Come preparare i chifeletti

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

I chifeletti sono un contorno molto preparato nelle zone del nord Italia. Essi potrebbero sostituire un primo piatto data la loro sostanziosità. La versione dolce dei chifeletti si rifà ai kipfel tedeschi. Si tratta semplicemente di mezze lune di pasta di patate che vengono fritte in olio di semi o di oliva. La versione salata dei chifeletti è un ottimo contorno per le pietanze a base di carne, meglio se arrosto. Vediamo quindi insieme come preparare queste prelibatezze.

26

Occorrente

  • 500 gr. di patate (preferibilmente farinose)
  • 140 gr. di farina tipo 00
  • 40 gr. di burro
  • 1 uovo intero
  • 1 cucchiaino di zucchero semolato
  • 2 grossi pizzichi di sale
  • pepe nero macinato q.b. (facoltativo)
  • Olio per friggere oppure olio extravergine d'oliva q.b.
36

Una volta che avrete scelto la tipologia di patata da utilizzare, potete iniziare con la preparazione dei chifeletti. Per prima cosa prendete le patate e pulitele sotto acqua corrente. Prendete una pentola colma d'acqua, inserite dentro le patate e mettetela sul fuoco. Per lessare le patate con tutta la buccia ci vogliono all'incirca trenta o quaranta minuti. Per accertare la cottura basterà infilzare con una forchetta le patate; se saranno cotte la forchetta entrerà e si sfilerà con facilità, altrimenti dovrete aspettare ancora per preparare i chifeletti. Lessate le patate e scolatele dall'acqua. Se voleste sbucciarle a mano conviene aspettare che le patate raffreddino.

46

Le patate possono tuttavia essere schiacciare anche con la buccia: non servirà aspettare ulteriormente. Per farlo tagliatele a metà, inseritele nello schiacciapatate ed esercitate una certa pressione con le mani. Magicamente la patata verrà schiacciata e la buccia rimarrà dentro lo schiacciapatate. Dopo aver rimosso la buccia, procedete nella stessa maniera con tutte le restanti patate. In mancanza dello schiacciapatate sbucciatele e schiacciamole con una forchetta. A questo punto preparate l'impasto per i chifeletti. Mettete le patate schiacciate su un piano di lavoro di legno o pietra e lasciatele raffreddare un po'. Successivamente aggiungete il burro, lo zucchero, la farina, l'uovo e il sale.

Continua la lettura
56

Impastate il tutto per bene fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. Esistono diversi modi per realizzare i chifeletti. Il primo metodo consiste nel dividere l'impasto e di formare dei lunghi rotoli, come si fa per gli gnocchi. Poi tagliate dei segmenti di circa otto o dieci centimetri. Curvateli a forma di mezza luna. Il secondo metodo per preparare i chifeletti prevede la stesura dell'impasto con il mattarello. Formate un disco spesso circa due centimetri. Con degli stampini tagliate l'impasto in piccoli dischi da arrotolare su se stessi per formare i chifeletti. Ora non resta che friggerli in abbondante olio di semi. Infine scolate i chifeletti e adagiateli su carta assorbente. Buon appetito!

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per accertare la cottura basterà infilzare con una forchetta le patate; se saranno cotte la forchetta entrerà e si sfilerà con facilità.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Come preparare i tagliolini con zucchine e prosciutto cotto

Volete preparare un piatto goloso che possa piacere anche ai palati più raffinati? Ecco a voi la ricetta che vi illustrerà come preparare i tagliolini con zucchine e prosciutto cotto. Per realizzare questa specialità bisogna avere un po' di tempo da...
Primi Piatti

Come preparare le lasagnette ai pomodori disidratati

Cosa c'è di meglio di un buon primo piatto per avviare un pranzo in famiglia o tra amici? Questa pietanza ci permette di dare libero sfogo alla nostra fantasia, perché si presta a qualunque tipo di ricetta. L'ingrediente base, naturalmente, è la pasta....
Primi Piatti

Come preparare la vellutata di piselli allo yogurt

Se vuoi portare il colore e il gusto della primavera sulla tua tavola, ecco per te la ricetta di un piatto raffinato e gustoso: la vellutata di piselli allo yogurt. Si tratta di una soffice crema di piselli arricchita dal profumo della menta, dalla croccantezza...
Primi Piatti

Come preparare le tagliatelle con nasello e vongole

Quando arriva il periodo estivo l'ideale è preparare un buon piatto di pesce, qualcosa di nuovo e fresco ideale da presentare anche ai propri commensali. Nella guida vedremo come accostare il nasello e le vongole insieme ad un piatto di pasta fresca...
Primi Piatti

Come preparare un cous cous di orzo primaverile

L'estate si avvicina sempre di più, quindi vi sono persone che preferiscono mantenersi in forma. Ma in primavera già si inizia ad andare in palestra e a mangiare sano. Tra i piatti che vengono preparati, troviamo l'insalata di pollo, l'insalata di riso,...
Primi Piatti

Come preparare il risotto con gamberetti e zucchine

Ecco bello e pronto, un nuovo piatto a base di pesce ed anche di verdure. Cercheremo infatti di portare in tavola, non solo il gusto del pesce, grazie ai crostacei, come i gamberi, che andremo ad utilizzare, ma anche il sapore e la bontà delle verdure,...
Primi Piatti

Come preparare i fagottelli di stinco al cappuccino

Preparare dei piatti diversi a volte sembra una cosa molto difficile in quanto siamo abituati a cucinare la maggio parte delle volte sempre gli stessi piatti. Per coloro però che amano diversificare il menù, una ricetta molto particolare da preparare...
Primi Piatti

Come preparare la lasagna alla genovese

La lasagna è uno di quei piatti, preparati durante il periodo invernale. I modi per preparare la lasagna possono essere tantissimi: in bianco con besciamella e mozzarella, con il ragù di carne, ai funghi, al pesto ecc. In questa guida però, si parlerà...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.