma bassissima, e per almeno un altro paio di minuti. Trascorso tale tempo in una zuppiera di porcellana versiamo la besciamella, e vi aggiungiamo del parmigiano grattugiato, sale e pepe. Adesso prendiamo la fontina e la tagliamo a piccoli cubetti e la stessa cosa facciamo con la mozzarella, dopodiché entrambi i formaggi li versiamo nella zuppiera contenente besciamella e funghi. A questo punto ritorniamo sui cestini realizzati con la polenta, e delicatamente capovolgiamo gli stampini affinché il contenuto esca integro.

Continua la lettura
56

Una volta raddrizzati tutti sul ripiano del tavolo, uno ad uno li farciamo con il composto a base di funghi, besciamella e formaggi, aggiungendo anche dell?abbondante parmigiano grattugiato come copertura. Infine non ci resta che infornare i cestini di polenta nel forno impostato ad una temperatura di 180 gradi e lasciarli poi cuocere per circa una mezz'ora o poco meno. A cottura ultimata li possiamo sfornare, e servirli sulla tavola del buffet, adagiati per intero in vari piatti da portata.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Ricetta: polenta funghi e salsiccia

Se decidiamo di fare una cena tra amici, sicuramente dobbiamo preparare un pasto ricco e sfiziosa, capace di accontentare un po' i gusti di tutti. A questo proposito, una ricetta particolare è quella che prevede un abbinamento classico e gustoso: polenta...
Primi Piatti

Come preparare la polenta con straccetti ai chiodini

La polenta con straccetti ai chiodini è un goloso piatto, perfetto per scaldare le fredde serate invernali. Il sapore aromatico dei funghi ben si abbina a quello della classica polenta creando una specialità irresistibile per tutta la famiglia. La polenta...
Primi Piatti

Come preparare la polenta taragna

Con l'arrivo del freddo un buon piatto di polenta è un toccasana da non sottovalutare. In particolare la polenta taragna è una specialità valtellinese e non solo. Il perfetto connubio tra la farina di mais e il grano saraceno. Il condimento più conosciuto...
Primi Piatti

Come preparare la polenta in teglia ai quattro formaggi

Le fredde e uggiose giornate invernali hanno bisogno di essere riscaldate, anche a tavola! Per gustare una ricetta ricca di sapore e perfetta per ritrovare il piacere di un momento di tepore, perché non preparare una deliziosa polenta? Una ricetta semplice...
Primi Piatti

Come preparare la polenta alla valdostana

La polenta, come ben sappiamo, si prepara con acqua e farina: è un piatto molto conosciuto e preparato nelle regioni del nord Italia ma, ormai, è diventata famosa in tutto il mondo. Può essere condita con varie salse o accompagnare pietanze a base...
Primi Piatti

Come preparare la polenta di castagne

La polenta di castagne è il piatto tradizionale dei piccoli paesi montani. È una pietanza preparata da secoli, un tempo pasto principale delle dieta dei contadini, oggi prelibatezza per coloro che apprezzano i sapori particolari. La polenta di castagne,...
Primi Piatti

Come preparare tortellini in brodo su cestini di parmigiano

Un piatto tipicamente invernale e adatto alle giornate più fredde sono i tortellini in brodo, una particolare trafila di pasta che ha un ripieno, solitamente carne, che arricchisce di gusto e nutrimento il piatto. Il modo migliore di cucinare i tortellini...
Primi Piatti

Come preparare i tortellini con panna e funghi

I tortellini con panna e funghi sono una delle ricette più gustose e delicate per un primo piatto versatile, adatto ad ogni menu ed anche ai palati più esigenti e sofisticati. Preparare i tortellini con panna e funghi è molto semplice e sarà possibile...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.